EDF ispeziona l’accumulo di gas naturale nelle centrali nucleari cinesi Reuters

[ad_1]

2/2

© Reuters. Immagine del file: il 17 ottobre 2013, la città di Taishan, nella provincia del Guangdong, in Cina, stava costruendo il reattore nucleare e le relative strutture della centrale nucleare di Taishan gestita da China General Nuclear Power (CGN). REUTERS/Bobby Yip

2/2

Singapore/Parigi (Reuters)-EDF (PA:) ha iniziato a esaminare i potenziali problemi relativi all’accumulo di gas inerte nelle centrali nucleari cinesi, sebbene la società e i suoi partner cinesi abbiano affermato che l’impianto funziona in sicurezza.

La CNN ha riferito lunedì che il governo degli Stati Uniti ha valutato un rapporto su una perdita nella centrale elettrica di Taishan nella provincia del Guangdong la scorsa settimana, gestita da una joint venture tra EDF e China General Nuclear Power Group (CGN).

US News Network ha riferito che Famatong, una società dell’EDF che ha progettato il reattore dell’impianto ed è ancora coinvolta nel suo funzionamento, aveva avvertito che “le minacce radioattive sono imminenti”.

EDF ha affermato che l’accumulo di gas nobili krypton e xenon colpisce il circuito primario del reattore n. 1 della centrale nucleare di Taishan, che è un “fenomeno noto ed è stato studiato e specificato nelle procedure operative del reattore”.

Un portavoce del gruppo ha affermato che ciò potrebbe essere dovuto a problemi con le barre di combustibile e le guarnizioni. Il portavoce ha affermato che il valore misurato del gas nobile era inferiore al livello massimo consentito dalla Cina, aggiungendo che era troppo presto per dire se il reattore dovesse essere spento.

Krypton e xeno non reagiscono con altre sostanze, ma sono infatti radioattive e richiedono quindi un monitoraggio costante.

EDF ha convocato un incontro con CGN per rivedere i risultati, ma non ha ancora fissato una data.

La China General Nuclear Power Corporation, di proprietà statale, principale azionista della joint venture, ha affermato che il funzionamento dell’impianto è conforme alle norme di sicurezza e che l’ambiente circostante è sicuro.

“I dati di monitoraggio regolari mostrano che la stazione di Taishan e l’ambiente circostante soddisfano i parametri normali”, ha affermato in una dichiarazione sul suo sito web domenica scorsa.

Framatome ha affermato che sta sostenendo gli sforzi per risolvere questo problema.

La società ha dichiarato in una nota: “Secondo i dati esistenti, l’impianto sta operando entro parametri di sicurezza”, aggiungendo che sta collaborando con esperti per valutare la situazione.

La joint venture dietro l’impianto, TNPJVC, è di proprietà di China General Nuclear Power con una quota del 70% e EDF possiede il 30%.

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica, l’agenzia delle Nazioni Unite per il monitoraggio dell’energia atomica, ha dichiarato: “In questa fase, l’agenzia non ha alcuna indicazione che si sia verificato un incidente radiologico” ed è in contatto con i funzionari cinesi in merito.

Il regolatore nucleare francese ASN non ha immediatamente commentato. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e la Commissione per la regolamentazione nucleare degli Stati Uniti hanno inoltrato l’inchiesta al Dipartimento dell’Energia e la Casa Bianca non ha risposto immediatamente alle domande di Reuters.

Tecnologia EPR

Il reattore di Taishan è il primo reattore di potenza evolutiva (EPR) progettato e messo in funzione in Francia. La tecnologia è utilizzata anche nel progetto Hinkley Point C in Francia, Finlandia e Regno Unito.

L’elettricità dell’impianto serve le regioni di Guangzhou e Shenzhen, i principali centri di produzione della provincia del Guangdong, che nelle ultime settimane hanno dovuto affrontare carenze di energia a causa del clima caldo e della fornitura di energia idroelettrica inferiore al normale nella vicina provincia dello Yunnan.

La CNN ha affermato che gli avvertimenti di Framatome includono accuse secondo cui le agenzie di sicurezza cinesi stanno aumentando i limiti accettabili di rilevamento delle radiazioni al di fuori della fabbrica di Taishan per evitare di doverla chiudere.

Durante il giorno festivo, le richieste di commenti di Reuters alla National Nuclear Safety Administration degli Stati Uniti non hanno avuto risposta.

China General Nuclear Power Group (CGN) afferma che la centrale nucleare di Taishan è conforme alle normative di sicurezza https://tmsnrt.rs/3pPWTw4



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *