Ernst & Young ha multato più di 2 milioni di sterline per non aver superato l’audit della diligenza

[ad_1]

Aggiornamento Ernst & Young

La società di contabilità EY è stata multata di 2,2 milioni di sterline e severamente condannata per non aver verificato la Stagecoach, una società di trasporti quotata a Londra.

Il Financial Reporting Council del Regno Unito ha anche multato e condannato severamente Mark Harvey, un partner di Ernst & Young, che era responsabile della revisione dei rendiconti finanziari di Stagecoach.

Le sanzioni regolamentari sono relative all’anno fiscale terminato ad aprile 2017, che è il primo anno in cui Ernst & Young ha verificato la diligenza, che è stata successivamente inclusa nell’indice FTSE 250 mid-cap della Borsa di Londra.

L’autorità di regolamentazione non ha affermato che i conti di Stagecoach fossero stati riportati in modo errato, ma ha riscontrato che Ernst & Young “non era riuscito a ottenere elementi probativi sufficienti e appropriati e ad applicare un sufficiente sospetto professionale” in diversi aspetti importanti dell’audit.

Ha affermato che Ernst & Young ha ammesso che c’erano errori in tre aree dell’audit: i suoi obblighi nei confronti del piano pensionistico a benefici definiti della società, le riserve per sinistri assicurativi relativi agli incidenti e le clausole contrattuali onerose per una delle concessioni ferroviarie Stagecoach.

Il regolatore contabile ha imposto una sanzione di 3,5 milioni di sterline e, per via di attenuanti e la collaborazione di Ernst & Young, il caso è stato risolto nel più breve tempo possibile, quindi è stato convertito in poco più di 2,2 milioni di sterline.

Anche Ernst & Young è stato severamente condannato e sarà tenuto a riferire a FRC per un anno sull’audit di grandi clausole contrattuali.

Ernst & Young ha detto che Harvey, che ha cercato consigli, ha lasciato l’azienda l’anno scorso.

“L’audit è il fondamento della fiducia e della fiducia nell’economia e fornire audit di alta qualità è la nostra priorità assoluta”, ha affermato Ernst & Young.

“Sfortunatamente, questa volta non abbiamo soddisfatto gli standard che ci siamo prefissati, né abbiamo soddisfatto le aspettative della FRC e della società nei nostri confronti”, ha aggiunto.

“Abbiamo collaborato con FRC durante tutto il processo di indagine, attribuendo grande importanza ai loro risultati e lavorando duramente per correggere i problemi riscontrati. Durante la revisione da parte di FRC del nostro più recente audit di fine 2020 non sono stati effettuati risultati”.

Ernst & Young sta anche affrontando un’indagine separata da parte del regolatore contabile britannico sulla revisione delle società britanniche fallite NMC Health, Thomas Cook e London Capital and Finance.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *