Esempi di correlazione positiva in economia

[ad_1]

Un tipo Correlazione positiva Esiste quando due variabili si muovono nella stessa direzione. Un esempio di base di una correlazione positiva è l’altezza e il peso delle persone più alte tendono ad essere più pesanti e viceversa. In alcuni casi, c’è una correlazione positiva perché una variabile influenza un’altra variabile. In altri casi, queste due variabili sono indipendenti l’una dall’altra e influenzate dalla terza variabile. Il campo dell’economia contiene molti casi correlati positivamente. In microeconomia, domanda e prezzo sono correlati positivamente. In macroeconomia, esiste una correlazione positiva tra la spesa dei consumatori e il prodotto interno lordo (PIL).

In una perfetta correlazione positiva, le variabili si muovono insieme esattamente nella stessa percentuale e direzione il 100% delle volte. Si può notare che esiste una correlazione positiva tra la domanda del prodotto e il prezzo relativo del prodotto. Con l’offerta disponibile che rimane la stessa, se la domanda aumenta, i prezzi aumenteranno.

Punti chiave

  • Quando due variabili si muovono nella stessa direzione, c’è una correlazione positiva.
  • Una delle correlazioni positive più comuni è la relazione tra domanda e prezzo.
  • La spesa dei consumatori e il PIL sono due indicatori macroeconomici che mantengono una correlazione positiva.

Correlazione positiva in microeconomia

MicroeconomiaAnalizzando i singoli consumatori e le aziende, ci sono molti esempi di correlazioni positive tra variabili, la più comune è la relazione tra domanda e prezzo.Quando gli studenti studiano microeconomia e statistica, il primo concetto che imparano è Legge della domanda e dell’offerta E il suo impatto sui prezzi. La curva domanda-offerta mostra che quando la domanda aumenta ma l’offerta non aumenta, i prezzi aumenteranno di conseguenza. Allo stesso modo, quando la domanda di beni o servizi diminuisce, anche i loro prezzi diminuiscono.

La relazione tra domanda e prezzo è un esempio di causalità e correlazione positiva. L’aumento della domanda porta ad un corrispondente aumento dei prezzi; il prezzo di beni o servizi aumenta proprio perché più consumatori lo vogliono e sono disposti a pagarlo di più. Quando la domanda diminuisce, significa che meno persone desiderano un prodotto e che i venditori devono abbassare il prezzo per attirare le persone ad acquistarlo.

In contrasto, fornitura Negativamente correlato con il prezzo. Quando l’offerta diminuisce senza una corrispondente diminuzione della domanda, i prezzi aumenteranno. Lo stesso numero di consumatori ora compete per un minor numero di prodotti, il che rende ogni prodotto più prezioso agli occhi dei consumatori.

Correlazione positiva in macroeconomia

Le correlazioni positive sono ovunque anche nella macroeconomia, cioè nello studio dell’intera economia.La spesa dei consumatori e prodotto interno lordo Sono due indicatori che mantengono una relazione positiva tra loro. Quando la spesa aumenta, aumenta anche il PIL poiché le aziende producono più beni e servizi per soddisfare la domanda dei consumatori. Al contrario, le aziende rallentano la produzione di fronte al rallentamento della spesa dei consumatori per allineare i costi di produzione con i ricavi e limitare l’eccesso di offerta.

Proprio come la domanda e il prezzo, spese PIL e PIL sono esempi di variabili correlate positivamente, in cui il movimento di una variabile provoca il movimento dell’altra variabile. In questo caso, la spesa dei consumatori è una variabile che influenza le variazioni del PIL. Le aziende stabiliscono i livelli di produzione in base alla domanda e la domanda viene misurata dalla spesa dei consumatori.Con il livello di consumo muoviti su e giù, Il livello di produzione si sforza di soddisfare le variazioni della domanda, determinando una correlazione positiva tra le due variabili.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *