Fannie Mae declassa le previsioni di vendita di case negli Stati Uniti, indica una fornitura limitata Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: il 14 maggio 2021, un cartello “in vendita” è stato affisso fuori da una residenza vicino a Queen Anne a Seattle, Washington, USA. REUTERS/Karen Ducey

(Reuters)-Fannie Mae mercoledì ha abbassato le sue previsioni per le vendite di case nel secondo e terzo trimestre del 2021, a causa della mancanza di annunci e del rallentamento delle nuove costruzioni.

Il più grande istituto di finanziamento ipotecario negli Stati Uniti ha dichiarato in un comunicato stampa che il suo team di ricerca economica e strategica prevede che le vendite di case nel secondo e terzo trimestre saranno rispettivamente di 6,6 milioni e 6,5 milioni.

Questo è inferiore alla precedente previsione di 6,9 milioni e 6,7 milioni di vendite di case nello stesso periodo.

Fannie Mae ha affermato che i fattori dal lato dell’offerta stanno limitando i prestiti edilizi e ipotecari.

L’indice del mercato immobiliare NAHB/Wells Fargo ha mostrato martedì che la fiducia dei costruttori di case statunitensi nel mercato immobiliare unifamiliare è scesa a giugno al livello più basso da agosto 2020 a causa dell’aumento dei costi delle abitazioni e della carenza di materiali chiave come il legno.

“I fattori demografici sono ancora favorevoli a un forte mercato immobiliare e molti dei vincoli di offerta affrontati dai costruttori di case potrebbero persistere a breve termine, quindi è improbabile che questa crescente pressione sui prezzi sia di breve durata come molti attuali fattori di inflazione”, Doug Lo ha detto in un comunicato stampa il vicepresidente senior e capo economista di Housing Limei, Duncan.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *