FCA indaga sulla banca britannica Monzo per potenziali violazioni del riciclaggio di denaro

[ad_1]

Aggiornamento di Monzo Bank Limited

La Financial Conduct Authority sta indagando sulle possibili violazioni di Monzo delle leggi antiriciclaggio mentre il regolatore tenta di combattere le debolezze che ritiene siano diffuse nel controllo della criminalità finanziaria nel settore bancario del Regno Unito.

Monzo ha rivelato l’indagine nel suo ultimo rapporto annuale, che ha anche mostrato che, nonostante sia stata duramente colpita all’inizio della pandemia, la banca di sei anni ha mantenuto una perdita costante nell’anno fiscale precedente.

Il CEO di Monzo, TS Anil, ha affermato che questo è stato un “anno molto impegnativo”, ma la società “ha mostrato una straordinaria capacità di recupero… e, cosa più importante, c’è stata una crescita significativa”.

Ha affermato che l’obiettivo della banca è raggiungere la redditività nel 2022, ma raccoglierà più fondi dagli investitori “nei prossimi mesi” per guidare la crescita e aiutarla a stare al passo con la regolamentazione man mano che il suo bilancio si espande.Banca d’Inghilterra Stringere Monzo I requisiti dell’anno scorso richiedevano quindi che fosse detenuto un importo relativamente elevato di capitale in proporzione alle sue attività.

Monzo ha raccolto più di 200 milioni di sterline nell’ultimo anno finanziario, raggiungendo una valutazione di 1,2 miliardi di sterline, e Anil ha dichiarato di aver “ottenuto molto interesse in entrata da sostenitori nuovi ed esistenti”. Tuttavia, la necessità di raccogliere più denaro lo ha costretto a includere un avvertimento nel rapporto, dicendo che c’è “una significativa incertezza” nella sua capacità di continuare le operazioni per il secondo anno consecutivo.

La banca ha guadagnato fama per l’offerta di un conto corrente basato su app, che ha rapidamente attratto milioni di clienti, principalmente giovani clienti, ma è stata lenta nell’instaurare un’attività di prestito tradizionale e faceva ancora affidamento sulle commissioni sulle transazioni con carta di credito per la maggior parte delle sue entrate ——Soprattutto all’estero spesa——.

Questo modello significa che Monzo ha subito un duro colpo all’inizio della pandemia, quando un blocco su larga scala ha causato un forte calo della spesa per le carte. Le sfide l’hanno costretta a enfatizzare nuovamente il controllo dei costi, anche attraverso dozzine di licenziamenti. Ha anche lanciato alcuni prodotti, come gli account premium che addebitano canoni di abbonamento mensili.

Di conseguenza, nei 12 mesi fino a febbraio, la sua misura di perdita preferita è aumentata di meno dell’1% a 114,8 milioni di sterline. Su base statutaria, compresi i premi una tantum di azioni e gli oneri per svalutazione della proprietà, la perdita netta è aumentata del 13% a 130 milioni di sterline. L’utile netto è aumentato del 18% a 66 milioni di sterline.

La rapida crescita di banche start-up come Monzo ha sollevato preoccupazioni sul fatto che i loro processi di conformità e “conosci il tuo cliente” non saranno in grado di tenere il passo con il ritmo di acquisizione dei clienti.Il concorrente tedesco N26 è stato essere rimproverato Il regolatore nazionale BaFin ha fallito a causa del suo controllo antiriciclaggio.

La FCA ha avviato una revisione del sistema di Monzo la scorsa estate, ma ha notificato alla banca di aver avviato anche un’indagine formale a maggio e nello stesso mese ha informato l’industria in generale di migliorare le proprie pratiche.

In una lettera all’amministratore delegato a maggio, David Gill, direttore della vigilanza bancaria al dettaglio di FCA, ha avvertito che il regolatore aveva scoperto “diverse debolezze comuni in aree chiave del sistema di criminalità finanziaria aziendale” e ha ordinato a tutte le società di controllare il loro processo.

A marzo ha intentato un procedimento penale contro NatWest, il primo tentativo di accusa contro una banca britannica ai sensi della legge antiriciclaggio.

Monzo ha affermato che la Fca sta indagando su una potenziale responsabilità civile e penale, ma ha sottolineato che l’indagine è ancora in una fase iniziale.

La banca ha dichiarato: “La prevenzione dei reati finanziari è un tema che interessa l’intero settore bancario, ed è anche un tema a cui Monzo attribuisce grande importanza. Nell’ultimo anno abbiamo fatto importanti investimenti nel controllo di questo settore e continueremo investire pesantemente in questa parte del business.”

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *