Florida, edificio crollato: 5 morti, 156 ancora dispersi I ricercatori corrono contro il tempo Reuters

[ad_1]

4/4

© Reuters. Il 26 giugno 2021, a Surfside vicino a Miami Beach, Florida, USA, le persone hanno pianto in un memoriale creato dai vicini di fronte a un edificio parzialmente crollato, dove i soccorritori hanno continuato a cercare le vittime. REUTERS/Maria Alejandra Cardona

2/4

Andy Sullivan

Surfside, Florida (Reuters) – Domenica scorsa, i ricercatori hanno trovato più di 150 residenti scomparsi tra le macerie di un condominio in Florida che è crollato tre giorni fa a causa delle persone. L’integrità strutturale della torre è stata messa in dubbio.

Il sindaco della contea di Miami-Dade Daniella Levine Cava (Daniella Levine Cava) ha dichiarato in una conferenza stampa serale che dopo che i soccorritori di emergenza hanno perquisito metodicamente la scena nella città costiera di Surfside vicino a Miami, il bilancio delle vittime di sabato è salito a 5 persone.

Levin Kava ha dichiarato: “La nostra priorità è ancora cercare e salvare e salvare il più possibile le vite”.

Gli operai hanno anche trovato alcuni resti umani; ha detto, ha anche confermato l’identità di altre tre vittime e ha informato le loro famiglie.

I funzionari hanno detto di sperare che alcuni dei 156 dispersi possano essere ancora vivi. I funzionari hanno affermato che sabato i vigili del fuoco hanno compiuto progressi in mezzo al fuoco covante e al fumo sotto le macerie dell’edificio di 40 anni, consentendo ai soccorritori di cercare con meno restrizioni.

Con l’aiuto di cani, scanner a infrarossi e attrezzature pesanti, i soccorritori sperano che le persone possano sopravvivere nelle sacche d’aria che potrebbero formarsi tra i detriti.

“La cosa più importante ora è la speranza”, ha detto il capo dei vigili del fuoco Allen Kominsky. “Questa è la nostra motivazione. Questa è una situazione estremamente difficile”.

Un rapporto del 2018 ha mostrato che un ingegnere ha trovato prove di gravi danni strutturali e “deterioramento del cemento” sotto il ponte della piscina nel parcheggio sotterraneo di un appartamento di 12 piani con vista sull’oceano.

Questo rapporto rilasciato dai funzionari del governo della città è stato prodotto per il comitato degli appartamenti in preparazione di un importante progetto di manutenzione previsto per quest’anno.

Non è chiaro se il danno descritto nel rapporto sia correlato al crollo dell’1:30 AM (0530 GMT) di giovedì.

Sabato mattina, il vicesindaco Tina Paul ha dichiarato in una e-mail che i problemi strutturali descritti nel documento sono “molto preoccupanti”.

Donna DiMaggio Berger, avvocato che lavora con l’associazione degli appartamenti di Champlain Towers South, ha affermato che i problemi delineati nel rapporto del 2018 sono tipici dei vecchi edifici della zona e non hanno scioccato i membri del consiglio di amministrazione, che vivono tutti con loro nella torre . famiglia.

Ha aggiunto che il consiglio di amministrazione ha accantonato una linea di credito di 12 milioni di dollari USA per pagare le riparazioni e richiede ai proprietari di pagare 80.000 dollari USA ciascuno. Ha affermato che i lavori per sostituire il tetto prima dell’inizio della stagione degli uragani e che il consiglio di amministrazione sta raccogliendo le offerte per il progetto concreto, ma la pandemia ha rallentato l’avanzamento del progetto.

L’appartamento si sta anche preparando a ricertificare quest’anno, che è un requisito di sicurezza per gli edifici in Florida da oltre 40 anni.

I funzionari hanno affermato che la contea esaminerà tutti gli edifici più vecchi di 40 anni nei prossimi 30 giorni per garantire che siano stati ricertificati.

Secondo Shimon Wdowinski, professore alla Florida International University, i dati satellitari degli anni ’90 hanno mostrato che l’edificio sprofondava da 1 a 3 millimetri all’anno, mentre gli edifici circostanti erano stabili.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *