Gensler della SEC cerca nuovi poteri per regolare il mercato delle criptovalute “Wild West”

[ad_1]

Aggiornamento criptovaluta

Il presidente della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti Gary Gensler ha invitato il Congresso a concedere ai regolatori finanziari maggiori poteri per proteggere gli investitori nei mercati delle criptovalute del “Wild West”, che sono “pieni di frodi, truffe e abusi”.

Gensler ha in programma di parlare martedì davanti all’Aspen Security Forum mentre le autorità statunitensi si stanno affannando per affrontare la crescita esplosiva del mercato delle criptovalute, affermando che il mercato delle criptovalute vale circa 1,6 trilioni di dollari, di cui 77 token ne valgono almeno 10. cento milioni di dollari USA.

Gensler ha affermato nel suo discorso preparato che, ad eccezione di attacchi ransomware o “elusione delle nostre leggi antiriciclaggio, sanzioni e fiscali”, ha visto pochi segni della popolarità delle risorse crittografate come mezzo di scambio.

Ha suggerito di trattarli come “Altamente speculativo “Store of value” conferisce alle autorità di regolamentazione la responsabilità di proteggere gli investitori nelle classi di attività.

“Attualmente, non abbiamo una protezione sufficiente per gli investitori nello spazio crittografico”, ha affermato. “Francamente, in questo momento, è più simile al selvaggio West. Questa classe di attività è piena di frodi, truffe e abusi in alcune applicazioni”.

Gensler ha aggiunto: “C’è molto clamore e rotazione su come funzionano gli asset crittografici. In molti casi, gli investitori non possono ottenere informazioni rigorose, equilibrate e complete. Se non risolviamo questi problemi, sono preoccupato che molte persone saranno danneggiato.”

Gensler ha promesso che la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti agirà in conformità con i suoi poteri esistenti per supervisionare le criptovalute che possono essere definite come titoli ai sensi della legge degli Stati Uniti. Ha aggiunto che le piattaforme che scambiano tali titoli “devono essere registrate presso la commissione”.

“Che si tratti di un token azionario, di un token a valore stabile supportato da titoli o di qualsiasi altro prodotto virtuale che fornisce un’esposizione completa ai titoli sottostanti”, ha affermato. “Questi prodotti sono soggetti alle leggi sui titoli e devono operare all’interno del nostro sistema di titoli”.

Tuttavia, Gensler ha affermato che il Congresso deve ancora agire per conferire ai regolatori statunitensi ulteriori poteri per proteggere gli investitori quando le regole sugli asset crittografici non sono così chiare.

“Ci sono alcune lacune in questo campo”, ha detto. “Abbiamo bisogno di più poteri del Congresso per impedire che transazioni, prodotti e piattaforme cadano in scappatoie normative. Abbiamo anche bisogno di più risorse per proteggere gli investitori in questo settore in crescita e turbolento”.

Gensler ha dichiarato: “Le priorità legislative dovrebbero essere focalizzate sulle piattaforme di trading di criptovalute, prestiti e DeFi (finanza decentralizzata). Regolatore Beneficerà del potere aggiuntivo dell’insieme di stabilire regole e fissare guardrail alle transazioni e ai prestiti di criptovaluta. “

Newsletter settimanale

Per le ultime notizie e opinioni su Fintech dal Global Correspondent Network del Financial Times, iscriviti alla nostra newsletter settimanale #fintechFT

Iscriviti qui con un clic

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *