Gli esperti avvertono che se il ruolo è minacciato, la Cina potrebbe ritirarsi dal programma nucleare britannico

[ad_1]

Aggiornamento energetico del Regno Unito

Gli esperti del settore hanno avvertito lunedì che se le società cinesi di energia nucleare di proprietà statale saranno costrette a ritirarsi da altri progetti futuri nel Regno Unito, China General Nuclear Power potrebbe abbandonare la centrale elettrica di Hinkley Point C costruita nel Somerset.

Il “Financial Times” britannico ha rivelato che Il governo britannico sta esplorando modi per rimuovere CGN Dal consorzio prevede di costruire una nuova centrale nucleare Sizewell C del valore di 20 miliardi di sterline nel Suffolk. I ministri sono anche indifferenti al piano del China General Nuclear Power di utilizzare la propria tecnologia di reattore per costruire un nuovo impianto sul mare a Bradwell, nell’Essex.

La società è già un investitore di minoranza nella centrale nucleare di Hinckley Point da 3,2 GW in costruzione da parte dell’EDF francese.

Un dirigente dell’industria nucleare ha avvertito che China General Nuclear Power potrebbe ora rivalutare il suo coinvolgimento a Hinkley Point. Hanno sottolineato che ci sono quattro accordi interconnessi tra China General Nuclear Power, EDF e il governo, risalenti al 2015: Hinkley Point, Sideswell, Bradwell e che cercano l’approvazione normativa per i progetti di reattori cinesi.

“Né l’EDF né il governo possono presumere di poter trattare con Sizewell in isolamento”, ha affermato l’esecutivo.

“Se apri un accordo, puoi aprire tutti e quattro gli accordi. Legalmente parlando, se apri una parte dell’accordo, rischi di aprire tutte le parti dell’accordo”.

Steve Thomas, professore emerito di politica energetica all’Università di Greenwich, ha affermato che l’investimento di China Guangdong Nuclear Power a Hinckley è finalizzato a realizzare un profitto e a contribuire alla sicurezza del suo impianto di Bradwell. Ha avvertito che poiché entrambi sono ora in pericolo, la società potrebbe ritirarsi dal Regno Unito.

La società cinese è ansiosa di ottenere l’approvazione dai regolatori britannici di Bradwell per aiutarla a vendere il reattore Hualong 1 HPR1000 in altri paesi. Il progetto del reattore è attualmente sottoposto a rigide procedure di approvazione nel Regno Unito e una decisione è attesa nel secondo trimestre del prossimo anno.

Ma Thomas ha sottolineato che quando il budget di Hinckley è passato da 14 miliardi di sterline a… 22,5 miliardi di sterline Non è chiaro se il consorzio realizzerà un profitto. “Pensavo che l’avrebbe fatto precipitare in un territorio di perdita”, ha detto.

“Saranno probabilmente felici di trovare una scusa per sbarazzarsene”, ha detto Thomas. “Se Bradwell non è all’ordine del giorno e Hinckley Point non farà soldi, perché restare?”

China Guangdong Nuclear Power ha rifiutato di commentare.

I ministri ora preferiscono la situazione in cui CGN è stata sostituita da un azionista di minoranza di Sizewell. Il cambiamento di sentimento ai vertici del governo riflette il rapido raffreddamento delle relazioni tra Londra e Pechino negli ultimi anni, in netto contrasto con i tentativi dell’ex primo ministro David Cameron di attrarre investimenti cinesi.

L’ex ministro dell’energia conservatore Tim Young, ora presidente del New Nuclear Observation Institute, un think tank supportato dall’industria, ha affermato che le preoccupazioni sul coinvolgimento della Cina nell’energia nucleare britannica sono state esagerate. Ritiene che qualsiasi interruzione o interferenza con le sue operazioni chiuderà tutte le opportunità di esportazione per China General Nuclear Power in altri luoghi.

“L’idea che la Cina chiuderà arbitrariamente le fabbriche che ha costruito nel Regno Unito per ragioni geopolitiche è assurda”, ha affermato. “Se l’alimentazione alla centrale nucleare che hanno costruito qui viene interrotta, non otterranno niente, niente”.

Alison Downes di Stop Sizewell C, un gruppo di pressione, ha affermato che la posizione del governo ha alleviato ulteriormente i problemi di finanziamento del nuovo impianto di EDF: “Il semplice fatto è che se non ci sono nuovi investitori, Sizewell C non continuerà”, ha disse.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *