Gli hacker ransomware ora rappresentano maggiori minacce informatiche per il Regno Unito rispetto ai paesi ostili

[ad_1]

Il capo della difesa informatica britannica avvertirà lunedì che gli hacker criminali che effettuano attacchi ransomware rappresentano ora un rischio maggiore per la sicurezza nazionale britannica rispetto alle attività di spionaggio online in paesi ostili.

Lindy Cameron, amministratore delegato del National Cyber ​​Security Center (un ramo di GCHQ), accuserà gli inglesi di ignorare Hacker ransomware, In un discorso al Royal United Service Institute di Londra.

Sebbene abbia descritto le attività informatiche sponsorizzate dallo stato (come lo spionaggio online e il furto di proprietà intellettuale) come “una minaccia strategica dannosa all’interesse nazionale britannico”, Cameron direbbe che “l’impatto cumulativo” dell’incapacità del Regno Unito di gestire i rischi informatici è “Più preoccupante”.

Cameron aggiungerà che per “la stragrande maggioranza” dei cittadini e delle imprese britanniche, compresi i fornitori di infrastrutture nazionali critiche e servizi governativi, “la principale minaccia chiave non sono gli attori statali, ma i criminali informatici”.

Il suo avvertimento è arrivato dopo un’ondata di attacchi ransomware in tutto il mondo: questo tipo di attacco di solito paralizza la rete e i dati del computer del bersaglio fino a quando non viene effettuato il pagamento.

Lindy Cameron, capo del National Cyber ​​Security Center: la principale minaccia non sono gli attori statali ma i criminali informatici © Dispensa

Secondo le statistiche, il numero di incidenti nel 2020 è aumentato di oltre il 60%, raggiungendo i 305 milioni. Dati da SonicWallLe vittime recenti includono il servizio sanitario irlandese, l’oleodotto coloniale americano e l’azienda brasiliana di lavorazione della carne JBS.Questi attacchi hanno focalizzato l’attenzione sui rischi delle infrastrutture critiche e delle catene di approvvigionamento.

La Casa Bianca ritiene che sia l’oleodotto coloniale che l’attacco JBS siano stati condotti da criminali russi e si prevede che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden solleverà questo problema durante un incontro con il presidente russo Vladimir Putin questa settimana.Biden ha detto che lo era “Aperti” alle proposte Putin ha detto che se Washington fa la stessa cosa a Mosca, la Russia consegnerà i criminali informatici agli Stati Uniti.

I leader delle nazioni del G7 che si sono incontrati in Cornovaglia questo fine settimana hanno espresso la loro determinazione a combattere gli hacker criminali.Hanno promesso nel loro Bollettino del vertice “Risolveranno d’urgenza” le “minacce condivise in evoluzione dalle reti criminali di ransomware”.

Il comunicato ha anche invitato specificamente la Russia a “identificare, distruggere e perseguire” gli aggressori ransomware e altri criminali informatici nel suo territorio, compresi quelli che “hanno abusato della valuta virtuale per riciclare il riscatto”.

In un discorso di lunedì, il CEO di NCSC dichiarerà che i criminali informatici non esistono nel vuoto e sono “di solito avviati e promossi dall’impunità”.

Cameron aggiungerà che sebbene il ransomware sia stato tradizionalmente il brevetto dei gruppi di criminalità informatica di fascia alta, la minaccia si sta evolvendo a causa del modello di business “ransomware as a service” in cui gli strumenti e gli obiettivi ransomware vengono venduti online.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *