Gli indicatori economici della Cina

[ad_1]

La Cina è la seconda economia mondiale dopo gli Stati Uniti. Sebbene ci siano molti indicatori economici, la sua economia in rapida evoluzione non è facile da capire e valutare e spesso manca di trasparenza, lasciando confusi economisti, analisti, banchieri e investitori.Leggendario gestore di fondi obbligazionari Bill Gross Un tempo conosciuta come la “carne misteriosa” della Cina Mercati emergenti Paese”, in un’intervista con Bloomberg Television.

Innanzitutto, un po’ di storia

Dalla fine degli anni ’70, la Cina si è evoluta dal comunismo a un mercato capitalista controllato centralmente. La sua trasformazione economica è iniziata nel 1978, quando sono state introdotte le riforme del mercato capitalista. Nei decenni successivi, la Cina si è trasformata da un’economia agricola rurale a un’economia manifatturiera o industriale, di consumo o orientata ai servizi. È la più grande economia agricola e manifatturiera del mondo.

La Cina continua a riequilibrare l’economia. L’attenzione è ora più sul consumo interno che sull’industria e sulle esportazioni. Essendo il paese più popoloso del mondo, con una popolazione di 1,4 miliardi di abitanti, il suo potere d’acquisto dei consumatori ha attirato ampia attenzione. (Per ulteriori informazioni, vedere: Indagine sul PIL cinese: il settore dei servizi cresce.)

Dopo decenni di crescita a due cifre, l’economia cinese ha iniziato a rallentare.suo prodotto interno lordo (PIL) è cresciuto del 7,3% nel terzo trimestre di quest’anno, il livello più basso dalla crisi finanziaria globale. Ma questa è vista come la maturità della sua economia.

Di seguito sono riportati alcuni degli indicatori economici più comuni a cui prestano attenzione le persone che seguono l’economia cinese.

Ufficio nazionale di statistica

Sebbene abbiano ricevuto ampia attenzione e segnalazioni, l’accuratezza degli indicatori economici forniti dal governo è Ufficio nazionale di statistica (NBS) è spesso messo in discussione e contestato. Infatti, secondo documenti pubblicati da WikiLeaks nel 2010, il Premier del Consiglio di Stato della Repubblica Popolare Cinese e l’economista Li Keqiang una volta hanno affermato che questi dati non sono affidabili.

L’Ufficio nazionale di statistica misura il PIL cinese in tre aree principali. Sono l’industria primaria (agricoltura), l’industria secondaria (edilizia e manifattura) e l’industria terziaria (industria dei servizi). Ci sono vari sotto-dipartimenti sotto ogni dipartimento principale. (Per ulteriori informazioni, vedere: Il PIL e la sua importanza.)

Nel 2013, l’industria primaria ha rappresentato il 10% del PIL, l’industria secondaria ha rappresentato il 44% e l’industria terziaria ha rappresentato il 46%.

OCSE

Influente sede parigina Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) Fornisce indicatori di tendenza completi (CLI) per le economie globali, inclusa la Cina (grafici, Clicca qui). Il CLI dell’OCSE viene pubblicato mensilmente e il suo scopo è fornire i primi segnali di crescita o rallentamento dell’attività economica. L’OCSE utilizza dati estesi per mostrare i cambiamenti nell’economia cinese. Ha ricevuto ampia attenzione ed è considerato un indicatore più affidabile dell’economia cinese rispetto al National Bureau of Statistics. (Per ulteriori informazioni, vedere: China ETF: entrare mentre la Cina matura.)

Comitato Conferenze

Enti di ricerca senza scopo di lucro Comitato ConferenzeIndicatori economici.È stato rilasciato dal 2010 Consiglio consultivo Leading Economic Index (LEI) sta per China, che segna un punto di svolta nel ciclo economico cinese (applicabile ai rapporti dei comitati di conferenza. Clicca qui). L’indice aggrega sei indicatori economici che misurano l’attività economica della Cina, dalla produzione al credito. I suoi dati provengono dal National Bureau of Statistics e dalla People’s Bank of China. (Per ulteriori informazioni, vedere: I principali indicatori economici prevedono le tendenze del mercato.)

Indice di produzione HSBC

L’indice HSBC Manufacturing Purchasing Managers (PMI) è un altro indicatore economico cinese ampiamente osservato. È considerato un indicatore precoce della forza economica dell’industria manifatturiera cinese ed è pubblicato mensilmente (HSBC Purchasing Managers Index, Clicca qui.) Ricorda, la Cina è la più grande economia manifatturiera del mondo. (Per ulteriori informazioni, vedere: Usa gli ETF per investire nelle industrie cinesi.)

Qualsiasi lettura dell’indice superiore a 50 indica un’espansione rispetto al mese precedente, mentre una lettura inferiore a 50 indica una contrazione.

Linea di fondo

Anche se c’è Indicatori economici multipli Per aiutarti a cogliere il polso dell’economia cinese, anche per i professionisti finanziari, è ancora difficile da capire e valutare. Ma utilizzando la ricerca dell’OCSE, del Conference Committee, del National Bureau of Statistics e dell’HSBC, gli investitori possono raccogliere alcune informazioni economiche di base che possono aiutare il processo decisionale. (Per ulteriori informazioni, vedere: Indicatori economici: panoramica.)

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *