Gli investitori aspettano i dati economici, i mercati asiatici sono misti

[ad_1]

SINGAPORE-I mercati azionari asiatici sono stati contrastanti venerdì e il rilascio di più dati economici regionali potrebbe suggerire come le variabili delta influenzino la crescita economica.

Tokyo Nikkei 225
Una generazione,
+0,03%

È aumentato dello 0,1% e il Kospi . della Corea del Sud
180721,
-1,42%

Un calo dell’1,5%.Hang Seng
Indice Hang Seng,
-0,67%

Hong Kong è sceso dello 0,9%.

Indice composito di Shanghai
Shanghai CommScope,
-0,25%

È sceso dello 0,2%, mentre l’S&P/ASX di Sydney 200
XJO,
+0,49%

Un aumento dello 0,4%.Il punto di riferimento della Nuova Zelanda
NZ50GR,
+0,79%

Saltato su, e quelli a Singapore
Malattie veneree,
-0,75%
,
Taiwan
Y9999,
-1,07%

e l’Indonesia
Jakid,
-0,11%

cadere.

Il Giappone e la Thailandia riferiranno la loro crescita economica nel secondo trimestre della prossima settimana. Gli analisti di ING hanno affermato in un rapporto che sebbene i trader non “presteranno troppa attenzione a questi dati retrospettivi sul PIL”, presteranno attenzione a come le variabili delta toccano la più ampia traiettoria di crescita.

La Cina rilascerà anche i dati sulla produzione industriale e sulle vendite al dettaglio per luglio. Ciò è accaduto dopo che il settore dei servizi del paese ha dimostrato di essersi ripreso prima della nuova ondata di COVID-19.

Lewis Cooper di IHS Markit ha dichiarato: “La produzione industriale riceverà attenzione dopo la pubblicazione dei dati commerciali a luglio. I dati sono considerati flessibili, ma non è stato raggiunto alcun consenso”.

Giovedì a Wall Street, i guadagni delle società tecnologiche e sanitarie hanno superato le correzioni in altre parti del mercato.

I trader hanno sentimenti contrastanti sui dati economici. Il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha affermato che il numero di richieste di disoccupazione iniziali è sceso da 387.000 della settimana precedente a 375.000, un altro segno che il mercato del lavoro si sta riprendendo dalla pandemia.

Allo stesso tempo, il tasso di inflazione a livello all’ingrosso a luglio è balzato dell’1%, superiore alle attese, ed invariato rispetto al mese precedente.

Indice Standard & Poor’s 500
Arpione,
+0,30%

È salito dello 0,3% a 4.460,83, il terzo massimo record consecutivo.Diversi importanti titoli tecnologici, tra cui Apple
Mela
+2,08%
,
I corsi azionari dei produttori di chip, delle società industriali e delle società energetiche sono aumentati e hanno compensato la debolezza.

Dow Jones Industrial Average
giù,
+0,04%

Un aumento inferiore allo 0,1% a 35.499,85. Anche l’indice delle blue chip ha raggiunto il suo terzo massimo storico in tre giorni.Nasdaq
confrontare,
+0,35%

È aumentato leggermente dello 0,3% a 14.816,26.

Nel mercato dell’energia, benchmark del petrolio greggio statunitense
CLU21,
-0,62%

Nel commercio elettronico sul New York Mercantile Exchange, è sceso di 48 centesimi a 68,61 dollari USA al barile.greggio Brent
BRNV21,
-0,53%
,
Lo standard internazionale del prezzo del petrolio è sceso di 44 centesimi a 70,87 dollari USA al barile a Londra.

Dollaro
dollaro USA contro yen giapponese,
-0,03%

Giovedì è sceso a 110,38 yen da 110,42 yen.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *