Gli operatori di telefonia fissa Telekom Malaysia guidano la ripresa degli utili.

[ad_1]

A causa della forte domanda fissa di banda larga e della speciale disciplina dei costi, i ricavi del settore nel primo trimestre del 21 sono aumentati dell’11% su base annua e del 3% su base mensile. La maggior parte delle società di telecomunicazioni ha la stessa redditività di Celcom, ad eccezione di Axiata, che si è deprezzata a un tasso paragonabile a Celcom. Prevediamo che nel 2021 l’utile netto del settore aumenterà dell’11% su base annua e, tra questi, gli operatori di rete fissa continueranno a essere i principali driver di crescita. Poiché prevediamo una perdita di clienti limitata, questa chiusura a livello nazionale dovrebbe avere un impatto moderato. Il peso del mercato deve essere mantenuto. TM, Axiata è la mia prima scelta.

• I risultati del primo trimestre del 21 sono stati in linea con le attese, grazie all’ottimo andamento del fisso. Nel primo trimestre del 21, gli utili del settore sono aumentati dell’11% su base annua e del 3% su base trimestrale a 1,252 miliardi di RM, pari al 23% delle nostre previsioni sugli utili del settore per l’intero anno. Ad eccezione di Axiata, la maggior parte delle società di telecomunicazioni ha riportato utili che hanno soddisfatto o superato le nostre previsioni. Il rapido deprezzamento di Celcom dovuto alla sospensione degli investimenti 3G è la causa di questa situazione. Il profitto del settore è aumentato dell’11% su base annua principalmente a causa dell’aumento delle entrate della banda larga fissa di Telecom Malaysia (TM) e TIMEdotCom (TIME) e dell’efficace controllo dei costi. Di conseguenza, il margine EBITDA del settore è aumentato di 3 punti percentuali. A causa dell’assenza di ricavi da roaming estero e carte SIM prepagate da viaggio, i ricavi sono stati parzialmente compensati da una diminuzione dell’1% anno su anno dei ricavi da servizi (stesso mese su mese). Dopo la pubblicazione dei risultati del primo trimestre di 21, abbiamo ridotto gli utili del settore nel 2021 dell’1% per tenere conto delle spese di ammortamento accelerato di Celcom e Robi.

• Gli operatori di rete fissa continuano ad essere il punto luminoso del mercato. Il fatturato degli operatori di rete fissa nel primo trimestre del 2021 è aumentato del 33% su base annua. Al contrario, a causa del calo dei ricavi da servizi e dell’aumento degli ammortamenti, la redditività dei tre colossi è diminuita del 21% su base annua. La crescita della rete fissa è trainata dai seguenti fattori: a) aumento degli utenti della banda larga fissa, b) minima perdita di clienti rinegoziati ec) buona gestione dei costi. Riteniamo che, al fine di raggiungere l’obiettivo del regolatore di raggiungere 7,5 milioni di prerequisiti entro il 2022 e l’aumento del consumo di dati come norma per il lavoro da casa, la continua accelerazione dell’implementazione di reti in fibra ottica porterà a una crescita continua di domanda di fibre nel settore della vendita al dettaglio e all’ingrosso. E segmenti di mercato aziendali.

• Si prevede che i guadagni del settore nel 2021 aumenteranno dell’11% su base annua a 5,329 miliardi di RM. I seguenti sono i principali fattori trainanti: a) i ricavi da rete fissa sono aumentati del 9% su base annua, b) i ricavi da servizi sono aumentati del 2% su base annua dalle tre principali società di telecomunicazioni, c) margini EBITDA stabili, e d) aumento degli ordini per soluzioni aziendali, in particolare TM. Maggiori investimenti possono in parte compensare tale situazione, poiché le telecomunicazioni possono accelerare i piani di espansione della rete e migliorare la qualità della rete.

• Il bloccaggio ha un impatto minimo. Sebbene la reintroduzione del blocco in tutto lo stato possa limitare i canali di distribuzione prepagati e la capacità delle società di telecomunicazioni di acquisire nuovi consumatori, riteniamo che, grazie all’uso diffuso delle piattaforme di distribuzione digitale, il rischio di perdita di clienti questa volta sia basso. Riteniamo che, poiché le telecomunicazioni sono considerate un servizio importante e la domanda potenziale per il consumo di dati è ancora forte, il rischio che i consumatori declassino le transazioni sia basso. Naturalmente, i portafogli utente più piccoli avranno un impatto a lungo termine sulla capacità delle società di telecomunicazioni di aumentare l’ARPU.

Mantenere il peso di mercato del settore. Scegliamo aziende di telefonia fissa piuttosto che concorrenti wireless, perché TM e TIME beneficeranno di iniziative governative favorevoli volte ad accelerare la costruzione di fibre ottiche. Data la forte traiettoria di crescita degli abbonati e le previsioni ARPU coerenti, prevediamo che gli operatori di rete fissa supereranno gli operatori mobili nel 2021. Le nostre migliori scelte sono TM, che ha un forte potenziale di crescita, e Asiacom, che ha una valutazione bassa, che può essere utilizzata come agente di apertura regionale. L’attuale prezzo di negoziazione di questo settore è 7 volte FY21F EV/EBITDA (1 deviazione standard inferiore alla media di 5 anni) e 25 volte il rapporto P/E FY21F.

• Malaysia Telecom (RM7.00/buy/target: T MK/buy/target: T MK/buy/target: T MK/buy/target a causa della crescita degli utenti, dell’ARPU stabile e del tasso di abbandono minimo dei clienti, TM può superare gli operatori wireless in il mercato più ampio. Data la forte posizione di TM nell’infrastruttura di backhaul della Malesia, prevediamo che iniziative governative come JENDELA e MyDIGITAL trarranno vantaggio dall’azienda. La crescita degli utenti è superiore al previsto, b) l’ARPU continua a crescere ec) le spese operative La riduzione è migliore del previsto, e d) distribuzioni di dividendi più elevate sono tutti fattori chiave. Il nostro prezzo target basato su DCF di RM7,00 implica 6,7 ​​volte il 2021F EV/EBITDA (il suo EV/EBITDA medio di 5 anni).

• Il Gruppo Axiata (AXIATA MK/Buy/Target: MYR4.70) è attualmente scambiato a 6,6 volte lo sconto EV/EBITDA medio a 5 anni di 2SD. Riteniamo che la fusione di Celcom e Digi stia procedendo senza intoppi perché Axiata si è impegnata a fornire almeno 20 sen DPS entro il 2024 al fine di migliorare i rendimenti per gli azionisti. Il recupero di Celcom e XL Axiata, la monetizzazione di edotco e il consolidamento del settore sono tutti catalizzatori chiave per la rivalutazione del titolo. Il titolo ha beneficiato della liberalizzazione economica nel sud-est asiatico. Il nostro prezzo target di 4,70 RM significa che l’EV/EBITDA nel 2021 sarà 5,2 volte (1 deviazione standard inferiore alla sua media EV/EBITDA di 5 anni).

Yatong E Industrial Bank farà un’offerta congiunta per le licenze di digital banking. La divisione digitale di Axiata Boost formerà una joint venture con Industrial Bank (RHB) per richiedere una licenza di digital banking da Bank Negara Malaysia (BNM). Con un capitale azionario emesso minimo di 100 milioni di RM, Boost deterrà il 60% della joint venture e RHB deterrà il restante 40%. Entro la fine di questo mese, Bank Negara dovrebbe annunciare l’offerta vincente. In termini di prospettive e potenziali vendite di asset, questo rappresenta una spinta a lungo termine per la divisione digitale di Asiacom.

• Le sinergie della fusione Celcom-Digi dovrebbero essere realizzate nel secondo trimestre del 2021. La struttura dell’accordo di fusione Celcom-Digi (MergeCo) non è stata ancora determinata al momento e ulteriori spiegazioni (in termini di sinergia e struttura di MergeCo) verranno fornite prima del 21 giugno. Entro il 2Q21, Axiata ha lasciato intendere che l’importo della sinergia di costo di MergeCo sarà promosso in modo mirato. La proposta fusione di Telenor Asia e Axiata nel 2018 prevede una sinergia compresa tra 15 e 20 miliardi di ringgit. Il 50% dei 15-20 miliardi di ringgit proviene dalla sinergia della Malesia (Celcom-Digi). Poiché non ci sarà sinergia tra sanzioni forti e spese in conto capitale per il 5G, prevediamo che i risparmi sui costi questa volta saranno inferiori.

• 5G: DNB non ha risposto alla nostra richiesta di chiarimenti. Digital Nasional Bhd (DNB), un’agenzia per scopi speciali (SPV) di proprietà del governo, dovrebbe chiarire i dettagli dell’implementazione del 5G in tutto lo stato, perché MCMC monitorerà e fornirà solo una piattaforma per la partecipazione tra i partner del settore e DNB. Sebbene abbiamo notato che DNB è entrata nel processo di lancio della procedura di gara 5G, è probabile che i dettagli non vengano divulgati per altri 2-3 mesi per completare la scadenza per il lancio della rete 5G nel quarto trimestre del 21.

• MSAP dovrebbe essere valutato all’inizio del 22. Dall’attuazione dello standard di tariffazione dell’accesso obbligatorio (MSAP) dal 18 gennaio al 20 dicembre, i prezzi della banda larga per uso domestico sono diminuiti in media del 47%. Al momento, MCMC prevede che la prossima revisione MSAP (originariamente prevista per il 2021) sarà posticipata all’inizio del 22. Prevediamo che anche con l’implementazione di MASP, a causa della ridotta pressione normativa, l’impatto sui prezzi della banda larga (soprattutto TM) sarà limitato, perché MCMC ritiene che gli attuali costi della banda larga per famiglie entry-level siano ragionevoli. Pertanto, il rischio di inversione dei prezzi affrontato dagli operatori di rete fissa nel 2021 dovrebbe essere ridotto.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *