Gli Stati Uniti accusano Trevor Milton, fondatore di Nicolas, di mentire agli investitori Reuters

[ad_1]

© Reuters. Immagine del file: il 3 dicembre 2019, in occasione di un evento tenutosi a Torino, in Italia, l’amministratore delegato e fondatore degli Stati Uniti Nikola Trevor Milton ha partecipato all’incontro con l’americano Nikola Trevor Milton (US Nikola) La conferenza stampa del nuovo modello completamente elettrico e camion a celle a combustibile a idrogeno lanciato congiuntamente.Reuters/Massimo

Autori: Jonathan Stempel e Ben Klayman

New York (Reuters)-Il fondatore ed ex amministratore delegato della Nikola Company Trevor Milton è stato accusato giovedì di aver investito nel produttore di camion elettrici e alimentati a idrogeno.L’autore ha mentito e ingannato gli investitori.

Milton, 39 anni, ha commesso due reati di frode finanziaria e un bonifico bancario in relazione alle dichiarazioni rese nel novembre 2019 al settembre 2020 in merito ai prodotti e alla tecnologia di Nikola durante un’udienza alla Corte federale di Manhattan Si è dichiarato non colpevole di frode.

Le autorità hanno affermato che Milton ha fatto affidamento sui post sui social media e sui blitz di pubbliche relazioni da interviste TV e podcast per far salire il prezzo delle azioni di Nicholas, diventando una delle 100 persone più ricche del mondo e “migliorando” il suo status di imprenditore.

“Milton ha mentito su quasi ogni aspetto del business”, ha detto il procuratore degli Stati Uniti Audrey Strauss a Manhattan in una conferenza stampa. “Le accuse penali contro Milton oggi sono dove la gomma incontra la strada”.

Un giudice ha permesso a Milton di rinunciare a una cauzione di 100 milioni di dollari, in parte garantita da due case di proprietà di residenti di Oakley, nello Utah.

La pena massima per ogni reato è di 20 o 25 anni. La US Securities and Exchange Commission ha intentato una causa civile correlata.

“Trevor è innocente”, ha detto l’avvocato di Milton Mark Mukashi in una e-mail. “Non c’è frode. Siamo pronti a combattere questo caso in tribunale”.

Nikolai non è stato accusato. Ha detto in una dichiarazione che ha lavorato con il governo per concentrarsi sulla consegna di camion elettrici a batteria Tre quest’anno.

Nel pomeriggio di negoziazione, il prezzo delle azioni di Nicholas è sceso di 1,43 dollari USA, o 10,1%, a 12,76 dollari USA dopo essere sceso a 12,60 dollari USA.

Diffida dei venditori allo scoperto

Queste accuse hanno segnato la caduta di Milton, che ha fondato Nicolas con sede a Phoenix nel 2014 e ne è stato amministratore delegato fino a giugno 2020, quando la società si è fusa con una società di acquisizione a scopo speciale (SPAC) dopo la quotazione.

Milton si è dimesso da presidente esecutivo di Nikolai nel settembre dello scorso anno.Due settimane fa, il venditore allo scoperto Hindenburg Research ha definito la società “frode” e ha dichiarato che la società ha fatto molte dichiarazioni fuorvianti sulla sua tecnologia.

Il pubblico ministero ha affermato che le dichiarazioni improprie di Milton includevano che Nicolas ha fabbricato un pick-up “tasso” elettrico e alimentato a idrogeno da “graffio”, ha sviluppato internamente una batteria che sapeva essere stata acquistata altrove e l’ha prodotta con successo in una fase iniziale. . Sapeva che un “camion semirimorchio” non avrebbe funzionato.

Strauss ha affermato che la cosa più vicina alla guida del Nikola One è che gli ingegneri dell’azienda spingano il prototipo giù per la collina per girare gli spot pubblicitari.

L’accusa affermava che Milton si concentrava anche sul mantenimento del prezzo delle azioni di Nicolas alto.

Ha affermato che il 2 marzo 2020, il giorno prima che Nicholas rivelasse che sarebbe stato quotato in borsa, Milton ha inviato un’e-mail a un membro del consiglio, affermando che “(dobbiamo) garantire che gli investitori al dettaglio stiano dalla nostra parte. Questo è ciò che impedisce le azioni dalla vendita allo scoperto. Questo è molto importante per me”.

La US Securities and Exchange Commission ha dichiarato che l’obiettivo di Milton sono gli investitori ordinari, definendolo un “investitore di Robin Hood (NASDAQ:)” e descrivendosi come un tipo “diverso” di CEO, il che è stato rivoluzionario per lui. La società è schietta.

“I funzionari dell’azienda non possono dire nulla che vogliono dire sui social media senza considerare le leggi federali sui titoli”, ha detto Gubir Greval, capo delle forze dell’ordine presso la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti, in una conferenza stampa.

I pubblici ministeri hanno affermato che poco dopo l’annuncio della notizia sul tasso, le azioni Nikolai di Milton valevano almeno 8,5 miliardi di dollari.

La rivista Forbes ha dichiarato giovedì che, sebbene il prezzo delle azioni di Nicolas sia diminuito di oltre l’85% rispetto al picco di giugno 2020, Milton vale ancora 1,2 miliardi di dollari.

Tesla (NASDAQ:) Inc è uno dei concorrenti di Nikola nel campo dei camion elettrici.

I nomi di entrambe le società derivano da Nikola Tesla, un inventore che ha lavorato sull’elettricità, e il CEO di Tesla Elon Musk è ora una delle persone più ricche del mondo.

Nel 2018, Musk e Tesla hanno accettato di pagare una multa civile di 20 milioni di dollari per risolvere le accuse della SEC contro i tweet di Musk.

Responsabilità

Nicholas inizialmente ha negato le accuse di Hindenburg, ma ha affermato a febbraio che la revisione di uno studio legale esterno ha rilevato che le dichiarazioni di Milton e della società erano parzialmente o completamente errate.

Il fondatore di Hindenburg Nathan Anderson (Nathan Anderson) ha dichiarato in una dichiarazione: “Apprezziamo le misure opportune adottate dai regolatori per proteggere gli investitori e ritenere Milton responsabile delle sue scioccanti bugie”.

Due giorni dopo che General Motors (NYSE:) ha accettato di fornire batterie, architettura del telaio, sistemi di celle a combustibile e una fabbrica per pickup Badger in cambio di una quota dell’11% in Nikola e $ 700 milioni, Hindenburg ha pubblicato il suo rapporto.

Le due società hanno ristabilito questo rapporto nel novembre dello scorso anno, hanno annullato la partecipazione e hanno pianificato di costruire camion.

L’ex vicepresidente della General Motors Stephen Gilsky era responsabile della gestione della SPAC che si è fusa con Nikola, sostituendo Milton come presidente di Nikola.

Rispetto alle IPO, le SPAC sono un modo più rapido per ottenere la quotazione in borsa delle aziende private.

Ma i critici hanno affermato che questo processo è soggetto a conflitti di interesse e a una grezza due diligence, e le autorità statunitensi hanno intensificato il loro controllo sulle SPAC.

I pubblici ministeri e la SEC stanno anche indagando su Lordstown Motors Corp, un produttore di pickup elettrici che è diventato pubblico nell’ottobre dello scorso anno, per quanto riguarda i suoi termini SPAC e la sua dichiarazione sulle prenotazioni dei veicoli.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *