Gli Stati Uniti arrestano due uomini sospettati di aver assassinato l’inviato Onu del Myanmar

[ad_1]

Aggiornamento Myanmar

Le autorità giudiziarie statunitensi affermano di aver sventato una cospirazione per assassini Jue Meng Dun, ambasciatore birmano delle Nazioni Unite che ha rotto con il governo militare dopo il golpe militare.

L’FBI, la polizia di New York e l’ufficio del procuratore degli Stati Uniti a New York hanno annunciato venerdì l’arresto di due cittadini del Myanmar che vivono a New York, Phyo Hein Htut di 28 anni e Ye Hein Zaw di 20 anni, che hanno affermato avevano cospirato con armi per spacciatori di droga in Thailandia. L’incaricato ha attaccato l’inviato delle Nazioni Unite nella contea di Westchester e lo ha ucciso se si fosse rifiutato di dimettersi.

Preceduta la notizia del presunto complotto Attesa resa dei conti diplomatica La questione del riconoscimento diplomatico tra il governo militare al governo del Myanmar e i politici fedeli al deposto leader Aung San Suu Kyi sarà discussa alle Nazioni Unite il mese prossimo.

Il procuratore degli Stati Uniti Audrey Strauss ha dichiarato: “Come presunto, Phyo Hein Htut e Ye Hein Zaw hanno cospirato per ferire gravemente o uccidere l’ambasciatore del Myanmar alle Nazioni Unite, pianificando di attaccare un funzionario straniero, e l’attacco avrà luogo sul territorio degli Stati Uniti. .” Nella nota del Ministero della Giustizia“Elogiamo i partner delle forze dell’ordine a tutti i livelli di governo per i loro incessanti sforzi per garantire la sicurezza di diplomatici e funzionari stranieri”.

I due uomini sono stati accusati di aver cospirato per attaccare e attaccare violentemente Jue Meng Dun, che ha condannato il governo militare di Min Aung Lai in un drammatico discorso pronunciato dai militari all’Assemblea generale delle Nazioni Unite a febbraio. rovesciare Il governo civile del Myanmar.

Il reato è punibile con la reclusione fino a cinque anni. I due uomini sono comparsi in tribunale venerdì, ma non hanno ancora presentato istanza.

A febbraio, Kyaw Moe Tun ha chiesto un’azione internazionale per rovesciare il golpe militare © Via REUTERS

Funzionari delle forze dell’ordine statunitensi hanno dichiarato che durante la cospirazione, Phyo Hein Htut ha comunicato con un trafficante d’armi in Thailandia che vendeva armi all’esercito del Myanmar, come menzionato nell’indagine dell’FBI denuncia penale Come “CC-1”.

Durante queste conversazioni, i funzionari americani hanno dichiarato che lui e il trafficante d’armi avevano raggiunto un piano per “assumere aggressori per danneggiare l’ambasciatore nel tentativo di costringere l’ambasciatore a dimettersi”.

Il pubblico ministero ha dichiarato: “Se l’ambasciatore non si dimette, il trafficante d’armi propone di lasciare che gli aggressori assoldati da Hertuth uccidano l’ambasciatore”.

Secondo le autorità statunitensi, dopo aver accettato il piano, Ye Hein Zaw ha trasferito $ 4.000 a Phyo Hein Htut come “pagamento anticipato per l’attacco alla cospirazione dell’ambasciatore”.

Nelle successive conversazioni telefoniche, secondo i funzionari statunitensi registrati, i due avrebbero discusso di come gli aggressori avessero bisogno di altri 1.000 dollari per “porre fine” all’ambasciatore. Il pubblico ministero ha affermato di aver accettato di pagare i soldi extra.

Jue Meng Dun Grazie Il governo degli Stati Uniti, l’ambasciatore degli Stati Uniti alle Nazioni Unite Linda Thomas-Greenfield, il suo team e le agenzie di sicurezza “Grazie per i vostri incessanti sforzi, aiuto e supporto”.

Sabato un portavoce del governo thailandese ha rifiutato di commentare il presunto coinvolgimento del trafficante d’armi thailandese nella cospirazione, dicendo che era in attesa di informazioni.

La deliberazione internazionale sull’opportunità di riconoscere Kyaw Moe Tun o una persona nominata dal governo militare come ambasciatore delle Nazioni Unite del Myanmar sarà avviata all’Assemblea generale di settembre e verrà selezionato un comitato per le credenziali che ha il potere di prendere una decisione.

Segui su Twitter: @JohnReedwrites



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *