Gli Stati Uniti definiscono “preoccupante” l’arsenale nucleare cinese Reuters

[ad_1]

2/2

© Reuters. Foto del file: il 1 marzo 2021, il portavoce del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti Ned Price si è rivolto ai giornalisti in una conferenza stampa del Dipartimento di Stato a Washington, negli Stati Uniti. REUTERS/Tom Brenner/Piscina

2/2

Autori: David Brunnstrom e Daphne Psaledakis

WASHINGTON (Reuters) – Gli Stati Uniti hanno dichiarato giovedì che la rapida istituzione di una forza nucleare da parte della Cina è preoccupante e hanno invitato Pechino a impegnarsi con essa “ad adottare misure pratiche per ridurre il rischio di una corsa agli armamenti destabilizzante”.

Il portavoce del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti Ned Price ha affermato in una normale conferenza stampa che sta diventando sempre più difficile per la Cina nascondere questo accumulo e che sembra aver deviato dalla sua strategia nucleare decennale basata sulla deterrenza minima.

Price sta rispondendo a una domanda su un rapporto del Washington Post che afferma che la Cina ha iniziato a costruire più di 100 nuovi silos missilistici nelle aree desertiche dell’ovest del paese.

“Questi rapporti e altri sviluppi indicano che l’arsenale nucleare cinese crescerà più velocemente e raggiungerà un livello che potrebbe essere superiore a quanto previsto in precedenza”, ha affermato Price, utilizzando l’acronimo della Repubblica popolare cinese.

“Questo accumulo è preoccupante. Solleva interrogativi sulle intenzioni della Cina. Per noi, sottolinea l’importanza di adottare misure pratiche per ridurre i rischi nucleari”, ha affermato.

“Incoraggiamo Pechino a impegnarsi con noi su misure pratiche per ridurre il rischio di una corsa agli armamenti destabilizzante: tensioni che potrebbero destabilizzare”.

Price ha aggiunto che questo è il motivo per cui il presidente Joe Biden ha dato priorità alla stabilità strategica nei suoi contatti con il presidente russo Vladimir Putin, aggiungendo: “Lo stesso ragionamento si applica alla Cina, un altro contatto di potenza nucleare”.

Price ha anche affermato che Washington “prende atto” del discorso del leader cinese Xi Jinping durante una cerimonia che celebra il 100° anniversario della fondazione del Partito comunista cinese giovedì, ma “non intende commentare dettagli specifici”.

Nel suo discorso, Xi Jinping ha avvertito che le forze straniere che tentano di intimidire la Cina sarebbero state “picchiate a terra” e ha promesso di rafforzare la costruzione dell’esercito. Ha anche promesso di “unificare” Taiwan e ha affermato che avrebbe garantito la stabilità sociale di Hong Kong proteggendo la sicurezza e la sovranità della Cina.

Il rapporto del Washington Post citava immagini satellitari commerciali e analisi del James Martin Non-Proliferation Research Center di Monterey, in California.

Ha affermato che i 119 cantieri quasi identici contenevano caratteristiche che riflettevano le strutture di lancio esistenti dell’arsenale nucleare e di missili balistici della Cina.

In un rapporto presentato al Congresso nel 2020, il Pentagono ha stimato che l’inventario delle testate nucleari della Cina era a “200” e ha affermato che mentre Pechino si espande e modernizza il suo potere, si aspetta che le sue dimensioni raddoppino. Gli analisti affermano che gli Stati Uniti hanno circa 3.800 testate e, secondo un foglio informativo del Dipartimento di Stato, al 1° marzo ne sono state schierate 1.357.

Washington ha ripetutamente invitato Cina e Russia ad aderire al nuovo trattato sul controllo degli armamenti e l’ambasciatore statunitense per il disarmo ha dichiarato a maggio che, nonostante un “drammatico” aumento dell’arsenale di Pechino, Pechino sta ancora resistendo.

Pechino ha dichiarato che il suo arsenale impallidisce rispetto agli arsenali di Stati Uniti e Russia ed è pronta a impegnarsi in un dialogo bilaterale su questioni strategiche di sicurezza “sulla base dell’uguaglianza e del rispetto reciproco”.

Gli esperti di non proliferazione hanno affermato che quest’anno la Cina promuoverà lo sviluppo di combustibile per una nuova generazione di reattori nucleari e produrrà una grande quantità di materiali che possono essere utilizzati per fabbricare armi nucleari.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *