Gli Stati Uniti occidentali cuociono a temperature record, le temperature sono ancora in aumento Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: 17 agosto 2020, Carlsbad, California, USA Prima dell’enorme ondata del 2020, la California mostra le linee elettriche. REUTERS/Mike Blake/File Photo

Autori: Dan Whitcomb e Scott Di Savino

LOS ANGELES (Reuters)-Mercoledì, la maggior parte delle aree dell’ovest degli Stati Uniti è stata cotta per il terzo giorno consecutivo sotto una forte ondata di caldo, che ha stabilito record di temperatura, innescato allarmi sanitari e messo a dura prova la rete elettrica.

Il meteorologo del National Weather Service Eric Schönen ha affermato che sebbene i cambiamenti del tempo abbiano portato un po’ di sollievo negli stati settentrionali come il Montana e l’Idaho, la situazione peggiore della California deve ancora arrivare.

“Siamo in un’ondata di caldo a lungo termine negli Stati Uniti occidentali”, ha detto Schoenin. “Estesi attraverso il deserto a sud-ovest fino alla California, stiamo ancora alzando la temperatura per il resto della settimana”.

Salt Lake City, nello Utah, ha stabilito martedì la temperatura più alta mai registrata dal 1894, raggiungendo i 107 gradi Fahrenheit (42 gradi Celsius). La temperatura a Phoenix, in Arizona, ha raggiunto i 115 gradi e la temperatura a Needles, in California, ha raggiunto i 121 gradi, pari al record giornaliero.

Il National Weather Service ha emesso un avviso di surriscaldamento negli Stati Uniti occidentali, avvertendo che questa temperatura può essere pericolosa. A partire da mercoledì pomeriggio, non ci sono state segnalazioni di vittime a causa del clima estremamente caldo.

“Cerca di non passare troppo tempo fuori durante la parte più calda della giornata. Indossa abiti leggeri e mantieniti idratato”, ha detto Schoenin, aggiungendo che i residenti dovrebbero “prendersi cura degli animali domestici, controllare gli anziani e non lasciare nessuno, compresi i bambini o Hot Pets in macchina.”

Il Bureau of Meteorology ha anche emesso avvisi di bandiera rossa di alti rischi di incendio in Arizona, California, Nevada e Utah. Grandi incendi stanno bruciando in Colorado e Arizona.

Surge

I meteorologi del servizio meteorologico affermano che l’ondata di calore insolitamente grave della tarda primavera è stata causata da una cresta ad alta pressione costruita nel deserto sud-occidentale e non può essere attribuita direttamente al riscaldamento globale.

“Ma la ricerca mostra che con il cambiamento climatico e il riscaldamento, vedremo più eventi anomali nel tempo”, ha detto Schoenin.

Mentre i residenti accendono condizionatori e ventilatori, il caldo estremo ha innescato un aumento della domanda di elettricità. Gli operatori di rete nei due stati più popolosi degli Stati Uniti, Texas e California, chiedono il risparmio energetico.

Sia la California che il Texas hanno implementato interruzioni di corrente a rotazione lo scorso anno per evitare il collasso del sistema elettrico. La California ha causato milioni a causa dell’alta temperatura nell’agosto 2020 e del congelamento profondo in Texas nel febbraio 2021 Le persone non hanno calorie.

L’operatore di rete della California ha avvertito che dopo il calare della notte e l’energia solare non più disponibile, giovedì la pressione maggiore potrebbe manifestarsi.

Anche gran parte degli Stati Uniti sudoccidentali è in siccità

Questo ha tagliato le forniture di acqua ed elettricità. Il fiume si prosciuga, gli allevatori vendono il bestiame e le autorità temono che sarà un’altra intensa stagione di incendi.

Nel 2020, gli incendi hanno distrutto più di 6.500 miglia quadrate (17.000 chilometri quadrati) di terra e hanno distrutto centinaia di case in California durante la stagione degli incendi particolarmente violenta.

Il California Independent System Operator (ISO), che gestisce la maggior parte del sistema elettrico dello stato, prevede che ci saranno alcuni giorni questa settimana in cui la domanda di energia supererà l’offerta e le riserve. Se c’è un problema con la centrale elettrica o la linea di trasmissione, la rete riserverà una fonte di energia di backup per mantenere l’affidabilità.

La Texas Electric Reliability Commission (ERCOT), che è responsabile della maggior parte delle operazioni del sistema energetico statale, prevede che la domanda supererà il record di giugno stabilito lunedì nei prossimi giorni.

Secondo i dati di AccuWeather, a Houston, la più grande città del Texas, la temperatura di mercoledì e giovedì dovrebbe superare i 90 gradi, circa 5 gradi in più rispetto al solito.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *