Greensill Capital paga a David Cameron più di $ 1 milione di stipendio annuo-FT Da Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: l’ex primo ministro britannico David Cameron ha lasciato la sua casa perché l’indagine sul crollo di Greensill Capital continua. Come dipendente di Greensill, ha cercato di convincere il Tesoro britannico e la Banca d’Inghilterra a essere inclusi, ma non è riuscito. .

(Reuters)-Il “Financial Times” britannico ha riferito lunedì, citando persone che hanno familiarità con la questione, che il gruppo finanziario fallito Greensill Capital pagava più di 1 milione di dollari di stipendio all’ex primo ministro britannico David Cameron ogni anno.

Il giornale ha affermato che Cameron è stato pagato per il suo ruolo di consulente part-time, che includeva un tentativo di ottenere finanziamenti governativi per la società in difficoltà. https://on.ft.com/3e9SvUf.

Secondo il rapporto, Cameron ha lavorato come consulente del consiglio di amministrazione per 25 giorni all’anno e ha guadagnato l’equivalente di oltre $ 40.000 al giorno.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *