Guarda i costi pubblicitari di Coca-Cola

[ad_1]

Coca-Cola (KO) è leader mondiale nel settore delle bevande analcoliche. In effetti, l’azienda è la più grande azienda di bevande al mondo. Offre centinaia di bibite, succhi di frutta, bevande sportive e altre bevande.Potresti conoscere questa azienda dall’azienda più nota marca Come Coca Cola, Diet Coke, Fanta, Sprite, Powerade e Dasani.

Dato il suo status, non sorprende che l’azienda sia la principale forza trainante dell’economia globale e sia una delle aziende del mondo. Indice Standard & Poor’s 500Pertanto, è naturale che Coca-Cola spenda molto in pubblicità: se vuole mantenere la sua eccellente reputazione, questa è una strategia cruciale. Questo articolo si concentra sulla storia di Coca-Cola e sul suo impegno per la pubblicità. Continua a leggere per saperne di più.

Punti chiave

  • Coca-Cola è un marchio riconosciuto a livello mondiale e un nome familiare.
  • L’azienda è ancora in competizione con altri produttori e marchi di bevande.
  • Rispetto ad altri produttori di bibite, Coca-Cola spende di più in pubblicità e marketing globali.
  • Dal 2015 al 2020, il fatturato pubblicitario medio annuo dell’azienda è di circa 4 miliardi di dollari.

Coca Cola: una breve storia

Coca-Cola è stata fondata ad Atlanta, Georgia nel 1886 dal farmacista John Pemberton. Il successo iniziale dell’azienda è venuto dalla bevanda analcolica che l’ha resa famosa: una combinazione di cacao, noce di cola e acqua gassata per fare una bevanda gassata. Comunque, marca In prima linea nella mente di Pemberton. Il suo contabile e socio Frank Robinson pensava che le due C fossero più adatte alla promozione del marchio, cosa che portò alla nascita del nome Coca-Cola.

La società possiede e licenza Più di 500 marche diverse di bevande analcoliche sono vendute in più di 200 paesi/regioni. Lavora con una serie di partner di imbottigliamento, distributori, rivenditori e grossisti per aiutare a portare i prodotti dell’azienda ai consumatori.

Le azioni della società sono in Borsa Valori di New York (New York Stock Exchange) e c’è un Valore di mercato Al 10 agosto 2021, era di 244,54 miliardi di dollari USA. Coca-Cola registra un fatturato di 33 miliardi di dollari nel 2020 anno fiscale, Una diminuzione dell’11,5% rispetto all’anno precedente.

A causa della forte concorrenza nel settore delle bevande, i grandi marchi come Coca-Cola devono spendere soldi su più canali Attività di marketingCiò significa che se la Coca-Cola viene pubblicizzata in modo incoerente, perderà quota di mercato Con altri grandi concorrenti come Pepsi (Personaggio politico pubblico). Ciò diventa ancora più importante perché i consumatori non utilizzano più bevande zuccherate per motivi di salute, consentendo ai marchi di bevande analcoliche di espandere la propria creatività per stare davanti ai consumatori.

I grandi marchi come Coca-Cola devono investire denaro in attività di marketing multicanale per aumentare le vendite e creare valore per gli azionisti.

L’impegno di Coca-Cola per la pubblicità

La cosiddetta Guerra della Coca Cola scatenerà una serie di corse agli armamenti pubblicitari. Ricordi la Pepsi Challenge? I concorrenti di Coca-Cola hanno lanciato questa campagna nel 1975, chiedendo alle persone di condurre un test di degustazione alla cieca tra Pepsi e Coca-Cola per scegliere quella che preferiscono. Questo è un grande espediente: ha aiutato Pepsi a salire sulla mappa. Questo è solo un esempio di come i grandi marchi nel settore delle bevande stiano cercando di superarsi a vicenda per consolidarsi e guadagnare quote di mercato.

Coca-Cola promette di investire ogni anno molta pubblicità. Dal 2015 al 2019, il suo impegno nella pubblicità è stato abbastanza consistente, spendendo in media 4 miliardi di dollari all’anno per commercializzare le sue bevande ai consumatori di tutto il mondo.La società ha speso circa 4,24 miliardi di dollari in pubblicità globale nell’anno fiscale 2019, gran parte della quale è stata utilizzata mercato Coca Cola.

Un budget così elevato consente a Coca-Cola di ottenere un vantaggio competitivo in diverse aree chiave.Le sue spese e la sua strategia lo aiutano a portare con successo nuovi prodotti sul mercato, aumentare la consapevolezza del marchio e Equità di marca Tra i consumatori, aumentare la conoscenza e l’educazione dei consumatori e aumentare le vendite complessive.

Confronto con i concorrenti

Il valore del marchio Coca-Cola per l’intero anno fiscale 2020 è stimato in circa 80,9 miliardi di dollari. La sua quota di mercato, almeno negli Stati Uniti, sfiora il 43%.Ciò è dovuto alla pubblicità dell’azienda BudgetMa come si accumula la concorrenza?

Diamo un’occhiata al principale concorrente della società, Pepsi, che aveva un valore di mercato di $ 188,6 miliardi alla fine della giornata di negoziazione del 15 maggio 2020. Dal 2015, l’investimento di Pepsi in pubblicità è stato più o meno lo stesso di quello di Coca-Cola, circa $ 4 miliardi all’anno. Ma ricorda, Pepsi è più diversificata, con molti marchi alimentari diversi, tra cui Doritos, Fritos, Sabra e Ruffles. Nell’aprile 2020, la società ha annunciato che avrebbe riorientato la sua pubblicità e ridotto la cosiddetta pubblicità non essenziale.

Pubblicizza in un’azienda di liquori

Anche le principali società di bevande alcoliche hanno trovato una correlazione diretta con la spesa pubblicitaria e la quota di mercato, in particolare i birrifici come Anheuser-Busch. Nel 2018, Anheuser-Busch ha speso 1,5 miliardi di dollari in pubblicità globale: queste sono le ultime statistiche disponibili. Sebbene la spesa pubblicitaria sia direttamente correlata alla quota di mercato, in realtà non aumenta le dimensioni del mercato complessivo.

Ad esempio, se i consumatori hanno già deciso di acquistare birra, la loro preferenza per il marchio potrebbe essere influenzata dai seguenti fattori: pubblicizzareLa spesa pubblicitaria nell’industria degli alcolici non indurrà i consumatori ad acquistare soda o birra se non vogliono ancora acquistarla.

Ciò supporta l’importanza della spesa pubblicitaria nel settore delle bevande, dove i marchi devono superare i marchi della concorrenza per attirare i consumatori che sono già alla ricerca di bibite per acquistare Coca Cola invece di Pepsi. Le spese pubblicitarie nelle industrie di alcol e bevande non influenzeranno le decisioni di acquisto dei consumatori che non hanno ancora partecipato a queste industrie.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *