HSBC è stata accusata da un ex cliente di frode valutaria “palese e irragionevole”

[ad_1]

Aggiornamento del sondaggio sul trading Forex

I commercianti di valuta estera di Londra di HSBC di solito elaborano preventivamente gli ordini dei clienti al fine di guadagnare profitti aggiuntivi, il che fa parte di una frode “palese e insostenibile”, hanno affermato gli avvocati della società di gestione dei cambi ECU Group presso l’Alta Corte di Londra.

Il gestore degli investimenti ECU ha presentato un rapporto di chiusura alla fine di martedì Sette settimane di prova Sta facendo causa a HSBC per transazioni valutarie condotte più di 15 anni fa. Questo processo è l’ultimo di uno scandalo globale sul commercio di valuta iniziato quasi 10 anni fa, che ha causato alla banca quotata a Londra una multa di oltre 600 milioni di dollari da parte delle autorità di regolamentazione.

ECU Group ha affermato che i commercianti di valuta estera di HSBC hanno abusato di informazioni riservate sulle loro transazioni e le hanno utilizzate per i propri profitti tra il 2004 e il 2006 e ha segnalato 52 transazioni durante quel periodo. ECU è un cliente di HSBC al momento della transazione. HSBC nega ogni illecito.

Richard Lissack QC, consulente legale di ECU, ha dichiarato che il suo cliente aveva “prove conclusive” che i commercianti di valuta di HSBC “ampiamente e frequentemente” cercavano di trarre profitto dagli ordini dei clienti e ha sottolineato che il capo di HSBC Stewart aveva iniziato da gennaio 2010. Da gennaio, Paul Mischenko, capo del cash FX in Europa e dei cambi nelle Americhe. Nello scambio, Scott ha detto ai suoi colleghi che il suo team guadagna sempre dai cosiddetti ordini stop-loss e ECU afferma che il tipo di transazione di HSBC è forward running.

“Questo è un chiaro vanto del fatto che il trading desk londinese di HSBC può e pre-elaborare qualsiasi ordine del cliente, indipendentemente dalla complessità del cliente e dal livello di monitoraggio del cliente di questi ordini”, ha detto Lisak alla corte.

Lisak ha anche sottolineato che nel gennaio 2018, HSBC ha ammesso alle autorità statunitensi che un altro ex dipendente anziano della banca, Scott e Mark Johnson, ha condotto transazioni fraudolente davanti ai propri clienti nel 2011 e successivamente ha cercato di nascondere le proprie azioni.Johnson è stato condannato per frode da una giuria statunitense nel 2017 e il suo co-detenuto Scott ci è riuscito Combattere una richiesta di estradizione venire dall’America.

Lissack ha aggiunto che tutti i commercianti partecipanti non hanno testimoniato nel processo, il che ha privato l’ECU dell’opportunità di porre domande. “Questo era uno dei più anziani trader di valuta estera di HSBC all’epoca e ammetteva apertamente di frode”, ha aggiunto Lisak.

Gli avvocati di HSBC credono che ECU dovrebbe fare queste richieste prima. Nella sua dichiarazione di chiusura scritta, Kenneth MacLean QC, in rappresentanza di HSBC, ha affermato che l’intera causa dell’ECU non è stata presentata entro un lasso di tempo ragionevole, ma si basava su un “quadro giuridico umano e frainteso”.

McLean ha scritto: “HSBC non ha commesso la presunta cattiva condotta.” “Le azioni legali dell’ECU contro l’ampia e sistematica condotta scorretta delle parti di HSBC sono sempre ambiziose…[and there was a]Non c’è alcun caso per una difesa adeguata. ”

Ha aggiunto che il caso ECU non è stato confermato dalle prove del processo perché i commercianti della banca hanno adottato misure “completamente legali” durante l’elaborazione di questi ordini al fine di fornire ai clienti i migliori risultati.

ECU ha anche affermato che i commercianti della banca hanno utilizzato le informazioni sulle transazioni dei clienti per impegnarsi in transazioni private a proprio vantaggio e hanno addebitato commissioni eccessive per gli ordini senza rivelarle a ECU.

Gli avvocati di HSBC rilasceranno le dichiarazioni di chiusura mercoledì.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *