I 650 miliardi di dollari USA di stanziamento di riserve del FMI hanno “spaccato l’unghia sulla testa” per l’economia globale – Reuters

[ad_1]

© Reuters.Foto del file: Il presidente del Fondo monetario internazionale (FMI) Kristalina Georgieva (Kristalina Georgieva) ha aperto a Washington, negli Stati Uniti, durante l’FMI e la riunione annuale dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche dell’autunno 2019 della Banca mondiale Discorso alla conferenza stampa

Andrea Salal

WASHINGTON (Reuters)-Il presidente del FMI Kristalina Georgieva (Kristalina Georgieva) ha dichiarato che lunedì il FMI emetterà circa 650 miliardi di dollari in nuovi diritti speciali di prelievo ai suoi paesi membri, fornendo un impegno globale per combattere la pandemia di COVID-19 che fornisce “un sparato al cuore».

Georgieva ha affermato in una dichiarazione che la più grande distribuzione di riserve valutarie nella storia del Fondo monetario internazionale fornirà ulteriore liquidità all’economia globale, ricostituirà le riserve valutarie dei paesi membri e ridurrà la loro esposizione al debito interno più costoso o alla dipendenza dal debito estero .

Ha detto: “Questa sovvenzione è una spinta per il mondo e, se utilizzata correttamente, è anche un’opportunità unica per affrontare questa crisi senza precedenti”.

Il Fondo monetario internazionale ha affermato in un altro documento di orientamento che i paesi possono utilizzare l’assegnazione di diritti speciali di prelievo per sostenere le proprie economie e rafforzare la lotta contro la crisi del coronavirus, ma non dovrebbero utilizzare lo spazio fiscale per posticipare le necessarie riforme economiche o la ristrutturazione del debito.

I paesi membri del Fondo monetario internazionale riceveranno diritti speciali di prelievo in proporzione alle loro quote di fondi esistenti – unità di scambio di fondi garantiti da dollaro USA, euro, yen, sterlina e renminbi.

Georgieva ha affermato che circa 275 miliardi di dollari di stanziamenti andranno ai mercati emergenti e ai paesi in via di sviluppo, di cui circa 21 miliardi di dollari andranno ai paesi a basso reddito.

Georgieva ha affermato che il Fondo monetario internazionale incoraggia i paesi ricchi che hanno ricevuto diritti speciali di prelievo a indirizzarli verso i paesi più poveri che ne hanno più bisogno.

Ha detto che un’opzione chiave è che i paesi ricchi forniscano diritti speciali di prelievo al fondo fiduciario esistente del FMI per la riduzione della povertà e la crescita nei paesi a basso reddito.

Ha affermato che anche il Fondo monetario internazionale sta continuando i suoi sforzi per istituire un possibile fondo fiduciario per la resilienza e la sostenibilità che possa utilizzare i diritti speciali di prelievo del canale per aiutare i paesi più vulnerabili a realizzare una trasformazione strutturale, compreso il cambiamento climatico.

Ha detto che un’altra possibilità è quella di guidare i diritti speciali di prelievo per sostenere i prestiti delle banche multilaterali di sviluppo.

L’ultima volta che l’FMI ha assegnato DSP è stato nel 2009, quando gli Stati membri hanno ricevuto 250 miliardi di dollari in riserve di DSP per aiutare ad alleviare la crisi finanziaria globale.

Per spendere i loro diritti speciali di prelievo, i paesi devono prima convertirli in valuta pregiata di base e richiedere loro di trovare un paese partner di scambio disposto.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *