I casi di COVID-19 a Sydney aumentano mentre la polizia blocca le proteste Reuters

[ad_1]

3/3

© Reuters. Nei sobborghi di Annandale, Sydney, la polizia ha ispezionato le auto che entravano in città durante le operazioni delle forze dell’ordine per impedire che i manifestanti anti-blocco si radunassero durante il blocco per frenare la diffusione dell’epidemia di coronavirus (COVID-19).

2/3

Lydia Kelly

MELBOURNE (Reuters) – I casi di coronavirus di Sydney hanno continuato a crescere sabato mentre la polizia ha bloccato l’area centrale della città e ha impedito le previste proteste anti-blocco.

210 casi di COVID-19 infetti localmente sono stati segnalati a Sydney e nelle aree limitrofe, che sono sotto stretto isolamento per diverse settimane mentre combattono l’epidemia della variante altamente contagiosa del Delta. I dati di sabato hanno portato l’epidemia a 3.190 casi.

Il blocco è durato almeno fino alla fine di agosto e ha scatenato violente manifestazioni lo scorso fine settimana, con i manifestanti che hanno promesso di tornare in piazza sabato.

Tuttavia, la polizia ha chiuso la stazione ferroviaria, ha proibito ai taxi di far scendere i passeggeri nel centro della città e ha dispiegato 1.000 agenti di polizia per istituire posti di blocco e disperdere eventuali gruppi.

I media australiani hanno riferito che gli organizzatori del raduno di sabato hanno esortato i loro seguaci a evitare di radunarsi e raggrupparsi in futuro.

Un sondaggio condotto alla fine di luglio da Utting Research, una società di ricerche di mercato nel New South Wales, ha mostrato che solo il 7% delle persone ha sostenuto le manifestazioni. Il rispetto delle norme sulla salute pubblica è sempre stato uno dei motivi principali del successo dell’Australia nel controllo della pandemia.

Sebbene lotti con il picco di infezione, principalmente la variante delta, l’Australia è riuscita sostanzialmente a contenere la sua epidemia, con un totale di oltre 34.000 casi e 924 decessi.

Il paese ha incontrato grandi difficoltà nella vaccinazione e venerdì il governo ha detto che ci vorranno diversi mesi prima che i confini australiani riaprano. [

In Sydney, there are 198 people in the hospital, 53 of them in intensive care and 27 requiring ventilation, NSW Health Minister Brad Hazzard said. There was also one death reported, bringing the total number of deaths in the outbreak to 14.

Parts of the neighbouring state Queensland entered into a three-day snap lockdown on Saturday after the state recorded six new coronavirus cases of the Delta strain, putting a number of football, rugby and other sporting events into a limbo.

“We have seen from the experience in other states that the only way to beat the Delta strain is to move quickly, to be fast and to be strong,” the state’s Deputy Premier Steven Miles said. “That is now the nationally agreed approach.”

Disclaimer: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *