I datori di lavoro statunitensi hanno aggiunto 850.000 posti di lavoro a giugno

[ad_1]

I datori di lavoro statunitensi hanno aggiunto 850.000 posti di lavoro a giugno quando le assunzioni nel settore privato sono finalmente aumentate, ma il tasso di disoccupazione è salito al 5,9% dal 5,8% di maggio. La crescita dell’occupazione è stata migliore del previsto.I precedenti due mesi consecutivi di crescita dell’occupazione sono stati inferiori alle attese, il che potrebbe indicare che con l’aumento del tasso di vaccinazione e la riapertura dell’economia, più americani si stanno preparando a tornare nel mercato del lavoro. Finora, circa il 70% dei posti di lavoro persi durante la pandemia è stato ripristinato, ma si tratta ancora di 6,8 milioni di posti di lavoro in meno rispetto al livello pre-pandemia.

Il tasso di disoccupazione e il numero di disoccupati sono rimasti pressoché invariati a giugno, attestandosi al 5,9%, e il numero di disoccupati è stato di 9,5 milioni.Sebbene queste misure siano significativamente inferiori ai recenti massimi dell’aprile 2020, Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti (DOL) Riconoscere che sono ancora ben al di sopra del livello prima della pandemia dell’anno scorso. Nel febbraio 2020, il tasso di disoccupazione era del 3,5% e 5,7 milioni di americani erano disoccupati.Questo Tasso di partecipazione alla forza lavoro Rimane invariato al 61,6%.

Dopo un calo di 431.000 a maggio, il numero di disoccupati di lunga durata (disoccupati da 27 settimane o più) è aumentato di 233.000 a 4 milioni a giugno. Secondo i dati del Ministero del Lavoro, questa misura è di 2,9 milioni in più rispetto a febbraio 2020. I disoccupati di lunga durata rappresentano ora il 42,1% dei disoccupati statunitensi

Dove sono le opportunità di lavoro?

La crescita dell’occupazione a giugno è stata trainata principalmente dal settore dei servizi: il settore della ristorazione e dell’ospitalità ha aggiunto 343.000 posti di lavoro, uno dei settori che ha sofferto di più durante la pandemia. Di seguito i segmenti di mercato con il reclutamento più forte:


La retribuzione oraria media di tutti i dipendenti ha continuato ad aumentare, dopo essere aumentata di 0,13 dollari e 0,20 dollari statunitensi rispettivamente a maggio e aprile, è aumentata di 0,10 dollari statunitensi a giugno. Con la riapertura dell’economia e l’aumento della domanda, i datori di lavoro hanno costantemente aumentato i salari per attirare nuovamente i lavoratori disoccupati nel mercato del lavoro.

DOL riferisce che i tassi di disoccupazione etnica sono ancora irregolari, perché il tasso di disoccupazione dei lavoratori neri è quasi il doppio di quello dei lavoratori bianchi e asiatici.


[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *