I dirigenti della Banca centrale europea hanno promesso che l’euro digitale proteggerà la privacy dei consumatori

[ad_1]

Il governatore della banca centrale, che sovrintende allo sviluppo dell’euro digitale, ha affermato che l’introduzione dell’euro digitale migliorerà la privacy dei consumatori e proteggerà la zona euro dalla “minaccia” delle criptovalute concorrenti, che potrebbero minare la sovranità valutaria del zona euro.

Fabio Panetta, membro del comitato esecutivo della Banca centrale europea, ha dichiarato al Financial Times che uno degli obiettivi principali del progetto è combattere la diffusione delle monete digitali create da altri paesi e aziende.

“Se la banca centrale partecipa ai pagamenti digitali, la privacy sarà protetta meglio… perché non siamo come le aziende private”, ha affermato. “Non abbiamo alcun interesse commerciale nell’archiviazione, gestione e tanto meno nell’uso improprio dei dati degli utenti”.

“Naturalmente, altre persone che emettono metodi di pagamento digitali possono affrontare potenziali minacce… Se le persone vogliono davvero pagare in digitale e non forniamo loro metodi di pagamento digitali [else] Lo farebbe. “

Ha confrontato l’euro digitale (una versione elettronica del contante emesso dalla banca centrale) con “monete instabili” come Diem di Facebook. La valuta digitale pianificata Ciò consentirà agli utenti di inviare denaro con la stessa facilità con cui inviare messaggi di testo.

La Banca centrale europea di recente consultivo Sull’euro digitale, ciò che interessa di più alla gente è che lo farà Erode la loro privacyMa Panetta ha affermato che la banca centrale ha testato modi per separare l’identità delle persone dai loro dettagli di pagamento. “Il pagamento andrà a buon fine, ma nessuno nella catena di pagamento avrà accesso a tutte le informazioni”, ha affermato.

Ha detto che la banca centrale ha anche testato “piccoli pagamenti offline, senza registrare alcun dato al di fuori dei portafogli del pagatore e del beneficiario”; utilizzando il collegamento Bluetooth tra i dispositivi è possibile completare trasferimenti fino a 70 euro o 100 euro.

“Per importi molto piccoli, possiamo consentire pagamenti veramente anonimi, ma in generale, la riservatezza e la privacy sono diverse dall’anonimato”, ha affermato Panetta, aggiungendo che la maggior parte delle transazioni richiede alcuni controlli per evitare il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo o l’evasione fiscale.

“Il pagamento può essere ricostruito [after the event] Se la polizia vuole valutare se c’è qualche attività illegale”, ha detto.

Quasi i due terzi delle banche centrali del mondo stanno conducendo esperimenti reali sull’opportunità di lanciare valute digitali. Banca dei Regolamenti Internazionali.

Ma le banche commerciali sono preoccupate Valuta digitale della banca centrale Potrebbe erodere i loro depositi, specialmente in una crisi. Morgan Stanley stima che fino a 837 miliardi di euro, ovvero l’8% dei depositi bancari nella zona euro, potrebbero passare all’euro digitale.

Alcuni critici ritengono che possa anche spremere denaro. Più della metà delle famiglie tedesche recentemente intervistate dalla Bundesbank ha espresso dubbi sull’euro digitale, e chi usa regolarmente il contante è il più sospettoso.

Panetta ha affermato che l’euro digitale porterà a “cambiamenti fondamentali nel modo in cui operano i metodi di pagamento, i sistemi finanziari e la società nel suo insieme”, ad esempio attraverso la “programmabilità” per consentire pagamenti automatici, come i pedaggi stradali o le sale cinematografiche.

Ma ha affermato che la Banca centrale europea è determinata a garantire che l’euro digitale non interrompa il sistema bancario commerciale, sostituisca il denaro contante, escluda l’innovazione o diventi una valuta ombra per i piccoli paesi.

Panetta ha affermato che per raggiungere questo obiettivo, prevede di limitare l’importo che chiunque può detenere a 3.000 euro a persona, o di imporre “retribuzione soppressiva” al di sopra di tale soglia.

Il mese prossimo il Consiglio della Banca centrale europea si riunirà per decidere se Progredire Con i preparativi, Panetta ha detto che può essere pronto per l’uso in circa cinque anni.

Ha affermato che la banca centrale completerà anche un nuovo quadro di monitoraggio per la valuta digitale privata e i fornitori di risorse crittografate entro la fine di quest’anno.

Il grafico mostra l'importo medio di denaro nel portafoglio all'inizio della giornata, per paese

Panetta ha avvertito che le risorse crittografiche come Bitcoin sono “animali molto pericolosi” che sono “utilizzati principalmente per attività criminali” e consumano “molta energia”.

Le cosiddette stablecoin, come Diem, dovrebbero essere più sicure perché supportate da riserve di valuta fiat, ma Panetta ha affermato che la potenziale volatilità di queste riserve ha causato “l’instabilità intrinseca delle funzioni di queste monete, quindi monete ancora instabili” .

Ha affermato che è difficile supervisionare e supervisionare le risorse crittografiche “perché non esiste un’entità legale responsabile”. “È decentralizzato. Potrebbero essere in Cina. Potrebbero essere in Svizzera o in Sud America… Ma se gli intermediari sono coinvolti nella fornitura di queste risorse crittografate, allora avremo un’adeguata supervisione e supervisione”.

Panetta ha affermato che ai turisti che visitano l’Europa dovrebbe essere fornito un numero limitato di euro digitali, ma la Banca centrale europea “deve considerare con molta attenzione i diritti di accesso e i limiti degli utenti stranieri”.

Panetta ha affermato che le principali banche centrali stanno negoziando per garantire che le loro valute digitali rimangano “interoperabili” perché ciò contribuirà a “migliorare l’efficienza e il costo dei pagamenti transfrontalieri”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *