I fondi ESG sono in ritardo rispetto all’indice S&P 500: se li possiedi, perché questa è una buona notizia?

[ad_1]

La visione tradizionale è che l’inizio dell’amministrazione Biden inaugurerà una nuova era per gli investitori che si concentrano su questioni ambientali, sociali e di governance (ESG). Infatti, pochi giorni dopo il giuramento del presidente Joe Biden, la Casa Bianca si è riunita all’Accordo globale sul clima di Parigi, ha annullato l’oleodotto Keystone XL e ha creato due nuove posizioni dirigenziali senior dedicate alle questioni climatiche.Allo stesso tempo, strategie di investimento sostenibili Continuare ad attirare afflussi di capitali record.

Tuttavia, gli investitori che cercano di utilizzare il proprio capitale per avere un impatto positivo sull’ambiente e sulla società potrebbero aver notato qualcos’altro: da quando Biden è entrato in carica il 20 gennaio, molti fondi azionari incentrati sui criteri ESG sono rimasti indietro rispetto al mercato in generale.

L’indice FTSE4Good U.S. Select, che seleziona le azioni statunitensi in base a fattori ambientali, sociali e di governance, è aumentato dell’11,6% dal 20 gennaio al 30 giugno, mentre l’indice S&P 500
punta,
-0,75%

Secondo i dati del ricercatore di investimenti Morningstar, è aumentato del 12,3%. Il mondo è la stessa storia. Ad esempio, da quando Biden è entrato in carica, l’indice MSCI ACWI Sustainability Impact è aumentato di meno dell’1%, mentre l’indice MSCI All Country World è cresciuto dell’8,5%.

Nel settore energetico i risultati sono ancora più pronunciati. Dal 20 gennaio al 30 giugno, le azioni tradizionali legate al petrolio nell’S&P 500 sono aumentate di oltre il 25%, ma l’indice S&P Global Clean Energy, che include solare, eolico e reti intelligenti, ha continuato a crescere Le azioni della società sono diminuite di quasi il 25% .

Il mercato segnala gli investitori ESG? In realtà, no. Questa performance controintuitiva è attesa e benvenuta perché mostra che le considerazioni ESG sono normalizzate insieme ad altri fattori fondamentali negli investimenti, tra cui:

1. Regressione alla media: gli investitori devono prestare attenzione alla performance degli investimenti legati ai criteri ESG. Ad esempio, iShares Global Clean Energy ETF
Lega delle Nazioni,
-0,41%

Secondo i dati di Morningstar, il tasso di rendimento per il quinquennio terminato il 30 giugno è stato del 195%. Quel periodo, compresa l’intera presidenza di Donald Trump, non è stato considerato del tutto un sostenitore degli investimenti sostenibili. Allo stesso tempo, l’ETF SPDR nel settore energetico selezionato
XL,
-2,83%
,
Investito in azioni Dapan Petroleum, in calo dell’1%.

A causa di anni di prestazioni eccezionali, al 30 giugno, sulla base del rapporto medio prezzo/utili, i titoli di energia pulita hanno un premio del 19% sul mercato più ampio, mentre i titoli del solare sono del 42% in più rispetto al mercato complessivo, secondo dati tracciati da Morningstar. Allo stesso tempo, i titoli petroliferi e del gas vengono scambiati con uno sconto di quasi il 15% rispetto all’indice S&P 500.

Ciò mostra che gli investimenti ESG sono influenzati dalle stesse forze che influenzano tutti gli altri titoli sul mercato, incluso il rischio di valutazione e la regressione alla media. Quindi c’è da aspettarsi la recente sottoperformance.

2. Anomalie di mercato: La storia mostra che i mercati spesso vanno contro la saggezza convenzionale, specialmente quando si tratta di politica. Ad esempio, le grandi compagnie petrolifere avrebbero dovuto prosperare sotto la guida dell’amministrazione Trump e l’amministrazione Trump ha abolito i regolamenti dell’era Obama sull’industria petrolifera e del gas. Tuttavia, dopo aver guadagnato quasi il 100% durante i due mandati di Obama, i titoli energetici sono scesi di circa il 30% durante la presidenza di Trump.

Al contrario, sotto la guida dell’amministrazione Obama, le scorte di armi dovrebbero diminuire. Tuttavia, il produttore di armi Sturm Ruger & Co. le scorte.
RGR,
-1,48%
,
Durante la presidenza di Obama, è aumentato di oltre il 740%, generando più di tre volte il guadagno complessivo del mercato. Al contrario, Sturm Ruger è aumentato del 38% durante l’amministrazione Trump, che è meno della metà dell’aumento dell’S&P 500, anche se Trump è visto come un convinto sostenitore dei diritti sulle armi.

La vera lezione della performance ESG

Sebbene i fattori ESG siano fondamentali per la gestione del rischio e stiano diventando una parte importante dell’analisi dei titoli, gli investitori devono essere realistici: gli investimenti ESG, come qualsiasi altro asset, registreranno scarse performance anche se possono sovraperformare il mercato nel lungo periodo, poiché alcuni studi mostrano.

La scarsa performance dell’ESG è in realtà uno sviluppo positivo perché sottolinea il fatto che l’ESG non è un espediente o una panacea quando si tratta di investimenti. Al contrario, ciò mostra la naturale evoluzione degli investimenti sostenibili da nuove idee a strategie tematiche fino a strategie fondamentali soggette alle stesse forze di mercato di base che influenzano tutte le altre partecipazioni tradizionali a lungo termine.

Vikram Gandhi è un docente senior presso la Harvard Business School, dove ha sviluppato e insegnato il primo corso di Impact Investing della Harvard Business School: Investimenti: rischio, rendimento e impatto.

Di più: Goldman Sachs lancia l’ETF ESG applicabile a qualsiasi luogo e dimensione

più: 401(k) gli investitori potranno presto scegliere i fondi ESG

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *