I futures sull’indice azionario statunitense indicano un buon inizio per Wall Street

[ad_1]

I futures del mercato azionario statunitense sono iniziati bene martedì, con gli investitori che si sono concentrati sui dati sull’occupazione che saranno annunciati questo fine settimana. Allo stesso tempo, in Asia, a causa dei deboli dati cinesi, che indicano l’impatto delle restrizioni di Covid-19 e delle repressioni normative, i mercati azionari hanno oscillato.

Cosa indica il futuro degli Stati Uniti?

Dow Futures
YM00,
+0,01%

Indicare intorno alle 70;

Futures sull’indice Standard & Poor’s 500
ES00,
-0,04%

Indica che l’apertura è aumentata di meno dello 0,2%;

Future Nasdaq 100
NQ00,
-0,13%

Si suggerisce che l’indice dominato dai titoli tecnologici aprirà lo 0,3% al verde.

Dow
giù,
-0,16%

Lunedì è sceso di 55 punti per chiudere a 35.399 punti, sottoperformando l’S&P 500
Arpione,
+0,43%
,
In rialzo dello 0,4%, indice Nasdaq
Confrontare,
+0,90%
,
Aumento dello 0,9%.

Cosa sta guidando il mercato?

Gli analisti hanno sottolineato che gli investitori stanno prestando attenzione ai dati sull’occupazione negli Stati Uniti che saranno annunciati questo fine settimana. Il rapporto sull’occupazione di agosto di venerdì fornirà al mercato la prossima importante opportunità per stimare quando e come la Fed inizierà a rallentare le misure durante la pandemia per aumentare la liquidità del mercato.

“Questo sarà il focus dopo [Fed chair] Powell’s Parlando a Jackson HoleL’analista di Deutsche Bank Henry Allen ha dichiarato che “sono stati compiuti progressi significativi nella massimizzazione dell’occupazione” e sostiene l’inizio di quest’anno per ridurre gli acquisti di attività della Fed.

“Per quanto riguarda le aspettative, i nostri economisti americani ritengono che dopo il forte rapporto di luglio, il ritmo delle assunzioni rallenterà, ma l’aumento di 700.000 posti di lavoro non agricolo previsto dovrebbe essere sufficiente per mantenere la Fed sulla buona strada. la riduzione è stata annunciata alla riunione del Federal Open Market Committee di settembre”, ha aggiunto Allen.

Si prega di leggere anche: Il presidente della Fed Powell ha affermato di sostenere l’inizio di quest’anno per ridurre la scala degli acquisti di obbligazioni

In Asia, a causa del debole indice dei responsabili degli acquisti (PMI) manifatturiero e non manifatturiero, il mercato è stato in perdita per gran parte della giornata I dati cinesi innescano la volatilità del mercato azionarioIl PMI manifatturiero è stato leggermente sottoperformante, ma era ancora in modalità di espansione a 50,1, ma il PMI non manifatturiero è sceso inaspettatamente da 53,3 a 47,5 questo mese.

Jeffrey Halley, analista presso l’agenzia di brokeraggio OANDA, ha dichiarato: “I blocchi per il Covid-19 nelle città e nei porti chiave hanno indebolito il consumo interno, quindi i consumatori hanno posticipato i viaggi”.

“Tuttavia, con l’aumento delle preoccupazioni su interventi più ampi, è probabile che la continua repressione del governo su più settori, in particolare le tasse scolastiche e la tecnologia, influisca sulle preoccupazioni occupazionali della popolazione colpita e sulla più ampia fiducia dei consumatori”, ha aggiunto Halle.

Il focus dell’Europa è su Indice dei prezzi al consumo dell’Eurozona La crescita su base annua ad agosto è stata del 3%, superiore al previsto 2,8%.

I dati economici degli Stati Uniti sono stati rilasciati martedì Compreso l’indice nazionale dei prezzi delle case di giugno Case-Shiller, nonché l’indice PMI di Chicago di agosto e l’indice di fiducia dei consumatori di questo mese.

In termini di redditività aziendale, è stata una giornata rilassante: NetEase, CrowdStrike e H&R Block hanno riportato i risultati.

Altri mercati

Le azioni asiatiche sono riuscite a mantenere i loro guadagni, Tokyo Nikkei 225 Index
Una generazione,
+1,08%

L’indice Hang Seng di Hong Kong è aumentato dell’1,1%
Indice Hang Seng,
+1,33%

L’indice Shanghai Composite è salito dell’1,3%
Shanghai CommScope,
+0,45%

Un leggero aumento dello 0,5%

In Europa, il FTSE 100
UKX,
-0,58%

È sceso dello 0,1%, mentre lo Stoxx paneuropeo 600
SXXP,
-0,36%

Rosa 0,2%; CAC 40 a Parigi
PX1,
-0,32%

In rialzo dello 0,2%, il DAX di Francoforte
Dax,
-0,11%

0,6% al verde

Il prezzo dell’alluminio Negoziato al London Metal Exchange Raggiungendo il punto più alto da maggio 2011, l’alluminio a tre mesi ha raggiunto i 2.726,50 dollari per tonnellata, per poi chiudere a circa 2.655,50 dollari. A causa dei severi controlli sull’uso dell’elettricità, i tagli alla produzione cinese hanno portato al settimo mese consecutivo di crescita.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *