I leader dell’UE affrontano l’Ungheria Orban sulla legislazione LGBT+

[ad_1]

L’Unione europea ha minacciato l’ungherese Viktor Orban di intraprendere un’azione legale presso la Corte di giustizia europea a meno che non abbandoni la legislazione LGBT+ che il comitato ha contrassegnato come discriminatoria.

Secondo diversi diplomatici, gli Stati membri, tra cui Belgio, Lussemburgo e Paesi Bassi, saranno in prima linea nelle accuse contro il primo ministro ungherese al vertice dell’UE di giovedì, che vieta agli omosessuali o alla riassegnazione di genere di apparire nei libri di testo nelle scuole di età inferiore ai 18. a.

Il conflitto è arrivato dopo l’escalation delle tensioni tra i paesi dell’UE e il governo nazionalista di Budapest, che credeva che l’orientamento sessuale non dovesse essere insegnato nelle scuole.

La presidente della Commissione europea Ursula von der Lein ha affermato che questo disegno di legge, che richiede l’approvazione finale del presidente ungherese, viola i diritti fondamentali.

“Questo disegno di legge discrimina chiaramente le persone in base al loro orientamento sessuale”, ha detto mercoledì. “Questo viola i valori fondamentali dell’Unione europea: dignità umana, uguaglianza e rispetto dei diritti umani”.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha detto mercoledì che “la legge è sbagliata”.

Dopo anni di relazioni tese con Budapest sullo stato di diritto, Bruxelles e molte capitali dell’UE hanno intensificato la loro condanna del governo di destra di Orban. Un diplomatico dell’UE ha affermato che il disegno di legge LGBT+ riflette uno dei “momenti peggiori” nelle relazioni UE-Ungheria.

In una lettera inviata mercoledì al ministro della Giustizia di Budapest, i commissari europei Didier Reindes e Thierry Breton hanno affermato che se il disegno di legge sarà finalmente approvato nella sua forma attuale, Bruxelles “non esiterà nel suo potere di agire in base al trattato”.

L’UE ha poteri limitati per richiedere modifiche ai progetti di legge, ma può citare in giudizio gli Stati membri che violano il suo trattato alla Corte di giustizia europea. La lettera del comitato elenca la portata legale delle violazioni della legislazione LGBT+ dell’Ungheria, compresa la Carta dei diritti fondamentali dell’UE, la supervisione degli audiovisivi e dei media e le norme che disciplinano la fornitura di servizi nel mercato unico.

Il comitato ha affermato che il disegno di legge identifica effettivamente l’omosessualità e le questioni transgender con “lo stesso status della pornografia e si ritiene che abbia un impatto negativo sullo sviluppo fisico e mentale dei minori”.

Il disegno di legge anti-LGBT+ di Budapest ha anche innescato tensioni con la UEFA, l’organo di governo del calcio europeo. La UEFA ha bocciato l’Allianz Arena di Monaco, in Germania. L’Allianz Arena di Monaco, in Germania, si è illuminata con i colori dell’arcobaleno durante la partita tra Ungheria e Germania a il Campionato Europeo di Calcio 2020 mercoledì. stadio. La UEFA ha dichiarato che, in considerazione del “background politico” dell’Ungheria, la mossa ha violato i suoi regolamenti che vietano l’esposizione di simboli politici.

Il governo ungherese sostiene che il disegno di legge mira a “tutelare i diritti dei bambini e tutelare i diritti dei genitori. Non si applica ai diritti di orientamento sessuale di età superiore ai 18 anni, e quindi non contiene elementi discriminatori.

Una dichiarazione del governo Fidesz ha dichiarato: “La dichiarazione del presidente del comitato è un peccato perché ha espresso opinioni politiche faziose senza indagini preliminari e imparziali”.

Un alto diplomatico dell’UE ha affermato che i paesi useranno il vertice di giovedì per convincere Orban a ritirarsi dall’attuazione del disegno di legge. “In passato, il governo di Orban ha ritirato la legislazione. Speriamo che ciò possa essere fatto rapidamente perché [LGBT+ bill] È oltre ciò che possiamo accettare. “

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *