I leader mondiali si impegnano a raddoppiare la lotta contro l’epidemia alla riunione speciale dell’APEC Reuters

[ad_1]

3/3

© Reuters. Immagine del file: i leader hanno partecipato al ritiro del vertice dell’APEC tenutosi a Port Moresby, in Papua Nuova Guinea, il 18 novembre 2018.REUTERS/David Gray/Foto d’archivio

2/3

Autore: Pravin Menon

Wellington (Reuters)-I leader dell’Asia-Pacific Trade Organization APEC, tra cui il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il russo Vladimir Putin e il cinese Xi Jinping, si sono impegnati venerdì a lavorare per espandere la condivisione e la produzione di vaccini COVID-19 per combattere il pandemia globale.

I leader stanno lavorando per contenere l’epidemia esacerbata dalla variante delta del coronavirus e hanno affermato che mentre la regione si prepara a futuri shock sanitari, incoraggeranno il trasferimento volontario della tecnologia di produzione del vaccino “a termini concordati”.

“La pandemia continua ad avere un impatto devastante sulle persone e sull’economia della nostra regione”, hanno affermato i leader in una dichiarazione congiunta rilasciata dopo un incontro virtuale ospitato dalla Nuova Zelanda.

Hanno detto: “Possiamo superare questa emergenza sanitaria solo accelerando l’accesso equo a vaccini COVID-19 sicuri, efficaci, di qualità garantita e convenienti”.

I leader dell’APEC hanno tenuto un incontro virtuale per discutere le azioni collettive in risposta alla pandemia di COVID-19 e al suo impatto economico.

La Nuova Zelanda, l’ospite a rotazione della cooperazione economica Asia-Pacifico, ha dichiarato questa settimana che ospiterà questo incontro speciale prima dell’incontro formale di novembre, che è la prima volta che si tiene un incontro aggiuntivo di questo tipo.

“Le nostre discussioni ci hanno spostato oltre il nazionalismo dei vaccini. Ora ci stiamo concentrando su tutti gli aspetti che contribuiscono agli sforzi globali di vaccinazione per la produzione di vaccini, la condivisione di vaccini e l’utilizzo di vaccini”, ha detto in seguito il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern durante l’incontro. Ha detto che i leader concordano sul fatto che questa non sarà l’ultima pandemia nel mondo e che i preparativi sono cruciali.

L’incontro ha evidenziato la crescente preoccupazione per il COVID-19, che imperversa nella regione poiché paesi come Indonesia, Thailandia e Australia affrontano una nuova ondata di infezioni.

Tensioni USA-Cina

La Casa Bianca ha dichiarato che Biden ha sottolineato l’importanza della cooperazione multilaterale e il suo impegno per una regione indo-pacifica libera e aperta.

In un comunicato si legge: “Il presidente Biden ha anche discusso dell’importanza di investire in una migliore sicurezza e preparazione sanitaria globale in modo da poterci preparare per la prossima pandemia”.

Putin ha detto all’organizzazione che le barriere globali alla produzione e alla consegna dei vaccini devono essere eliminate.Il primo ministro giapponese Yoshihide Suga ha espresso la sua determinazione a ospitare giochi olimpici sicuri e protetti.

Nonostante la loro determinazione, ci sono ancora tensioni tra i membri dell’Apec, in particolare tra Occidente e Cina, su questioni che vanno dall’origine del coronavirus al commercio, allo Xinjiang, a Hong Kong e al Mar Cinese Meridionale.

Al termine dell’incontro, Washington ha annunciato le sanzioni imposte a sette cinesi per la soppressione della democrazia a Hong Kong da parte di Pechino, l’ultima mossa per ritenere Pechino responsabile dell’erosione dello stato di diritto nell’ex colonia britannica.

Il rapporto tra Stati Uniti e Cina è in difficoltà: dall’incontro di alti funzionari in Alaska a marzo, sotto la guida dell’amministrazione Biden, le due parti non hanno avuto quasi nessun contatto diretto ad alto livello. ha espresso rabbia per le sanzioni appena annunciate dagli Stati Uniti. Colloqui.

Il portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha affermato che il cinese Xi Jinping ha tenuto un discorso video preregistrato all’incontro e non ha partecipato. L’ambasciata cinese a Washington non ha risposto a una richiesta di commento.

Il gruppo APEC comprende le tre principali economie mondiali e paesi poveri come la Papua Nuova Guinea, nonché membri in momenti molto diversi del ciclo COVID-19, fornendo ulteriori sfide per raggiungere il consenso.

Il modello di consenso dell’APEC è stato testato negli ultimi anni: a causa delle differenze tra la Cina e l’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump, l’organizzazione non è riuscita a raggiungere un accordo sul comunicato alla Conferenza della Papua Nuova Guinea del 2018.

L’incontro dell’APEC del 2019 in Cile è stato annullato a causa delle proteste, mentre l’incontro tenutosi in Malesia lo scorso anno è stato sospeso perché la pandemia ha bloccato il mondo e i funzionari hanno organizzato frettolosamente un incontro virtuale.

Nel giugno di quest’anno, il ministro del Commercio dell’APEC ha accettato di rivedere le barriere commerciali e accelerare il transito transfrontaliero dei vaccini COVID-19 e dei relativi prodotti, ma non è riuscito a prendere ampi impegni per la promozione dell’eliminazione delle tariffe da parte della Nuova Zelanda.

Ci sono stati più di 50 milioni di casi COVID-19 in APEC e più di 1 milione di morti. Il PIL nell’ambito dell’APEC si è contratto dell’1,9% nel 2020.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *