I legislatori statunitensi avviano una cooperazione bipartisan per contenere le grandi aziende tecnologiche

[ad_1]

I membri della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti hanno proposto cinque diversi disegni di legge per cercare di domare il potere delle più grandi aziende tecnologiche del mondo, che è la più grande minaccia legislativa per le grandi aziende tecnologiche da anni.

Se approvate, queste proposte costituiranno collettivamente la più grande riorganizzazione della legge sul monopolio statunitense in una generazione, limiteranno le acquisizioni del settore tecnologico che ha consolidato il dominio di Facebook nei social media e limiteranno la capacità di Apple, Amazon e Google di utilizzare le loro piattaforme per favorire i propri prodotti.

Nell’annunciare i disegni di legge venerdì, David Cicilline, presidente democratico del sottocomitato antitrust della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, ha dichiarato: “Attualmente, i monopoli tecnologici non regolamentati hanno troppo potere sulla nostra economia”.

Ha detto che le grandi aziende tecnologiche “sono in una posizione unica per scegliere vincitori e vinti, distruggere le piccole imprese, aumentare i prezzi al consumo e rendere le persone disoccupate”.

Nel corso degli anni, i politici americani hanno promesso di approvare regolamenti tecnici storici, come il Digital Privacy Act, ma sono stati ostacolati dalla mancanza di un accordo bipartisan sulla questione.

Tuttavia, i membri della Camera dei Rappresentanti che hanno firmato i cinque disegni di legge includono Democratici e Repubblicani, il che dimostra che entrambe le parti sono arrabbiate con le aziende tecnologiche globali.

Ken Barker, il repubblicano più anziano del sottocomitato antitrust, ha dichiarato: “Apple, Amazon, Facebook e Google mettono il potere al di sopra dell’innovazione e danneggiano le aziende e i consumatori americani nel processo”.

Questi disegni di legge metteranno in atto molte delle raccomandazioni formulate nel rapporto di 448 pagine emesso dal Sottocomitato Cicilline l’anno scorso, ha accusato tutte e quattro le società di abusare del loro potere di mercato e successivamente ha tenuto udienze, comprese udienze con quattro amministratori delegati. Il rapporto è stato firmato solo dai Democratici, indicando che i membri del Congresso repubblicano hanno cambiato posizione da allora.

I dettagli delle cinque bollette

Il primo dei cinque disegni di legge impedirà alle aziende di utilizzare le proprie piattaforme per migliorare i propri prodotti. Amazon è stata particolarmente criticata per aver utilizzato il suo negozio online leader di mercato per evidenziare i prodotti prodotti dall’azienda. Il rapporto dell’anno scorso ha rilevato che Amazon utilizza spesso i dati del venditore di terze parti per migliorare e vendere i propri prodotti.

Il secondo impedirà alle grandi aziende tecnologiche di acquisire potenziali concorrenti. Il disegno di legge riflette l’indignazione di Capitol Hill per il permesso di Facebook di acquisire WhatsApp e Instagram, che aiuta a consolidare la sua influenza sui social media.

Il terzo impedirà alle aziende di utilizzare le proprie piattaforme e i propri prodotti per promuovere altri prodotti di loro proprietà. Ad esempio, Google è accusato di manipolare il suo motore di ricerca per evidenziare i propri prodotti, come Google Shopping, e questi servizi di solito non si posizionano in alto nelle ricerche di Google.

Il quarto disegno di legge costringerà le aziende a rendere più facile per i clienti l’accesso ai propri dati e ai dati personali online e trasferirli a un altro servizio.

Il quinto renderà più costose alcune domande di fusione al fine di fornire più fondi al Dipartimento di Giustizia e alla Federal Trade Commission per intraprendere azioni esecutive.

Se la Camera dei Rappresentanti passerà, l’ostacolo principale affinché il disegno di legge diventi legge sarà al Senato, dove i repubblicani avranno abbastanza voti per ostacolare la nuova legislazione.Il leader repubblicano del Senato Mitch McConnell (Mitch McConnell) è generalmente considerato un sostenitore delle grandi aziende, ma ha relativamente poche opinioni sulle grandi aziende Grande tecnologia.

Neil Bradley, chief policy officer della Camera di commercio degli Stati Uniti, ha dichiarato in una nota: “Un disegno di legge per un’azienda specifica, piuttosto che concentrarsi sulle pratiche commerciali, è solo una cattiva politica. Fondamentalmente, è ingiusto e può essere giudicato. È incostituzionale .”

Google e Facebook hanno rifiutato di commentare. Apple e Amazon non hanno risposto alle richieste in tal senso.

Segnalazioni aggiuntive di Hannah Murphy, Richard Waters, Dave Lee e Patrick McGee

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *