I manifestanti thailandesi tornano in piazza per chiedere emendamenti costituzionali Reuters

[ad_1]

4/4

© Reuters. Il 24 giugno 2021, in una manifestazione per commemorare l’89° anniversario dell’abolizione della monarchia autocratica a Bangkok, in Thailandia, il leader della protesta Parit “Penguin” Chiwarak (con una corona) ha mostrato un saluto a tre dita. REUTERS/Soe Zeya Tun

2/4

BANGKOK (Reuters)-Centinaia di manifestanti democratici thailandesi sono scesi in piazza giovedì, chiedendo al primo ministro Prayuth Chan-ocha di dimettersi e modificare la costituzione per frenare l’influenza della potente monarchia del Paese.

La manifestazione ha ignorato il divieto di raduni pubblici a causa della pandemia. Allo stesso tempo, il governo Prayut era dovuto alla sua gestione dell’epidemia di coronavirus, alla lenta ripresa economica e alla sua politica sui vaccini che coinvolgeva una società di proprietà del re Maha Vajiralongkorn. fronte alle critiche pubbliche.

“La costituzione deve venire dal popolo”, ha detto alla folla nella capitale Bangkok il leader della protesta Jatupat “Pai Daodin” Boonpattararaksa.

Le manifestazioni dello scorso anno guidate dai giovani hanno attirato centinaia di migliaia di persone in tutto il paese, ma dopo che le forze di sicurezza hanno iniziato a reprimere i raduni, detenere i leader delle proteste e una nuova ondata di infezione da COVID-19, le manifestazioni si sono fermate.

I manifestanti hanno violato i tabù tradizionali criticando il re, rischiando di essere perseguiti secondo la rigida legge monarchica offensiva, che stabilisce che insultare o calunniare il re, la regina, l’erede e il reggente è punibile fino a 15 anni di carcere. La maggior parte dei leader della protesta è stata rilasciata su cauzione.

A marzo, quando la polizia ha sparato cannoni ad acqua, gas lacrimogeni e proiettili di gomma per disperdere le proteste, decine di persone sono rimaste ferite.

Il raduno di giovedì includeva anche alcuni ex sostenitori di Prayut, segnando il giorno in cui la Thailandia annunciò la fine della sua monarchia autocratica il 24 giugno 1932.

“Negli 89 anni dalla fine dell’autoritarismo, non abbiamo ottenuto nulla”, ha detto Jatupat.

Piya Tavichai, vice capo della polizia di Bangkok, ha affermato che circa 2.500 agenti di polizia sono stati schierati per mantenere l’ordine.

“Non è appropriato organizzare una festa in questo momento perché potrebbe causare un’ulteriore diffusione del virus”.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *