I membri della famiglia hanno una “responsabilità” per aiutare a frenare la crisi degli oppioidi, ma devono essere responsabili per proteggere Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: il 25 aprile 2017, le bottiglie dell’antidolorifico OxyContin prodotto da Purdue Pharma LP sono state collocate su uno scaffale in una farmacia locale a Provo, Utah, USA. REUTERS/George Frey/File Photo

Maria Chukian

(Reuters)-Un membro della famiglia Sackler, che possiede la Purdue Pharma, ha testimoniato martedì che la sua famiglia ha una “responsabilità morale” per aiutare ad alleviare la crisi degli oppioidi negli Stati Uniti, ma ha detto che non lo farà a meno che non sia protetta da leggi estese Questo sforzo fornisce supporto finanziario.

Il produttore di OxyContin ha iniziato il suo processo fallimentare tanto atteso la scorsa settimana https://www.reuters.com/legal/transactional/purdue-pharma-bankruptcy-trial-begins-with-opponents-eyeing-sackler-shields-2021-08 -11 Superare il suo piano https://fingfx.thomsonreuters.com/gfx/legaldocs/dgkplrrnypb/126021698131-rep-1407114041.pdf Per risolvere migliaia di affermazioni secondo cui lui e la famiglia Sackler hanno contribuito alla crisi americana degli oppiacei.

La Purdue University e i proprietari della sua famiglia Sackler hanno negato di aver commesso illeciti in relazione alla causa.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, dal 1999 più di 500.000 americani sono morti per overdose da oppiacei.

L’ex direttore della Purdue University, David Sackler, ha rilasciato una dichiarazione in un processo virtuale presso il tribunale fallimentare di White Plains a New York secondo cui il caso riguardava un accordo transattivo da $ 10 miliardi volto a risolvere azioni legali ingannevoli.

Sackler ha affermato che i prodotti di Purdue hanno aiutato milioni di persone. Ma ha ammesso di aver contribuito alla crisi degli oppioidi e ha affermato che la sua famiglia “ha la responsabilità morale di fornire aiuto, e questo è lo scopo di questa riconciliazione”.

La transazione ha ricevuto il sostegno di un’ampia gamma di stati, municipalità, ospedali e altre parti, ma ha incontrato l’opposizione di nove stati e del fiduciario statunitense del regolatore fallimentare del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti.

L’accordo transattivo include la protezione dei membri della famiglia Sackler proprietari della Purdue University da future cause legali relative agli oppioidi, in cambio della donazione di 4,5 miliardi di dollari al fondo fiduciario, che stanzierà fondi al piano di riduzione delle emissioni di oppioidi. Gli oppositori della transazione hanno affermato che i contenuti pubblicati erano troppo estesi.

Martedì, in risposta a una domanda di Benjamin Higgins, l’avvocato del fiduciario degli Stati Uniti, Sackler ha affermato che se il tribunale fallimentare si fosse rifiutato di rilasciare la sua famiglia, la sua famiglia non sarebbe stata disposta a “in questo modo” ridurre la quantità di oppioidi.

Sackler ha anche affermato che la sua famiglia non aveva considerato l’importo pagato in cambio di un rilascio più ristretto.

Il processo dovrebbe durare diversi giorni. Sackler è l’unico membro della famiglia a testimoniare in tribunale finora.

Purdue Pharma si è dichiarata colpevole nel novembre 2020 per https://www.justice.gov/opa/pr/opioid-manufacturer-purdue-pharma-pleads-guilty-fraud-and-kickback-conspiracys accuse di frode e tangenti.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *