I mutuatari indonesiani colpiti dalla pandemia estendono le regole di sgravio del credito al 2023

[ad_1]

Jakarta: la Financial Services Authority (OJK) del paese ha dichiarato che la politica di allentamento delle regole bancarie per facilitare ai mutuatari indonesiani colpiti dall’epidemia la ristrutturazione dei prestiti sarà estesa fino a marzo 2023.

Wimboh Santoso, presidente del regolatore, ha dichiarato in una dichiarazione che l’estensione aiuterà “a mantenere lo slancio della ripresa economica del paese e la stabilità del settore bancario, nonché il miglioramento delle prestazioni dei debitori ristrutturati COVID-19”.

Regolamenti allentati richiedono alle banche di considerare un solo fattore nella valutazione della qualità del credito, ovvero se il mutuatario può rimborsare il capitale in tempo. In precedenza, sono state prese in considerazione anche la situazione finanziaria complessiva e le prospettive commerciali del mutuatario.

OJK ha dichiarato che a luglio i prestiti di ristrutturazione in essere dei mutuatari colpiti dall’epidemia erano scesi a 778,9 trilioni di IDR (54,6 miliardi di dollari). Questi debiti sono stati emessi a circa 5 milioni di debitori, di cui il 71,5% erano micro, piccole e medie imprese.

Secondo i resoconti dei media locali, alla fine del 2020, 7,6 milioni di mutuatari dovevano IDR 971 trilioni.

Tuttavia, OJK ha aggiunto che il tasso di crediti deteriorati è passato dal 3,06% alla fine dello scorso anno al 3,35% di luglio.

La Banca dell’Indonesia ha tagliato i tassi di interesse di 150 punti base e ha iniettato liquidità per oltre 57 miliardi di dollari nel sistema bancario per aiutare la più grande economia del sud-est asiatico a resistere all’impatto della pandemia di COVID-19.

(1 USD = 14.270.0000 IDR)

(Segnalazione di Gayatri Suroyo; Montaggio di Edwina Gibbs)

Per saperne di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *