I prezzi dei metalli preziosi scendono, i minatori d’oro perdono il loro splendore

[ad_1]

Aggiornamento oro

Poiché il dollaro USA si è rafforzato e i rendimenti obbligazionari sono aumentati dai minimi del 2020, i grandi minatori d’oro quotati negli Stati Uniti si sono ridotti di un quinto quest’anno.

Indice dei bug dell’oro della borsa di New York autunno È aumentato del 20% dalla fine dello scorso anno, al livello più basso da aprile 2020, ed è molto indietro rispetto all’aumento dell’11% dell’MSCI Global Stock Market Barometer.

Da allora, l’oro è sceso del 14% Stabilire un record Ad agosto dello scorso anno, ogni oncia troy ha superato i 2.000 dollari.

Un dollaro USA più forte indebolisce l’attrattiva dei metalli, il che rende i metalli più costosi per gli acquirenti internazionali e I rendimenti obbligazionari salgono Rispetto a questo periodo dell’anno scorso. A differenza delle obbligazioni, l’oro non fornisce una fonte di reddito. L’aumento dei mercati azionari globali ha anche indebolito il suo fascino.

“La gente ha paura di tassi di interesse più elevati”, ha affermato Robert Minter, direttore della strategia di investimento di Aberdeen Standard Investments. “Questo è ‘vendere tutto, gettare insieme il bambino e l’acqua per il bagnetto’. Ogni volta che l’oro cade in questo modo, è un’opportunità continua per noi”.

La caduta dei prezzi dell’oro ha smorzato la fiducia degli investitori nei minatori d’oro, anche se l’industria ha aumentato i suoi dividendi e ha promesso di ridurre la sua Impronta ambientaleSecondo Joe Foster, gestore del fondo di VanEck a New York.

“Quando l’oro è in difficoltà, fondamentalmente non è importante per queste società d’oro”, ha detto Foster.

Il prezzo delle azioni di Newmont, la più grande società di estrazione dell’oro del mondo, è sceso del 6% quest’anno, mentre il prezzo delle azioni di Barrick Gold è sceso del 16%.

Numero “senza precedenti” Riacquisto di azioni Secondo BMO Capital Markets, quest’anno ha anche mostrato che molti minatori ritengono che le loro azioni siano sottovalutate. Yamana Gold e la controparte canadese Kinross Gold hanno annunciato che riacquisteranno azioni quest’anno.

Il prezzo delle azioni di Yamana è sceso del 27% quest’anno, mentre il prezzo delle azioni di Kinross Gold è sceso del 23%.

Mark Bristol, CEO di Barrick Gold, il secondo minatore d’oro al mondo, ha dichiarato questo mese che l’industria dell’oro ha bisogno Concentrati sulla crescita Invece di pacificare gli azionisti con ritorni in contanti.

“La tendenza a lungo termine dell’industria mineraria a raccogliere i prezzi dell’oro piuttosto che investire nel futuro ha portato a un calo delle riserve e a una carenza di progetti di sviluppo di alta qualità”, ha affermato.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *