I profitti del gruppo educativo Pearson rimbalzano sulla forte domanda online Reuters

[ad_1]

© Reuters.

Londra (Reuters) – Il gruppo educativo globale Pearson ha riferito che a causa della forte domanda di apprendimento online, i profitti sono rimbalzati meglio del previsto nella prima metà dell’anno e le vendite di base sono aumentate del 17%, aiutandolo ad aumentare il dividendo intermedio.

La società britannica ha riportato un utile operativo rettificato di 127 milioni di sterline (177 milioni di dollari), superiore ai 100-120 milioni di sterline della società, e ha affermato che aumenterà il suo dividendo intermedio del 5%. Ha ribadito le sue prospettive.

“Pearson ha compiuto buoni progressi strategici, operativi e finanziari nella prima metà del 2021, portando a una crescita sana dei ricavi e degli utili durante quel periodo”, ha affermato il CEO Andy Bird. “Ciò riflette il forte rimbalzo nel 2020 e lo slancio del business sottostante è incoraggiante”.

Tra le sue diverse divisioni, le vendite globali di apprendimento online sono aumentate del 25% a causa della forte domanda di ammissione alle scuole virtuali negli Stati Uniti.Dopo la cancellazione degli esami lo scorso anno, le vendite globali di valutazione sono aumentate del 34% e la sua attività di istruzione superiore negli Stati Uniti è diminuita del 2%.

Dopo aver venduto risorse editoriali di consumo per concentrarsi sull’istruzione, Pearson ha attraversato sei anni di transazioni turbolente, solo per vedere gli studenti americani iniziare a noleggiare o scaricare libri di testo un tempo costosi, il che ha colpito i suoi profitti.

Tuttavia, ha già iniziato a mostrare segni di ripresa e ha incaricato l’ex dirigente Disney Bird di stabilire un servizio online diretto al consumatore.

Con l’aiuto di un’impennata della domanda di apprendimento virtuale durante la pandemia, il prezzo delle sue azioni è aumentato del 70% negli ultimi nove mesi.

(1 USD = 0,7175 GBP)

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *