I profitti del produttore di camion Volvo hanno mancato la pressione della carenza di chip Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: il logo del produttore svedese di camion Volvo è stato fotografato all’IAA Truck Show di Hannover il 22 settembre 2016. REUTERS/Fabian Bimmer

STOCCOLMA (Reuters)-Svezia AB Volvo ha annunciato martedì che i suoi guadagni principali per il secondo trimestre sono stati leggermente inferiori alle aspettative del mercato, poiché il produttore di camion ha risposto all’enorme pressione sulla sua catena di approvvigionamento dovuta alla forte domanda per le sue auto e alla carenza globale di chip.

L’utile operativo rettificato del produttore di camion, macchine edili, autobus e motori è passato da 3,27 miliardi di corone svedesi (1,12 miliardi di dollari USA) un anno fa a 9,73 miliardi di corone svedesi (1,12 miliardi di dollari USA), che è inferiore a quello secondo Refinitiv analisi dei dati La divisione ha previsto 9,84 miliardi.

Proprio come il mercato è rimbalzato dopo il crollo della pandemia lo scorso anno, la carenza globale di semiconduttori ha schiacciato i produttori di autocarri pesanti e piccoli veicoli, limitando la produzione, allungando i tempi di consegna e aumentando i costi.

Volvo è un concorrente della tedesca Daimler (OTC:) e Traton, che ha dichiarato di essere in difficoltà a causa di un gran numero di fermi di produzione nel secondo trimestre.

L’amministratore delegato di Volvo, Martin Lundstedt, ha dichiarato in una nota: “Nella seconda metà di quest’anno, la produzione di autocarri e altre parti del gruppo saranno ulteriormente interrotte e sospese”.

Allo stesso tempo, a causa della pandemia che guida i volumi di trasporto e le tariffe di trasporto, la forte domanda di autocarri pesanti e l’aumento degli acquisti online, ciò ha spinto gli operatori di flotte a continuare a accantonare gli ordini di veicoli dopo il primo attacco del virus.

Volvo ha dichiarato che le sue prenotazioni di camion si basano su Mack e Renault (PA:) e il proprio nome, è cresciuto del 143% rispetto al trimestre debole dello stesso periodo dello scorso anno ed è in linea con le previsioni di crescita costante nei mercati europei e nordamericani quest’anno.

(1 USD = 8.6971 Corona Svedese)

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *