I proprietari di private equity del Berkeley Research Group in fila per gestire NSO

[ad_1]

Aggiornamento sulla tecnologia del gruppo NSO

La società di consulenza Berkeley Research Group si è messa in fila per controllare il fondo di private equity che possiede il produttore israeliano di spyware NSO Group, una mossa che darà alla società californiana un’importante voce in capitolo nel futuro di NSO.

Gli investitori nel fondo di private equity Novalpina Capital che ha acquisito la società di sorveglianza nel 2019 questo mese hanno fatto un passo molto insolito Espulsione di Novalpina A causa di una disputa tra i suoi co-fondatori.

Due persone a conoscenza della questione hanno affermato che il maggiore investitore nel fondo da 1 miliardo di euro ha ora scelto BRG per sostituire Novalpina, ma la decisione non è stata ancora formalmente approvata e gli investitori devono votare sulla nomina entro il 6 agosto.

Se nominato, BRG sarà autorizzato a chiudere il fondo di Novalpina e restituire i fondi agli investitori vendendo le tre società di sua proprietà (inclusa NSO) al prezzo più alto possibile. BRG ha rifiutato di commentare.

NSO deve affrontare una causa da parte di Facebook, accusandola di utilizzare WhatsApp per inviare malware a più di 1.000 clienti, il che potrebbe complicare qualsiasi processo di vendita.

Questo mese uno Rapporto Secondo l’organizzazione no-profit Forbidden Stories e 17 media partner, il software di NSO è stato utilizzato per attaccare i telefoni di giornalisti, attivisti e persone vicine al giornalista assassinato Jamal Kashuji.

La NSO ha contestato le accuse di Facebook e ha descritto il rapporto di Forbidden Stories come “pieno di false ipotesi e teorie non dimostrate”.

Oltre a NSO, il Fondo Novalpina possiede anche la società di gioco estone Olympic Entertainment Group e la società farmaceutica francese Laboratoire XO

Quattro persone associate a Novalpina, inclusi i due co-fondatori della società di private equity Stephen Peel e Stefan Kowski, fanno parte del consiglio di amministrazione della NSO. Due persone coinvolte nel processo hanno affermato che se l’accordo RBG sarà concordato, potrebbe consentire alle società di consulenza di sostituirle.

Dopo che gli investitori hanno concluso che il rapporto tra i suoi co-fondatori Peel, Kowski e Bastian Lueken si era deteriorato, la cessione del controllo del fondo da parte della società di private equity è stato un passo molto insolito, che ha segnato i mesi di turbolenza a Novalpina Reach un culmine. Una persona presente ha affermato di non poter più collaborare agli investimenti.

Due persone a conoscenza della questione hanno affermato che il voto per la rimozione di Novalpina è stato sostenuto da investitori che hanno rappresentato il 99,6% del valore del fondo.

Novalpina ha acquisito NSO Group dalla società di private equity Francisco Partners nel febbraio 2019 e la transazione ha valutato la società a $ 1 miliardo.

BRG ha sede in California e, sulla base del proprio sito Web, fornisce consulenza alle aziende in materia di finanziamenti aziendali, miglioramento delle prestazioni, controversie e indagini.

Il sito web ha affermato che la sua attività di gestione patrimoniale “agisce come vice consulente o gestore patrimoniale alternativo, specializzato nella gestione di investimenti contestati o di coda” e mira a contribuire a “massimizzare il ritorno sul capitale degli investitori”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *