I quattro maggiori detentori di fondi comuni di Pfizer

[ad_1]

Pfizer (PTFE) È un’azienda biofarmaceutica e produttrice di prodotti sanitari, compreso un vaccino COVID-19 approvato. La società quotata possiede diversi marchi noti, tra cui Chantix, Ibrance, Eliquis, Lipitor, Lyrica e Prevnar, e gestisce una gamma di prodotti per la salute. L’azienda è uno dei maggiori produttori farmaceutici con una capitalizzazione di mercato di 255 miliardi di dollari.

Non sorprende che il più grande investitore di Pfizer sia un fondo comune di investimento. Ecco i quattro principali proprietari di fondi comuni di investimento della società:

Punti chiave

  • I primi quattro detentori di fondi comuni di azioni Pfizer possiedono l’8,06% delle azioni della società.
  • Vanguard Total Stock Market Index è il più grande detentore di fondi comuni di azioni Pfizer, pari al 2,8%.
  • I quattro principali titolari di fondi comuni di Pfizer hanno rapporti di spesa relativamente bassi e richiedono un investimento minimo accessibile, ad eccezione del Vanguard Healthcare Fund (VGHAX).
Titolare Condividere % esci Valore in dollari
Vanguard Total Stock Market Index Fund 156.687.039 2,80% 5.676.771.422
Fondo dell’Indice Vanguard 500 114.215.644 2,04% 4.138.032.782
Fondo sanitario professionale Pioneer 73.535.759 1,33% 2.880.807.085
Fondo comune di investimento di Washington 63.020.361 1,13% 2.467.877.336

Vanguard Total Stock Market Index Fund (VTSAX)

Vanguard Total Stock Market Index Fund Admiral Shares (VTSAX) è stato lanciato nel 1992. Da allora, il patrimonio del fondo è cresciuto fino a centinaia di miliardi di dollari. Secondo il rapporto annuale 2020, VTSAX detiene 156,6 miliardi di azioni di Pfizer. A giugno 2021, il fondo ha 158,1 milioni di azioni. VTSAX è il più grande detentore di fondi comuni di investimento della società, con una partecipazione del 2,8%.

Vanguard Total Stock Market Index Fund ha un rapporto spese dello 0,04% e un investimento minimo di 3.000 USD.

8,06%

Il numero di Pfizer che Vanguard possiede in tutti i suoi fondi.

Vanguard 500 Index Fund (VFIAX)

Il Vanguard 500 Index Fund Admiral Shares (VFIAX) cerca di fornire risultati di investimento che corrispondano al prezzo e al rendimento del suo indice di riferimento S&P 500 e abbiano un alto grado di correlazione positiva. Il fondo ha centinaia di miliardi di dollari in attività. Secondo il rapporto annuale 2020 del fondo, detengono 111,4 milioni di azioni di Pfizer. A giugno 2021, il fondo ha 115,6 milioni di azioni. VFIAX è il secondo azionista di fondi comuni di Pfizer, con una partecipazione del 2,04%.

Il Vanguard 500 Index Fund ha un rapporto spese dello 0,04% e un investimento minimo di 3.000 USD.

Fondo sanitario d’avanguardia (VGHAX)

Questo fondo gestito attivamente di Vanguard offre agli investitori investimenti a basso costo in società nazionali ed estere coinvolte in tutti gli aspetti del settore sanitario, come aziende farmaceutiche, società di forniture mediche e società di ricerca. Secondo il rapporto annuale, entro la fine dell’anno fiscale 2020, VGHAX possiede più di 73 milioni di azioni di Pfizer. Ma a partire da giugno 2021, il fondo detiene 70,2 azioni. Nonostante la riduzione delle azioni, il fondo è ancora diventato il terzo detentore di azioni PFE con un rapporto dell’1,33%.

Il rapporto di spesa del fondo è relativamente basso allo 0,27%, ma l’investimento minimo è di $ 50.000.

Fondo statunitense Washington Co-Investor Fund (AWSHX)

Il fondo statunitense Washington Mutual Investor Fund (AWSHX) utilizza rigorosi criteri di ammissibilità per selezionare le società in un’ampia gamma di settori con bilanci solidi e dividendi stabili. Il fondo mira a investire integralmente ed evitare le società che traggono reddito principalmente da alcol o prodotti del tabacco. Secondo il loro rapporto annuale, il fondo ha una partecipazione stabile di 63 milioni di azioni Pfizer. AWSHX è il quarto detentore più grande, con l’1,13%.

Il rapporto di spesa del fondo è dello 0,58% e l’investimento minimo è di $ 250.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *