I regolatori finanziari cercano di adeguare le regole sul rischio climatico – shareandstocks.com

[ad_1]

Londra, 7 luglio (Reuters) – I regolatori globali hanno pubblicato mercoledì un progetto per fornire un “senso di direzione” per le misure per affrontare l’aumento dei rischi finanziari legati al clima prima che il mercato si spacchi.

Il Financial Stability Board (FSB), che è responsabile del coordinamento delle regole finanziarie del gruppo di paesi del G20, ha affermato che la sua “tabella di marcia” mira a coordinare i metodi divulgati dalle aziende e a colmare le lacune di dati necessarie per trovare “vulnerabilità” di stabilità finanziaria e sviluppare strumenti per affrontarli.

La roadmap tenta di adeguare le regole che sono ancora in fase di progettazione da qui al 2023 per evitare maggiori divergenze tra le varie misure della stessa attività.

Il mosaico di metodi di divulgazione ha spinto l’iniziativa normativa globale a istituire l’International Sustainability Standards Board (ISSB) per fornire informazioni coerenti per gli investitori transfrontalieri.

Randal Quarles, vicepresidente della Federal Reserve e presidente dell’FSB, ha dichiarato: “È tempo di portarlo a un nuovo livello e garantire di evitare una dannosa frammentazione del mercato”.

Ha affermato che è importante prevenire requisiti incoerenti, che sarà difficile correggere in futuro.

Nonostante le richieste degli investitori internazionali, possono continuare a sussistere differenze nelle modalità di comunicazione delle società.

In qualità di membro dell’FSB, l’Unione europea richiede alle aziende non solo di spiegare in che modo il cambiamento climatico influirà sulle loro prestazioni, ma anche in che modo le aziende stesse influiscono sull’ambiente, il che è troppo per molti paesi.

Questa settimana l’UE ha formulato ulteriori misure che potrebbero aprire nuovi orizzonti nella misurazione dei rischi del cambiamento climatico.

“Ciò garantirà che l’Unione europea rimanga il leader globale nella finanza sostenibile, il che contribuirà a mantenere il resto del mondo con noi”, ha affermato Maried McGuinness, capo dei servizi finanziari dell’UE.

L’FSB richiede che i ministri delle finanze del G20 e i governatori delle banche centrali si tengano in Italia questa settimana per sostenere la tabella di marcia in modo che tutte le decisioni sui rischi finanziari tengano adeguatamente conto dei cambiamenti climatici. Riferirà annualmente al G20 sui progressi nel coordinamento dei rischi legati al clima.

Segnalato da Hugh Jones, a cura di William McLean

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *