I repubblicani del Senato degli Stati Uniti hanno esortato a rinviare il voto bipartisan sulle infrastrutture Reuters

[ad_1]

© Reuters. Immagine del file: dopo l’annuncio dell’accordo infrastrutturale bipartisan a Capitol Hill a Washington, negli Stati Uniti, il 24 giugno 2021, il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer (D-NY) ha parlato con i giornalisti. REUTERS/Tom Brenner/Foto d’archivio

David Morgan

WASHINGTON (Reuters)-I repubblicani al Senato degli Stati Uniti lunedì hanno invitato il leader democratico Chuck Schumer a rinviare un voto procedurale sul pacchetto infrastrutturale bipartisan perché i negoziatori stanno lottando per trovare un modo per coprire il costo della misura.

Schumer ha detto la scorsa settimana che lunedì inizierà il processo di voto procedurale al Senato su un disegno di legge bipartisan per le infrastrutture da $ 1,2 trilioni, che è una parte fondamentale dell’agenda del presidente democratico Joe Biden.

Non è chiaro se il disegno di legge bipartisan otterrà i voti necessari per fare progressi mercoledì. Il senatore repubblicano Rob Portman, uno dei leader dell’organizzazione, ha affermato che se la legislazione non è ancora pronta, voterà contro il disegno di legge. Il leader repubblicano al Senato Mitch McConnell una volta ha detto che la camera alta non dovrebbe votare su un disegno di legge fino a quando il senatore non lo vede.

La senatrice repubblicana Susan Collins, uno dei legislatori coinvolti nei negoziati sulle infrastrutture bipartisan, ha dichiarato a Reuters che la scadenza di mercoledì di Schumer sembrava troppo ambiziosa, anche se i senatori dell’organizzazione hanno affermato di aver continuato a lavorare sulla legislazione.

Ha detto: “È più importante per noi proporre una proposta di legge di qualità che rimuoverlo dall’aria prima di una scadenza arbitraria”.

Il senatore John Thun, il secondo repubblicano alla Camera dei rappresentanti, ha esortato Schumer a rinviare il voto di mercoledì se la legislazione non sarà pronta per allora.

“Se avanza arbitrariamente prima che raggiungano effettivamente un qualche tipo di accordo, allora sì, tutto ciò che deve fare è ritardarlo e rendere l’accordo finale più difficile, penso. Quindi spero che ci riconsideri”, ha detto Thun ai giornalisti.

Thun ha dichiarato: “C’è ancora molta strada da fare per essere preparati”.

L’assistente di Schumer non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento sul possibile ritardo.

Schumer una volta disse che le infrastrutture si stanno sviluppando su due binari. Oltre alla prima linea bipartisan, il Partito Democratico sta portando avanti anche un diverso piano infrastrutturale da 3,5 trilioni di dollari, utilizzando uno strumento procedurale chiamato riconciliazione.

McConnell ha affermato che tutti i repubblicani al Senato e alla Camera dei rappresentanti voteranno contro il disegno di legge, il che significa che se il disegno di legge deve essere approvato, ogni democratico deve votare a favore. L’enorme disegno di legge ha suscitato disagio in alcuni esponenti moderati del partito.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi dei cambi non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *