I rivali della Cina con Boeing e Airbus si uniranno alla battaglia del cielo

[ad_1]

Dopo più di dieci anni di sviluppo e decine di miliardi di dollari di sostegno statale, il primo aereo passeggeri cinese sarà presto approvato da Pechino per iniziare i voli commerciali.

Con il lancio del C919 a canale singolo, un’industria dominata dall’Airbus europeo e dal suo concorrente americano Boeing affronta un nuovo concorrente con forti risorse finanziarie e stretti legami politici: il campione aerospaziale COMAC, sostenuto dallo stato.

COMAC ha lasciato l’industria dell’aviazione militare cinese nel 2008 e ha annunciato quasi 1.000 ordini e opzioni di aeromobili, principalmente da clienti nazionali. Il primo lotto di voli consegnati a China Eastern Airlines sarà consegnato entro la fine di quest’anno.

Secondo le stime dell’American Think Tank Strategy and International Research Center, Pechino non ha nascosto il suo desiderio di rompere il duopolio dei giganti occidentali e aiutare C919 a svilupparsi senza intoppi attraverso un sostegno statale fino a 72 miliardi di dollari.

L’importanza strategica del progetto ha spinto i primi ordini. David Yu, un esperto di finanziamento delle compagnie aeree presso China Aviation Valuation Advisors, che insegna anche alla New York University di Shanghai, ha affermato che sebbene le compagnie aeree cinesi “non abbiano un chiaro obbligo” di acquistare l’aereo, “credo che ci siano forti raccomandazioni”. stato.

Airbus e Boeing sono in competizione da decenni per la quota di mercato e il grado di sostegno reciproco del governo.C’è voluta una minaccia comune Metti da parte le loro differenze Metti fine alla disputa durata 17 anni dell’Organizzazione mondiale del commercio sui sussidi in risposta ai loro nuovi concorrenti.

Sebbene il piano sia stato ripetutamente rinviato e potrebbe essere rinviato di nuovo, ci sono segnali che l’investimento di Pechino abbia iniziato a dare i suoi frutti. L’amministratore delegato di Airbus Guillaume Faury ha recentemente riconosciuto l’ascesa di COMAC. Ha dichiarato in un evento del settore: “Entro la fine di questo decennio, potremmo passare da un duopolio a un tripolio. Almeno su un singolo canale”.

Il C919 non può eguagliare le ultime versioni della serie Airbus A320 o Boeing 737 in termini di efficienza del carburante o autonomia. Ma la più grande preoccupazione dei gruppi occidentali è che le future iterazioni potrebbero ridurre notevolmente gli ordini dalla Cina.

Si prevede che il paese diventerà il più grande mercato dell’aviazione al mondo. Boeing prevede che solo nei prossimi 20 anni le compagnie aeree del Paese acquisteranno un totale di 8.600 nuovi aeromobili.

“COMAC non rappresenta una minaccia per nessuno al di fuori della Cina”, ha affermato Richard Aboulafia, vicepresidente della società di consulenza aeronautica Teal Group. “Ma la Cina è il più grande mercato di esportazione del pianeta”.

guerra commerciale

L’arrivo di COMAC arriva in un momento in cui le tensioni commerciali tra l’Occidente e la Cina si sono intensificate e i dirigenti dell’industria occidentale sono preoccupati per l’aumento del protezionismo a Pechino.

“Questo è un gioco politico… Se investi di più in Cina, compreremo più aerei”, ha detto una persona.

Dipendenti che lavorano sull'aereo di linea C919
Dipendenti che lavorano sull’aereo di linea C919 © Aly Song/Reuters

Sei mesi dopo che i regolatori occidentali hanno revocato il divieto sul Boeing 737 Max, il divieto è stato sospeso dopo due incidenti mortali nel 2018 e nel 2019, ma Pechino non ha ancora seguito l’esempio.

“Se dura troppo a lungo, ne pagherò il prezzo”, ha detto il mese scorso il CEO di Boeing Dave Calhoun in una conferenza. “Ho pagato il prezzo perché sono la parte più grande della crescita del settore nel mondo… Se non riusciamo a trovare una tale struttura commerciale, i prossimi anni ci causeranno problemi reali”.

Un dirigente dell’aviazione cinese ha affermato che Airbus “potrebbe essere più facile politicamente al momento”. “Boeing, dobbiamo osservare come si sviluppa il rapporto commerciale”.

Per i fornitori occidentali di COMAC, queste tensioni commerciali possono diventare complicate, poiché questi fornitori forniscono la maggior parte dei componenti chiave del C919.La società collegata a COMAC è una delle dozzine di gruppi tecnologici di difesa e sorveglianza cinesi negli Stati Uniti Elenco delle sanzioni In vigore dal prossimo mese. Il Financial Times ha contattato diversi fornitori, ma nessuno ha commentato se non per confermare il proprio ruolo su C919.

Entro il 2030, la quota della Cina della flotta mondiale di jet salirà a quasi un quinto

Il consulente senior del CSIS Scott Kennedy ha dichiarato: “Sarà molto difficile per i fornitori affrontare i problemi attuali”. “Devono sempre puntare l’orecchio verso Washington”.

Le sfide di COMAC

C919 C’è ancora una strada da percorrere prima del paradiso. Anche se è certificato dall’agenzia di regolamentazione cinese, COMAC ha la capacità di fornire supporto per l’aeromobile durante il suo servizio.

Rob Morris, Head of Consulting di Ascend by Cirium, ha dichiarato: “Il successo nel campo degli aerei commerciali dipende non solo dal design, dalla produzione, [certify] Durante la consegna dell’aeromobile, deve anche essere in grado di supportare il funzionamento 24/7/365 dell’aeromobile per tutto il suo ciclo di vita. “

Robert Thomson di Roland Berger, una società di consulenza gestionale, ha affermato che aumentare la produzione può essere complicato.

L'istogramma (%) della previsione di crescita del traffico passeggeri dal 2019 al 30 mostra che il numero di aerei di linea cinesi quasi triplicherà nei prossimi 20 anni

“Airbus ha impiegato più di 10 anni per raggiungere il livello di 30 A320 al mese e l’azienda ha tutta l’esperienza precedente… È inoltre necessario disporre di un design e di capacità stabili nella catena di fornitura di ogni parte”.

Affinché C919 sia competitivo a livello globale, deve anche essere approvato dalla Federal Aviation Administration degli Stati Uniti e dall’Agenzia per la sicurezza aerea dell’Unione europea.

Easa ha dichiarato al “Financial Times” britannico che la sua certificazione C919 è iniziata nel luglio 2016 e che “non esiste un lasso di tempo minimo per la verifica dei grandi velivoli da trasporto”.

“Data la complessità di questo prodotto… il tempo richiesto per la verifica può variare notevolmente, ma di solito sono necessari dai cinque ai sette anni”, ha aggiunto.

Dov’è il prossimo?

Gli Stati Uniti e l’Unione Europea non hanno ancora raggiunto un accordo sui dettagli del fronte unito con la Cina, comprese questioni come la protezione della proprietà intellettuale.

Attualmente, COMAC ha bisogno dell’esperienza dei fornitori occidentali. Man mano che il paese sviluppa capacità interne, questa situazione potrebbe cambiare.

Persone in un aeroporto affollato
La Cina è pronta a diventare il più grande mercato dell’aviazione del mondo © Yoshio Tsunoda/AFLO via Reuters

La maggior parte degli analisti ritiene che il mercato cinese sarà abbastanza grande nei prossimi 20 anni per supportare la consegna ragionevole di C919 e Airbus A320neos e Boeing 737 Max.

Molto dipende dalla politica. Aboulafia di Teal crede che la vera forza trainante del C919 sia la ricerca di Pechino di “coprire un futuro che sia disaccoppiato dall’Occidente”.

Ha detto che la recente tregua tra Stati Uniti e Unione Europea non può impedire a questo Paese asiatico di chiudere i suoi mercati all’Occidente, ma dovrebbe almeno impedire alla Cina di “giocare tra di loro”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *