I talebani afghani si impadroniscono del confine con il Pakistan, facendo progressi significativi Reuters

[ad_1]

2/2

© Reuters. Foto d’archivio: 13 luglio 2021, provincia di Kandahar, Afghanistan Una polizia assediata da un posto di blocco circondato dai talebani ha visto un convoglio di forze speciali afgane durante una missione di salvataggio. La foto è stata scattata il 13 luglio 2021. REUTERS/Siddiqui . danese

2/2

Autori: Abdul Qadir Sediqi e Orooj Hakimi

Kabul (Reuters)-Militanti talebani in Afghanistan hanno preso il controllo di un importante valico di frontiera con il Pakistan mercoledì e con il ritiro delle truppe statunitensi hanno raggiunto un obiettivo strategico chiave durante il rapido progresso del Paese.

Un funzionario pakistano ha affermato che gli insorti talebani hanno tolto la bandiera del governo afghano dall’alto del cancello dell’amicizia al valico di frontiera tra la città pakistana di Chaman e la città afghana di Wesh.

Il valico di frontiera si trova a sud della città principale di Kandahar, nell’Afghanistan meridionale, ed è il secondo punto di ingresso più trafficato per il paese senza sbocco sul mare e la principale arteria commerciale tra la sua vasta regione sudoccidentale e il porto marittimo del Pakistan. Secondo i dati del governo afghano, questa rotta è utilizzata da 900 camion ogni giorno.

Dopo che gli insorti e le forze governative afghane hanno combattuto ferocemente vicino a Vesh, l’acquisizione dei talebani ha costretto il Pakistan a bloccare parte del confine con l’Afghanistan.

Funzionari afgani hanno dichiarato che le forze governative hanno respinto i talebani e hanno preso il controllo dell’area di confine di Spinboldak nella provincia di Kandahar. Ma civili e funzionari pakistani hanno affermato che i talebani controllavano il valico di Vesh.

Un funzionario della sicurezza pakistano dispiegato nell’area di confine ha dichiarato: “Weesh, che è importante nel commercio tra Afghanistan e Pakistan e altri paesi, è stato catturato dai talebani.” Un portavoce dei talebani ha confermato che Wesh è stato catturato dagli insorti.

Funzionari di Chaman hanno detto che i talebani hanno sospeso tutti i viaggi attraverso il cancello.

Nei giorni scorsi i talebani hanno occupato altri importanti valichi di frontiera nelle province di Herat, Farah e Kunduz a nord ea ovest. Shafiqullah Attai, presidente della Camera di commercio e investitori afghani nella capitale, Kabul, ha affermato che il controllo dei posti di frontiera consente ai talebani di raccogliere entrate.

“Il reddito ha iniziato a fluire verso i talebani”, ha detto Artest a Reuters, anche se non poteva stimare quanto fosse il loro reddito.

I talebani hanno iniziato a governare l’Afghanistan con pugno di ferro nel 1996 fino a quando l’invasione americana non li ha espulsi dopo l’attacco agli Stati Uniti dell’11 settembre 2001. Da allora, hanno combattuto per rovesciare il governo di Kabul appoggiato dall’Occidente.

Le truppe straniere si sono ritirate a causa dell’obiettivo di settembre e stanno rinnovando la loro spinta per accerchiare la città e occupare il territorio quando i colloqui di pace si sono fermati.

Il presidente promette di spezzare la spina dorsale dei talebani

Dopo che i talebani hanno cacciato le forze governative da diverse aree, martedì il presidente Ashraf Ghani si è recato nella provincia settentrionale di Balkh per valutare la situazione della sicurezza.

Secondo Tolo News, il 72enne Ghani ha incontrato i civili e ha assicurato loro che “la spina dorsale dei talebani sarà distrutta” e che le forze governative riprenderanno presto tutte le aree occupate dai militanti.

Nella provincia occidentale di Herat, un funzionario della sicurezza ha affermato che militanti talebani hanno sparato diversi colpi di mortaio contro la diga di Salma, un importante progetto idroelettrico e di irrigazione.

Funzionari della National Water Regulatory Authority hanno invitato i talebani a trattare la diga come “un tesoro nazionale (cioè la proprietà comune di tutti e non dovrebbe essere danneggiata in un conflitto militare”.

Le dighe finanziate dall’India possono generare più di 40 megawatt di elettricità e aiutare ad irrigare più di 75.000 ettari di terreno nella regione.

Il vicepresidente Amrullah Saleh ha affermato che i talebani stanno costringendo i membri delle minoranze minoritarie a convertirsi all’Islam oa lasciare le loro case nella provincia settentrionale di Badakhshan.

Ha twittato: “Questi sono i Krgi etnici che vivono lì da secoli… Ora stanno (attraversando il confine) aspettando il loro destino in Tagikistan”.

La Missione delle Nazioni Unite in Afghanistan ha affermato che con l’espandersi dei combattimenti sta prestando sempre più attenzione alle segnalazioni di violazioni dei diritti umani. La delegazione ha dichiarato in una nota: “Le denunce di uccisioni, abusi, persecuzioni e discriminazioni sono diffuse e inquietanti, creando paura e insicurezza”.

Gli afghani istruiti, in particolare le donne e le ragazze che erano state bandite dalla scuola e dalla maggior parte del loro lavoro sotto il dominio dei talebani, sono rimasti scioccati dal loro rapido sviluppo e dalla minoranza che è stata perseguitata sotto la dura interpretazione dell’Islam sunnita da parte dei talebani Lo stesso vale per i membri dell’Islam sunnita. minoranze etniche e settarie.

Un portavoce dei talebani ha rifiutato di accettare le loro accuse di abuso di potere e ha affermato che se i talebani fossero tornati al potere, le donne non sarebbero state abusate.

La delegazione delle Nazioni Unite ha dichiarato: “Il modo migliore per porre fine ai danni ai civili è rilanciare i negoziati di pace per raggiungere una soluzione negoziata”.

Come parte dell’accordo di ritiro degli Stati Uniti, i talebani hanno promesso di negoziare con i loro oppositori afgani. Tuttavia, durante diversi round di negoziati in Qatar, il cessate il fuoco non ha fatto quasi alcun progresso.

Mentre i diplomatici occidentali esortano le parti opposte a lavorare per un accordo di condivisione del potere, i politici di alto livello a Kabul si stanno preparando a recarsi in Qatar per ulteriori colloqui questo mese.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *