I titoli dei mercati emergenti sono appena stati declassati. Supervisione responsabile in Cina.

[ad_1]

dimensione del font

Alcuni titoli cinesi quotati negli Stati Uniti sono scesi. L’immagine sopra è una scena della Borsa di New York.

Borsa Valori di New York

Azioni dei mercati emergenti Il motivo del declassamento è che le repressioni regolamentari della Cina stanno aumentando e non possono essere ignorate, e le azioni cinesi rappresentano gran parte delle società di monitoraggio dell’indice nei paesi in via di sviluppo.

di Hong Kong

L’indice Hang Seng è sceso di quasi il 20% dal suo picco dal 17 febbraio al 2021 Nel tardo pomeriggio di martedì, gli investitori si sono adeguati alla mossa di Pechino, che costringerà alcuni La società di formazione diventa un’organizzazione senza scopo di lucro, Richiedere Il servizio di consegna paga almeno il salario minimo al corriere, E limitare il finanziamento di alcune società. Ma da allora, è rimbalzato, salendo di quasi il 5% dai minimi.

Questo è parte del problema. Mercoledì sera, Truist ha declassato le azioni dei mercati emergenti, contrassegnandole come “meno attraenti” e citando il rimbalzo di questa settimana.

Sebbene i prezzi delle azioni cinesi siano scesi dai minimi, le prospettive degli utili potrebbero peggiorare. Keith Lerner, chief market strategist di Truist, ha scritto: “Man mano che la repressione si estende ad altre aree come le società educative, le nostre preoccupazioni aumenteranno e potrebbero esserci altri settori mirati. “È possibile. Porterà a un’ulteriore debolezza degli utili. ”

Ha detto che è difficile prevedere quanto diminuiranno i guadagni, ma il declino significa facilmente che gli investitori non saranno disposti a pagare così tanto per le azioni cinesi. Alcuni titoli cinesi quotati negli Stati Uniti hanno perso terreno.

Le ragioni della scarsa performance del mercato azionario cinese possono significare lo stesso per i mercati emergenti in generale, poiché il mercato azionario cinese rappresenta gran parte della classe di attività. Lerner ha sottolineato che la Cina ha un grande peso nell’indice dei mercati emergenti.

Le azioni cinesi rappresentano il 38% dell’indice MSCI Emerging Market. Dall’indice Hang Seng che ha raggiunto i massimi del 2021 ai minimi recenti,

iShares MSCI Emerging Market

Gli Exchange Traded Fund (EEM) sono scesi del 13%.

Gli investitori stanno acquistando sui cali, ma ha senso continuare a concentrarsi sugli utili delle società cinesi che sono vulnerabili ai cambiamenti normativi.

Scrivere a editors@barrons.com

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *