I valori G7 sono più forti dei contanti

[ad_1]

Da quando è stato eletto Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden non ha perso l’occasione di dichiarare”L’America è tornata“. Il messaggio di base del vertice del G7 che si è appena concluso in Cornovaglia può essere riassunto come “L’Occidente è tornato”. contatto con il resto del mondo. .

Questo è il primo vertice dei paesi del Gruppo dei Sette (G7) tra cui Stati Uniti, Giappone, Regno Unito, Francia, Germania, Canada e Italia dallo scoppio della nuova epidemia di polmonite coronarica e dal fallimento di Donald Trump.Ma anche se i leader dell’assemblea della Cornovaglia hanno mostrato Ambizioso, Il vertice ha lasciato una grande domanda sul fatto che la consegna del G7 sia coerente con la sua retorica.

I problemi di consegna hanno avvolto molte delle principali questioni discusse dal G7, inclusi vaccini, clima e sforzi per costruire infrastrutture internazionali per competere con l’iniziativa cinese “One Belt, One Road”.

In termini di vaccini, G7 impegnato con Fornire 1 miliardo di dosi di vaccino ai paesi in via di sviluppo entro un anno.Ma questo numero impressionante potrebbe essere ancora troppo basso è troppo tardiL’Organizzazione Mondiale della Sanità ha Dire Il mondo ha bisogno di 11 miliardi di dosi di vaccino per combattere efficacemente il Covid-19. Il lancio potrebbe richiedere 18 mesi significherà più morti e abbastanza tempo per sviluppare nuovi ceppi di virus resistenti al vaccino.

La concorrenza con la Cina è il tema alla base della maggior parte del vertice del G7. Ma è probabile che il governo cinese prometta di fornire più vaccini del G7 al resto del mondo.Tuttavia, gli estranei hanno interrogato effetto L’emergere di vaccini cinesi può significare che questa è una benedizione mista.

La determinazione del G7 di opporsi alla crescente influenza globale della Cina si riflette più chiaramente nel sostegno del gruppo all’Occidente per sostituire l’iniziativa cinese “Belt and Road” per costruire infrastrutture nei paesi in via di sviluppo.L’idea è Opzioni G7 Fornirà standard ambientali più elevati e una maggiore trasparenza in materia di prestiti e governance.

Ma potrebbe anche fornire meno finanziamenti: il comunicato del G7 è diventato chiaramente ambiguo su questo punto.Allo stesso tempo, le banche e le aziende cinesi stanno già lavorando duramente su progetti iconici in tutto il mondo, come la costruzione di un nuovo Capitale dell’Egitto.

Oltre agli annunci e ai titoli, c’è una domanda più profonda su quanto sia unito il mondo occidentale nella sua determinazione di opporsi alle forze cinesi. Anche ai margini del G7, le lingue parlate negli Stati Uniti e in Giappone sono nettamente più forti di quelle degli europei.

I quattro paesi invitati a far parte del Gruppo dei Sette della Cornovaglia, in particolare India e Australia, sono chiaramente importanti per qualsiasi tentativo di organizzare un mondo democratico contro la Cina. Ma poco prima del vertice del G7, il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato: Enfatizzare L’Europa deve mantenere “l’indipendenza nella nostra strategia nei confronti della Cina”. Il cancelliere tedesco Angela Merkel (Angela Merkel) e persino Boris Johnson (Boris Johnson) concordano in una certa misura con questo punto di vista. Un funzionario arrabbiato di una potenza alleata ha descritto il primo ministro britannico come “che spera ancora di ottenere la sua torta e mangiarla in Cina”.

Il G7 non può evitare la realtà che la cooperazione della Cina è essenziale per combattere il cambiamento climatico. Ciò che i leader riuniti in Cornovaglia hanno cercato di fare è stato fornire una guida per gli sforzi globali. Hanno annunciato un piano ambizioso per chiudere al più presto le centrali elettriche a carbone inquinanti e proteggere il 30% della terra e del mare della terra entro il 2030. La Gazzetta ufficiale è inevitabilmente carente di dettagli. Ma la gente dubita ancora che i passi effettivi per raggiungere questi obiettivi potrebbero non arrivare presto.

Dopo la Cornovaglia, la tappa successiva di Biden è stata il vertice della NATO a Bruxelles, quindi l’incontro con il presidente russo Vladimir Putin. Il Bollettino G7 afferma chiamata Indagini sull’uso di armi chimiche sul territorio russo e condanna della tolleranza della Russia nei confronti degli attacchi ransomware lanciati dal suo territorio. Si spera che Putin sia impressionato dalla determinazione e dall’unità occidentali mostrate dalla Cornovaglia e da Bruxelles.

Il vertice del G7 di quest’anno ha creato un netto contrasto con l’era Trump, quando il presidente degli Stati Uniti sembrava più propenso a incitare le differenze con i vecchi alleati che a mostrare unità. Anche Johnson, che è amico di Trump, può essere sincero quando descrive Biden come una “bocca d’aria fresca” per l’alleanza occidentale.

Putin – e il presidente cinese Xi Jinping – noteranno che con l’uscita di Trump dalla Casa Bianca, la situazione nell’alleanza occidentale è cambiata in modo significativo. Ma i leader di Russia e Cina saranno intimiditi o puniti? Forse non ancora.

gideon.rachman@ft.com

Segui Gideon Rachman Il mio FT e in Twitter



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *