I vincitori del Premio Nobel si riferiscono alla crittografia come a uno “schema Ponzi”. Così? Da DailyCoin

[ad_1]

I vincitori del Premio Nobel si riferiscono alla crittografia come a uno “schema Ponzi”. Così?

  • Dopo aver mostrato segni di elevata volatilità, è stato criticato.
  • Bitcoin è una riserva di valore e non ha funzioni valutarie.
  • Nell’attuale ambiente digitale, altri pagamenti digitali forniscono più casi d’uso.

I disaccordi creano uno scenario per un sano dibattito sulle attuali attività globali che influenzano il panorama socio-economico. D’altra parte, le opinioni unilaterali su argomenti che alcune persone potrebbero non comprendere appieno non saranno ben accette da chiunque sia appassionato o capisca veramente il valore della blockchain o della valuta digitale.

Le opinioni “diverse” di Paul Krugman sulla crittografia

A maggio, Paul Krugman, vincitore del Premio Nobel 2008 per l’economia e editorialista del New York Times, ha pubblicato un articolo definendo le criptovalute uno “schema Ponzi di vecchia data”.

Dopo che tre istituzioni cinesi sostenute dal governo hanno ribadito le loro posizioni sulle criptovalute, le sue dichiarazioni e commenti sul New York Times sono stati pubblicati dopo che il valore più alto di tutti i tempi di Bitcoin è sceso di quasi il 50%.

L’autoproclamato “scettico sulle criptovalute” si è a lungo opposto alle risorse digitali, confrontando i metodi di pagamento di criptovaluta con il gold standard. In precedenza aveva ipotizzato che la crittografia fosse una forma di regressione, regredendo il sistema monetario per 300 anni.

È interessante notare che ogni volta che il sentimento del mercato delle criptovalute diminuisce, i suoi commenti tendono a diventare realtà.

Ha sottolineato nell’articolo che Bitcoin non ha usabilità al di là della speculazione sui prezzi, quindi lo ha confrontato con uno schema Ponzi, aggiungendo che “i prezzi di queste attività continuano a salire, facendo guadagnare molti soldi ai primi investitori e il loro successo continua Attratto da nuovi investitori».

In sostanza, ha paragonato il successo di Bitcoin con il miraggio dell’avidità e il programma “diventa ricco in fretta”.

Secondo Paul Krugman, la criptovaluta è una tecnologia che non può essere integrata nella struttura della società. perché? Poiché la “blockchain” non svolge funzioni di valuta, non è possibile acquistare una casa con criptovaluta.

Sebbene ci sia del vero in queste parole, ci sono casi in cui sono accettati pagamenti in criptovaluta. Ad esempio, non molto tempo fa, Tesla (NASDAQ:) ha accettato Bitcoin come metodo di pagamento. Inoltre, il processore di pagamento NOWPayments ha recentemente aggiunto ADA come metodo di pagamento in criptovaluta.

Krugman ha continuato a sottolineare che altri pagamenti digitali alternativi, come Venmo, gli consentono di condurre queste attività economiche. Nel suo successivo articolo ridicolizzato, ha sottolineato che altri prodotti e servizi tecnologici ampiamente utilizzati, come Zoom, iPad e Venmo, sono diventati tutti parti coinvolgenti delle nostre norme sociali.

Sebbene la sua tesi all’inizio sembrava valida, il marketing ha svolto un ruolo intrinseco nell’integrazione di tali tecnologie nei nostri stili di vita. Non va dimenticato che Bitcoin è diventato naturalmente popolare attraverso le dinamiche della domanda e dell’offerta, e i prodotti digitali sopra menzionati sono rivolti a un pubblico specifico e sono a scopo di lucro. Non sono necessariamente comparabili.

d’altro canto

  • Il White Paper di Chainlink 2.0 spiega come gli oracoli decentralizzati possono integrare efficacemente i dati off-chain con la blockchain.
  • Paul Krugman ha vinto il Premio Nobel per la sua interpretazione dei modelli commerciali internazionali.
  • Sia la valuta fiat che la criptovaluta risolvono due problemi sociali molto diversi.
  • La regolamentazione del governo può creare un quadro giuridico che consente di integrare la criptovaluta nell’uso quotidiano.
  • Secondo un ex funzionario della CIA, la criptovaluta è “il vangelo della sorveglianza” e non viene utilizzata solo per attività illegali.

In effetti, alla gente piace Internet!

Sebbene Bitcoin sia stato precedentemente criticato per non svolgere funzioni valutarie “regolari”, la ricerca ha dimostrato che Bitcoin è considerato dalla società come una riserva di valore a causa della sua volatilità. Paul Krugman si è vantato nella sua colonna perspicace che 12 anni sono “l’eternità tecnologica” e che la blockchain dovrebbe ora essere in grado di integrarsi. Ha inoltre sottolineato che non è stata ancora sviluppata una “killer app” che incorpori la criptovaluta nelle nostre attività quotidiane.

La rubrica di Mr. Krugman è stata severamente criticata dalla comunità delle criptovalute.

In un tweet dopo la pubblicazione del suo articolo, ha affermato che “questo causerà molto odio”. Particolare enfasi è posta sulla precedente affermazione di Krugman, che confronta l’influenza di Internet sulla società con l’influenza del “fax”.

L’economista ha anche affermato che Internet dovrebbe rallentare perché “le persone non hanno nulla da dirsi”. E i risultati accademici del signor Krugman sono ben meritati; alcune delle sue affermazioni sulla tecnologia mancano della base necessaria per la validità.

Da un punto di vista fondamentalista e degli attuali standard economici, Bitcoin e criptovaluta sembrano non avere alcun valore intrinseco, ma la separazione dal concetto di utilizzo è miope, perché Ethereum sta conducendo attivamente transazioni e rappresenta tale Esempi di utilizzo della crittografia sono nella DeFi ecosistema.

Sebbene Paul Krugman possa supportare la superiorità dei modelli economici tradizionali, le criptovalute hanno mostrato la capacità di minare le precedenti concezioni del valore e della proprietà della valuta.

E-mail newsletter

Iscriviti per ottenere l’altro lato della crittografia

Aggiorna la tua casella di posta e invia le nostre scelte dell’editore DailyCoin direttamente alla tua casella di posta una volta alla settimana.

[contact-form-7]

Puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento con un solo clic.

Continua a leggere DailyCoin



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *