I watchdog sono in allerta dopo l’impennata delle criptovalute

[ad_1]

L’industria delle criptovalute è diventata così grande e ha preso così tanti rischi che i governi di tutto il mondo se ne sono accorti.

Il 24 agosto, il prezzo della transazione Bitcoin ha superato i $ 50.000; il suo valore totale ora supera i $ 900 miliardi, superando tutte le società tranne poche. Le valute digitali chiamate stablecoin hanno aumentato il volume delle transazioni e delle emissioni. I grandi scambi di criptovaluta in Asia offrono scommesse 100 a 1, di solito per i commercianti in paesi in cui il prodotto non è legale.

Dopo anni di relativa negligenza, i regolatori e i legislatori stanno lottando per recuperare il ritardo, ma non è facile. Il loro obiettivo è controllare un’industria ribelle che ha adottato il modello del mondo tecnologico e implementa attivamente nuovi prodotti per raccogliere rapidamente gli utenti, spesso utilizzando la conformità normativa come un ripensamento.

Alcune delle più grandi società di criptovalute stanno affrontando una pressione crescente. Nelle ultime settimane, Binance, il più grande scambio di criptovalute al mondo, è stato bandito o messo in guardia dall’offrire determinati investimenti in criptovaluta nel Regno Unito, in Italia, in Germania, nei Paesi Bassi, in Giappone e a Hong Kong. Il 20 agosto ha affermato che tutti i nuovi utenti devono fornire documenti di identità e le proprie foto per verificare la propria identità. Un altro grande exchange, BitMEX, ha pagato $ 100 milioni per risolvere un’indagine normativa statunitense che coinvolgeva accuse di vendita illegale di derivati ​​e conformità antiriciclaggio.

leggere Bitcoin rimbalza sopra $ 50.000: questo è ciò che pensano gli esperti

Tuttavia, ispirati dall’aumento di valore e dall’interesse per i suoi prodotti negli ultimi 18 mesi, pochi operatori del settore si aspettano che il mondo delle criptovalute cambi improvvisamente il suo approccio. I regolatori stanno esaminando il settore in modi senza precedenti, ma finora il coordinamento sembra essere limitato e le principali giurisdizioni stanno adottando approcci molto diversi.

“Questo è un boom terrestre”, ha affermato Preston Byrne, partner di Anderson Kill PC, che ha consigliato aziende tecnologiche, comprese quelle che si concentrano sulle criptovalute. “Alcune persone nella criptovaluta credono che muoversi velocemente e infrangere le regole sia il modo giusto, giusto o sbagliato che sia. Finora, questo approccio sembra aver creato alcune grandi aziende davvero impressionanti.”

I punti critici includono la protezione degli investitori, il rispetto delle norme antiriciclaggio e sul finanziamento del terrorismo, l’accesso alle infrastrutture bancarie e di pagamento e l’evasione fiscale.

Rendi il compito più difficile: la crittografia è un mercato globale, ma gli Stati Uniti, l’Europa e la Cina hanno adottato approcci normativi diversi. I regolatori statunitensi hanno multato i progetti crittografici che eludono le regole di protezione degli investitori e l’Europa sta formulando regole speciali che richiedono tempo per essere implementate. La Cina ha colpito, ma lo scambio ha aperto negozi in luoghi più amichevoli nelle vicinanze.

Hong Kong è sempre stata un rifugio così sicuro, ma uno degli imprenditori di criptovalute in più rapida crescita della città ha affermato che, se necessario, avrebbe ritirato le sue azioni e sarebbe andato altrove.

leggere PayPal lancia la criptovaluta nel Regno Unito

Il CEO di FTX Sam Bankman-Fried ha dichiarato: “Siamo felici di collaborare alla cooperazione in materia di licenze a Hong Kong, in modo da poter avere una presenza formale reale a Hong Kong”. Kong. [countries] Coloro che sono entusiasti della crittografia. “

Quello che segue è lo stato attuale della regolamentazione globale delle criptovalute:

America

Gary Gensler, presidente della Securities and Exchange Commission statunitense Chiamare la crittografia il “Wild West” Ha anche detto che più attività dovrebbero essere supervisionate dal governo.

In un recente incontro con il gruppo di lobby del settore Blockchain Association, Gensler ha promesso che se gli scambi e altre società continueranno a fornire risorse senza rispettare le regole appropriate, saranno prese misure disciplinari più severe.

“Puoi pensarlo come una supervisione delle forze dell’ordine”, ha detto Gensler all’organizzazione. Secondo il riepilogo della riunione, giornale di Wall Street“Lo chiamo solo convincere le persone a seguire le regole.”

Un portavoce dell’associazione ha affermato che l’organizzazione supporta “guardrail normativi intelligenti” e collabora con i regolatori per “stabilire regole chiare affinché l’industria possa andare avanti”.

Il presidente della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha detto alla senatrice Elizabeth Warren in una lettera del 5 agosto che ha anche affermato che potrebbero essere necessari nuovi poteri per “impedire che transazioni, prodotti e piattaforme cadano in scappatoie normative”.

Questo passaggio dipende dal fatto che il Congresso approvi una legislazione per espandere i poteri della SEC o formulare regolamenti speciali per la crittografia. Il Congresso è fuori dalla portata di qualsiasi tipo di cambiamento perché ha una lenta comprensione di come funziona l’industria.

leggere Chi vincerà la competizione Bitcoin ETF negli Stati Uniti?

I regolatori, inclusa la Federal Reserve, stanno studiando intensamente le stablecoin, che sono asset crittografici progettati per imitare il valore del dollaro USA. Semplificano il commercio di risorse crittografiche come Bitcoin.

Le monete stabili sono ancorate a 1 dollaro USA e alcuni emittenti hanno precedentemente affermato che i loro token sono completamente supportati da riserve in dollari USA. Tether, la stablecoin più utilizzata, ha rivelato all’inizio del 2019 che le sue riserve includono attività diverse dalla liquidità, compresi i pagamenti relativi a prestiti concessi a terzi. Tether ora afferma che le attività che supportano il suo valore includono debito commerciale a breve termine e certificati di deposito.

Coinbase Global afferma sul suo sito Web che, per un’altra valuta stabile, USD Coin, ogni valuta stabile è “supportata da 1 dollaro USA detenuto in un conto bancario”. Circle Internet Financial ha stabilito una partnership con Coinbase per sviluppare il token.È stato rivelato il mese scorso che USDC è supportato anche da commercial paper, obbligazioni societarie e certificati di deposito. Coinbase ha dichiarato il 22 agosto che entro settembre le riserve a sostegno dell’USDC saranno interamente in contanti e debito del governo statunitense a breve termine.

I regolatori, tra cui Gensler, hanno affermato che le stablecoin, poiché sono supportate da titoli, possono qualificarsi come investimenti che dovrebbero essere regolamentati.

leggere Binance affronta rivendicazioni legali perché i trader hanno raccolto $ 5 milioni in fondi per l’operazione

“Le persone sono state ferite e senza queste protezioni di base per gli investitori, più persone saranno ferite”, ha detto Gensler in un’intervista.

Europa

L’Europa non ha posto le risorse crittografiche sotto le normative esistenti, ma ha preso provvedimenti per redigere nuovi codici per investitori e sviluppatori.

Conosciuto come Crypto Asset Market Regulation o MiCA, il piano della Commissione Europea regolerà gli scambi di criptovalute, compresi gli standard per la regolamentazione delle frodi, la garanzia della trasparenza e la definizione di standard di governance. Proibirà inoltre il pagamento di interessi su alcuni tipi di depositi di stablecoin e richiederà alle stablecoin esistenti di chiedere l’autorizzazione per il commercio all’interno dell’UE.

Alcuni credono che i paesi debbano impedire che le stablecoin si radicano nel più ampio sistema finanziario.

“Se aspettiamo troppo a lungo, diventeranno troppo grandi per fermarsi. Si tratta di proteggere la sovranità del nostro Paese”, ha affermato Corrado Passera, CEO di Illimity Bank SpA, una banca digitale italiana ed ex CEO di United São Paulo Bank.

La maggior parte degli altri emittenti di risorse crittografate deve presentare white paper che rivelano l’uso delle valute digitali e il loro funzionamento. I regolatori nazionali che esamineranno questi documenti possono sospendere l’emissione di token o richiedere maggiori informazioni.

Le aziende che forniscono servizi come transazioni, consulenza sugli investimenti e protezione patrimoniale devono ottenere l’approvazione statale prima di poter operare. Dovranno inoltre affrontare normative in materia di sicurezza e governance delle informazioni.

Linda Jeng, ex regolatore della Fed e attuale leader politico presso Transparent Financial Systems, una società di software di pagamento digitale, ha affermato che gli sforzi dell’UE per regolamentare le risorse crittografiche sono coerenti con la sua maggiore attenzione all’open banking.

La proposta deve ancora essere approvata dai rappresentanti degli Stati membri e dal Parlamento europeo e potrebbe non entrare in vigore per diversi anni.

leggere Il boss di Bitstamp di Dogecoin: non elencheremo le criptovalute che “si sono schiantate su tweet miliardari”

Nel Regno Unito, la maggior parte delle normative sulle criptovalute si concentra sulla prevenzione del riciclaggio di denaro e del finanziamento del terrorismo. Le aziende che operano nel Regno Unito devono registrarsi presso la propria autorità di condotta finanziaria e fornire informazioni dettagliate sui propri sistemi tecnici e su come possono mitigare e prevenire il riciclaggio di denaro e altri rischi.

Alcune aziende hanno ritirato le loro domande dopo aver realizzato quante informazioni dovevano fornire alle autorità di regolamentazione e hanno cercato altri paesi con meno restrizioni.

La FCA vieta anche la vendita di derivati ​​crittografici ai consumatori al dettaglio e ha recentemente affermato che Binance non deve condurre alcuna attività regolamentata nel Regno Unito.

Dopo che la FCA ha emesso un avviso, Binance ha aggiornato i suoi termini di utilizzo per vietare ai singoli investitori britannici di negoziare i suoi derivati.

Asia

La Cina è il luogo di nascita di alcuni dei più grandi scambi di criptovalute del mondo, tra cui Binance e Huobi. Altri importanti scambi di criptovalute, tra cui FTX e BitMEX, si trovano o hanno dipendenti vicino a Hong Kong.

Ma la situazione si è ribaltata. Nel maggio di quest’anno, una potente agenzia di regolamentazione nazionale in Cina ha promesso di reprimere l’estrazione e il commercio di Bitcoin e la Banca centrale cinese in seguito ha ordinato alla sua più grande banca e processore di pagamento di svolgere un ruolo attivo nello sradicamento delle attività legate alle criptovalute.

“Vogliono stabilità finanziaria e stabilità sociale a tutti i costi”, ha affermato Mira Cristanto, analista di ricerca di Messari.

Quando la Cina è indifferente alle criptovalute, Hong Kong e Singapore diventano punti caldi. Gli investitori americani di solito hanno accesso a questi scambi, anche se i loro prodotti sono illegali negli Stati Uniti. Gli analisti hanno collegato gli utenti statunitensi con gli scambi esteri, tra cui FTX, che hanno affermato di aver inasprito le procedure per bloccare gli utenti statunitensi.

“È caotico. Ogni governo prende le proprie azioni qui e varia da luogo a luogo”, ha detto Bankman-Fried.

FTX si è rapidamente sviluppato in uno dei più grandi marchi nel campo della crittografia. Ha pagato il prezzo per guadagnarsi la reputazione sul palco della National Basketball Association Miami Heat.I suoi investitori includono SoftBank Group, la società di venture capital della Silicon Valley Sequoia Capital e il terzo punto di un hedge fund guidato dal miliardario Daniel Lobb.

leggere L’exchange di criptovalute giapponese subisce un attacco da 100 milioni di dollari

Ma come Binance, in passato FTX ha fornito una leva 100 volte per alcuni contratti futures relativi alle criptovalute, consentendo agli utenti di puntare un dollaro per una scommessa di $ 100. Ha abbassato questo rapporto alla fine di luglio, sottolineando al contempo che l’industria considera questo processo come un processo collaborativo.

Bankman-Fried ha affermato che l’ostilità tra regolatori e imprenditori cripto “non finirà bene per nessuno”.

BitMEX fornisce ancora una leva finanziaria di 100 volte per determinate risorse. BitMEX ha affermato che la maggior parte dei trader sceglie di utilizzare meno leva finanziaria.

BitMEX è registrato alle Seychelles e ha uffici in tutto il mondo. Alcuni dipendenti sono di stanza permanente a Hong Kong e i residenti locali non possono entrare. Secondo un’accusa presentata da un gran giurì degli Stati Uniti l’anno scorso, Arthur Hayes, uno dei fondatori di BitMEX, si vantava di aver fondato la società alle Seychelles perché il costo della corruzione dei regolatori era “cocco”.

Alexander Höptner, amministratore delegato del gruppo holding dietro BitMEX, ha affermato che la società è ora una “azienda diversa” e sta rispettando le regole per prevenire il riciclaggio di denaro.

“Forse un po’ meno Lamborghini, ma con le stesse ambizioni a lungo termine”, ha detto in una dichiarazione a luglio.

Scrivi a Dave Michaels dave.michaels@wsj.com, Caitlin Ostroff caitlin.ostroff@wsj.com Con Elaine Yu elaine.yu@wsj.com

Questo articolo è stato pubblicato dalla Dow Jones News Agency

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *