Il boom dell’NDA fa male a datori di lavoro e lavoratori

[ad_1]

Dinamiche occupazionali

quando. . .quando #Anche io Alcuni anni fa, il movimento ha dato il via a una serie di accuse di cattiva condotta sessuale contro uomini potenti, richiamando l’attenzione su come Accordo confidenziale Può mettere a tacere le persone e consentire il proseguimento di comportamenti illegali.Legislatori in Irlanda e California Progetto di legge Ciò impedirà che gli accordi di non divulgazione vengano utilizzati per coprire molestie e discriminazioni. Molte aziende tecnologiche hanno promesso di smettere di usarli. Prendi Uber come esempio, Dire In futuro, “i sopravvissuti controlleranno se condividere le loro storie”.

Ma sempre più studi hanno dimostrato che i problemi degli accordi di riservatezza si estendono ben oltre il loro uso nei casi di molestie sessuali. Questi accordi, originariamente utilizzati per proteggere i segreti commerciali, sono diventati comuni negli Stati Uniti, spesso comparendo nel linguaggio standard degli accordi transattivi, delle indennità di licenziamento e dei contratti di lavoro.Una specie di Carta Un recente rapporto pubblicato da Natarajan Balasubramanian, Evan Starr e Shotaro Yamaguchi ha indicato che circa il 57% dei lavoratori americani è coperto da NDA, dal 44% dei servizi di alloggio e ristorazione al 69% dei servizi professionali.Le aziende tecnologiche spesso lasciano che i visitatori reception.

Orly Lobel, professore di diritto all’Università di San Diego, ha affermato che gli accordi di non divulgazione sono sempre più legati a clausole non derogatorie che vietano ai dipendenti di fare commenti negativi sui loro datori di lavoro.lei dare Un esempio nel contratto di lavoro di una grande azienda negli Stati Uniti, che afferma: “Non devi screditare direttamente o indirettamente l’azienda in qualsiasi momento, incluso fare o pubblicare dichiarazioni scritte, verbali, elettroniche o digitali, vere o di altro tipo. La dichiarazione può avere un impatto negativo sull’attività dell’azienda, sull’immagine pubblica, sulla reputazione o sulla buona volontà, comprese le sue operazioni, i dipendenti, i direttori e i suoi prodotti o servizi passati, presenti o futuri”.

Lobel ha affermato che il risultato è stato “un più ampio effetto agghiacciante sui discorsi e sul silenzio su una vasta gamma di argomenti”. Sebbene la ricerca accademica si sia finora concentrata principalmente negli Stati Uniti, Jonathan Chamberlain, un avvocato del lavoro per Gowling WLG a Londra, ha affermato che termini simili sono stati utilizzati nel Regno Unito e altrove.

Perché dovresti preoccuparti? Si potrebbe sostenere che datori di lavoro e dipendenti dovrebbero essere liberi di firmare contratti a vantaggio di entrambe le parti. Ad esempio, nel caso di un accordo transattivo, i dipendenti usano il loro diritto alla libertà di parola in cambio di denaro. Ma quando c’è un evidente squilibrio di potere, questa situazione è più difficile da stabilire, soprattutto quando questi termini sono interamente una condizione di lavoro.

Alcune clausole silenziose sono così estese che sono praticamente impossibili da far rispettare. Ad esempio, negli Stati Uniti e nel Regno Unito, gli accordi di non divulgazione non possono impedire ai dipendenti di segnalare comportamenti illegali. Chamberlain ha affermato che clausole non dispregiative molto ampie “non sono pensate per essere applicate. Non le ho mai viste applicate. Sono sempre difficili da far rispettare perché la questione della libertà di parola è davvero delicata. Sono qui per minacciare”.

Ma la minaccia può funzionare. Possono impedire che informazioni importanti entrino nel pubblico dominio, dall’abuso dei dipendenti all’inganno dei clienti.Alcuni ex dipendenti della società fraudolenta di analisi del sangue Theranos avevano paura Conseguenze legaliNon sono utili alle autorità di regolamentazione, ai potenziali investitori, ai potenziali dipendenti o ai buoni datori di lavoro che vogliono distinguersi dai cattivi datori di lavoro.

Aaron Sojourner, professore associato di economia all’Università del Minnesota, ritiene che soffocare l’informazione ridurrà l’efficienza del mercato del lavoro. “Impone questo costo di conversione: il diavolo che conosci è migliore del diavolo che non conosci”.

uno nuovo documenti di lavoro Autori: Sojourner, Jason Sockin ed Evan Starr utilizzano i dati di Glassdoor, un sito Web che consente alle persone di fare commenti anonimi sui datori di lavoro. Ciò dimostra che dopo che i tre stati degli Stati Uniti hanno ristretto i tipi di informazioni che possono essere soppresse dalla NDA, il flusso di informazioni negative nelle recensioni di Glassdoor è aumentato.Una specie di Ricerca nel passato Dimostra che questo è particolarmente utile per chi cerca lavoro: quando una recensione contiene più informazioni negative, classificano la recensione come più utile.

Nessun datore di lavoro vuole che gli ex dipendenti scontenti parlino ingiustamente di loro. Ma usare questi accordi per tessere una rete di silenzio è eccessivo, soprattutto quando il datore di lavoro ha già il diritto di citare in giudizio per diffamazione.

I responsabili politici e alcune aziende riconoscono correttamente che la clausola del silenzio ha problemi con le molestie sessuali e la discriminazione. Ma questa sarà un’occasione mancata per risolvere questo problema per attirare un’attenzione speciale e impedire ai dipendenti di parlare di tutto il resto.

sarah.oconnor@ft.com

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *