Il calcio inglese è pesantemente indebitato dopo il crollo delle entrate

[ad_1]

Aggiornamento calcio Football

Il calcio inglese è fortemente indebitato per resistere alla pandemia di coronavirus, poiché il club si è rivolto a ricchi proprietari e banche per i finanziamenti dopo che le entrate sono crollate a causa delle interruzioni del programma e del calo delle vendite di biglietti per le partite a porte chiuse.

Secondo la revisione annuale delle finanze del calcio di Deloitte, alla fine della stagione 2019-20, il debito netto dei club della Premier League è salito a un livello record di quasi 4 miliardi di sterline, rispetto ai 3,5 miliardi di sterline di un anno fa.

La società di servizi professionali ha affermato che anche le entrate cumulative di questi 20 club della Premier League sono diminuite per la prima volta nella storia del gioco, con un calo su base annua di 648 milioni di sterline a 4,5 miliardi di sterline.

L’aumento del debito netto (una misura per detrarre denaro dai prestiti) evidenzia le pressioni finanziarie anche nei migliori campionati in Inghilterra, le cui entrate superano quelle dei campionati rivali in Francia, Germania, Italia e Spagna.

I club della zona mancheranno 9 miliardi di euro di fatturato Secondo l’organo di governo del calcio europeo UEFA, a causa della pandemia.

Il crollo della Premier League europea, competizione indipendente sostenuta dai 12 più grandi club della regione, e le preoccupazioni sul finanziamento dei club hanno scatenato accesi dibattiti sul futuro di questo sport.

La UEFA sta valutando di formulare nuove regole sugli stipendi dei giocatori e sulle indennità di trasferimento, mentre il governo britannico è in attesa dei risultati completi della revisione della governance del calcio.

Deloitte ha affermato che i prestiti bancari hanno contribuito all’aumento del debito netto dei club di Premier League, ma in Champions League i proprietari dei dipartimenti al di sotto della massima serie forniscono finanziamenti. Ciò ha aumentato il debito netto del club del 18% a 1,3 miliardi di sterline, il livello più alto in tre stagioni, mentre le entrate sono scese da 786 milioni di sterline a 677 milioni di sterline.

I club della Premier League Arsenal e Tottenham Hotspur approfittano dell’emergenza della Bank of England Programma di prestito Covid-19, CCFF e il dipartimento di gestione degli investimenti di una compagnia di assicurazioni americana MetLife fornisce Ha fornito 117 milioni di sterline di finanziamento del debito alla British Football League che ospita il torneo, consentendo all’agenzia di aiutare il club.

Le banche tradizionali sono riluttanti a concedere debiti a club al di fuori della Premier League.

Anche nella massima serie, alcuni club, come Burnley, Southampton e West Ham United, devono ricorrere a prestatori alternativi di Partner Merck, Una società di investimento associata al magnate della tecnologia miliardario Michael Dell.

La dipendenza dai fondi dei proprietari, in particolare nel campionato e nei due dipartimenti professionali sottostanti, è stata esaminata dalla deputata Tracy Crouch, che guida l’esame del Regno Unito.

Ha avvertito che i club che fanno affidamento sulla “volontà e sulla capacità continua dei proprietari di finanziare grandi perdite” sono in pericolo. Nei risultati della sua indagine provvisoria, ha suggerito che ai regolatori indipendenti dovrebbero essere concessi poteri, compresi i poteri sugli affari finanziari del club.

Per la maggior parte degli ultimi 18 mesi, i club del campionato inglese e inferiori sono particolarmente vulnerabili alle partite a porte chiuse perché non hanno afferrato i miliardi di sterline di transazioni commerciali e televisive generate in Premier League.

Sebbene quasi il 90% del debito netto del torneo provenga da prestiti “morbidi” dei proprietari, di solito non richiedono interessi o un piano di rimborso fisso, ma Dan Jones, capo del Deloitte Sports Business Group, ha dichiarato al Financial Times di fare affidamento sui ricchi Il benefattore per sopperire al rischio di perdita anno dopo anno.

“I proprietari possono avere ottime intenzioni e sono completamente disposti a investire, ma a volte le cose sfuggono al loro controllo”, ha detto. “Se le altre loro attività vengono colpite dal Covid, potrebbero non essere in grado di ottenere finanziamenti [their] Perdita del club. “

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *