Il Canada accetta turisti statunitensi vaccinati più di 16 mesi dopo Reuters

[ad_1]

© Reuters.Foto del file: Bandiere americane e canadesi volano al confine tra Canada e Stati Uniti del Thousand Islands Bridge, che è ancora chiuso per il traffico non essenziale per combattere la diffusione della malattia di Coronavirus (COVID-19) a Lansdowne, Ontario, Cana

Autori: David Ljunggren e Steve Scherer

Ottawa (Reuters)-Canada ha dichiarato lunedì che dopo che la pandemia di COVID-19 ha imposto un divieto senza precedenti di 16 mesi, ai turisti statunitensi completamente vaccinati è stato permesso di entrare nel Paese dal 9 agosto. Molte aziende si sono lamentate di questo, paralizzandole.

A partire dal 7 settembre potranno entrare i turisti vaccinati provenienti da paesi diversi dagli Stati Uniti. I funzionari hanno affermato che il rilassamento dipende dal fatto che il tasso di interesse COVID-19 del Canada rimanga favorevole.

Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha dichiarato in una conferenza stampa a Brampton, in Ontario: “Grazie all’aumento dei tassi di vaccinazione e alla riduzione dei casi di COVID-19, siamo in grado di far avanzare le misure di frontiera adeguate”.

Funzionari del governo affermano che circa il 50% dei residenti canadesi ha ricevuto un vaccino completo e il 75% ha ricevuto una singola vaccinazione.

Le aziende in Canada e negli Stati Uniti, in particolare le industrie del turismo e dell’aviazione, stanno spingendo per porre fine alle restrizioni di viaggio non essenziali tra i due paesi, che sono state implementate nel marzo 2020 all’inizio della pandemia.

Da allora, il confine terrestre è stato chiuso a tutti i viaggi non essenziali. Tuttavia, gli Stati Uniti consentono ai canadesi di entrare in aereo, mentre il Canada non consente agli americani di farlo.

Perrin Beatty, presidente della Camera di commercio canadese, ha dichiarato: “Mentre il Canada passa dalla ripresa alla crescita, è fondamentale per le imprese canadesi sviluppare misure di frontiera fattibili per i viaggiatori completamente vaccinati”.

Finora, gli Stati Uniti e il Canada hanno esteso le restrizioni alle frontiere mese per mese.

Il ministro della pubblica sicurezza canadese Bill Blair ha dichiarato che i funzionari statunitensi gli hanno detto che Washington potrebbe estendere le restrizioni alle frontiere terrestri che scadranno giovedì per un altro mese.

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha rifiutato di dire se gli Stati Uniti seguiranno l’approccio del Canada.

Quando le è stato chiesto della decisione del Canada, ha detto in un briefing: “Continueremo a rivedere le nostre decisioni di viaggio e saremo sotto la guida dei nostri esperti di salute pubblica e medici … Non verrò con intenzioni reciproche. Guardalo .”

Le persone idonee per entrare in Canada devono essere vaccinate con almeno 14 giorni di anticipo. I bambini di età inferiore ai 12 anni che non sono stati vaccinati non devono essere isolati se viaggiano con genitori completamente vaccinati.

Il governo ha ribadito che i canadesi dovrebbero comunque evitare viaggi non necessari all’estero.

Questa notizia dovrebbe essere una spinta alle compagnie aeree canadesi duramente colpite, che si stanno riprendendo dalla pandemia più lentamente delle loro controparti americane. Ottawa ha anche abolito il requisito che tutti i passeggeri che arrivano in aereo devono soggiornare in un hotel per tre notti.

WestJet, la seconda compagnia aerea del Canada, ha dichiarato che il suo tasso di utilizzo della capacità a luglio era del 60% rispetto al livello prima della pandemia del 2019.

WestJet, con sede a Calgary, ha affermato che la mossa è stata “un importante e positivo passo avanti”. A causa del calo più ampio, lunedì Air Canada, la più grande compagnia aerea della nazione, è scesa di oltre il 3% a Toronto.

Mike McNaney, presidente e amministratore delegato del National Aviation Council of Canada, ha accolto con favore la notizia, ma ha dichiarato: “Abbiamo quasi perso la stagione turistica estiva”.

Air Canada ha dichiarato in una nota che l’allentamento delle restrizioni alle frontiere è un “passo importante”, aggiungendo di aver annunciato un nuovo programma estivo con ben 220 voli giornalieri tra Stati Uniti e Canada.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *