Il capo economico dell’UE sollecita la fine delle regole di bilancio budget

[ad_1]

Aggiornamento economico dell’UE

Il capo dell’economia dell’Unione europea ha affermato che Bruxelles non può continuare a nascondere l’applicazione delle proprie regole di bilancio per mitigarne gli effetti negativi e ha chiesto riforme legislative di vasta portata per promuovere investimenti pubblici e una crescita più forti.

Paolo Gentiloni (Paolo Gentiloni) ha detto che spera di “aggiornare e rivedere” le regole di bilancio dell’UE per stimolare gli investimenti pubblici nella trasformazione verde e digitale, promuovendo una crescita economica stabile e duratura.

“Ovviamente, non possiamo semplicemente tornare alla normalità”, ha detto Gentiloni in un’intervista al Financial Times. “Servono regole comuni legate alle sfide economiche che abbiamo di fronte. Altrimenti, il rischio è che la Commissione europea trovi modi creativi per aggirare le proprie regole nei prossimi dieci anni. Penso che questa non sia la soluzione migliore che possiamo avere. . “

Il comitato riprenderà le consultazioni su come modificare le regole che circondano il patto di stabilità e crescita (PSC) questo autunno.A causa dell’emergenza Covid-19, il quadro di bilancio è attualmente sospeso, ma è probabile che le regole vengano re-applicate nel 2023 e ci sarà un argomento intenso Prima come dovrebbero riformarsi.

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen questo mese ha espresso le sue opinioni su coloro che ritengono che il PSC limiti la libertà del governo di rispondere alla crisi economica perché ha invitato l’Unione europea a intensificare le misure di stimolo. Ma gli Stati membri nordici fiscalmente conservatori si opporranno agli sforzi per allentare sostanzialmente le regole e riaccendere le differenze nelle politiche economiche nord-sud.

Gentiloni ha dichiarato di non ritenere che il ruolo della commissione sia quello di contestare il trattato Ue, che contiene gli obiettivi fondamentali di mantenere il debito pubblico al 60% del Pil e il deficit al 3%. Ma ha detto che spera che il comitato proporrà riforme legislative per riflettere le realtà dopo la pandemia, compreso l’aumento dell’onere medio del debito pubblico dell’Eurozona al 100% del PIL.

Si è chiesto se l’UE debba tornare al “basso a lungo termine” – bassa inflazione, bassa crescita, bassi tassi di interesse? O dovremmo cercare di trarre vantaggio da questa crisi… Sforzarci di raggiungere una crescita più forte e più sostenibile?”

Sostiene una serie di riforme, compresi gli adeguamenti alle regole che disciplinano il modo legale per ridurre il rapporto debito pubblico, che nel quadro attuale richiederanno riduzioni profonde e punitive dopo l’esplosione del debito nell’ultimo anno.

Ha affermato che questi cambiamenti dovranno passare a standard più “semplici e osservabili” per la gestione della politica fiscale, facendo riferimento alle raccomandazioni del Comitato europeo delle finanze, l’organo consultivo del comitato, sulla definizione di politiche di bilancio basate su “regole di spesa”. Il limite superiore del tasso di crescita della spesa pubblica nominale.

Inoltre, le regole devono essere riviste per incentivare gli investimenti pubblici. Ciò contribuirà a evitare che si ripetano le conseguenze della crisi finanziaria, quando gli investimenti netti sono diminuiti rapidamente e hanno ostacolato la crescita.

Un’idea è la “regola d’oro”, che esclude dal limite massimo della crescita della spesa alcune spese che promuovono la crescita, ma Gentiloni sottolinea di non essere vincolato a questo concetto specifico. “Se riconosciamo la necessità di incoraggiare e rafforzare gli investimenti pubblici in determinati settori, allora ci sono molte possibili soluzioni e suggerimenti”.

Gentiloni ha affermato che le regole di budget “huddle” in precedenza sembravano ragionevoli, ma ritiene che, data questa situazione, la legislazione debba essere rivista. “Questo è l’unico modo per avere regole comuni reali, non solo regole comuni che possono essere aggirate”, ha affermato.

Gentiloni ha ribadito l’ottimismo a breve termine Prospettive economiche Questo mese, quando il comitato ha pubblicato la sua previsione, ha proposto la crescita più forte da decenni, che crescerà del 4,8% quest’anno e del 4,5% l’anno prossimo.

Sebbene la diffusione della variante del coronavirus Delta rappresenti un “rischio negativo” per la crescita, ha sottolineato che, dato il rapido ritmo della vaccinazione contro il Covid, la situazione attuale è molto più favorevole. Ha sottolineato che l’Unione europea ha raggiunto il tasso di vaccinazione degli adulti negli Stati Uniti.

“Siamo molto consapevoli di non essere fuori dalla situazione. Allo stesso tempo, dovremmo essere molto chiari sul fatto che siamo in una situazione diversa rispetto alla scorsa estate. Questa differenza è causata da vaccini e vaccinazioni”, ha affermato Gentiloni.

I singoli indicatori di liquidità e la gravità delle misure di blocco continuano a indicare che l’economia si sta riprendendo “rapidamente”.

“Penso che la ripresa continuerà. Tutto sommato, ciò che vediamo sul campo supporta ancora le nostre previsioni più brillanti”, ha detto.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *