Il caso di estradizione USA del CFO di Huawei va ai tribunali canadesi per le ultime settimane di udienze Reuters

[ad_1]

2/2

© Reuters. Meng Wanzhou, Chief Financial Officer di Huawei Technologies, torna all’udienza in tribunale dopo la pausa pranzo a Vancouver, British Columbia, Canada, il 29 giugno 2021. REUTERS/Jennifer Gauthier

2/2

Moira Warburton

VANCOUVER (Reuters) – Il direttore finanziario di Huawei, Meng Wanzhou, tornerà mercoledì alla corte canadese per partecipare alle ultime settimane della sua udienza di estradizione negli Stati Uniti, mentre i due anni di procedimenti legali stanno per concludersi.

Meng, 49 anni, è stata arrestata all’aeroporto internazionale di Vancouver nel dicembre 2018 in base a un mandato di arresto degli Stati Uniti, accusandola di aver ingannato HSBC Holdings (NYSE:) PLC in merito alle transazioni commerciali di Huawei in Iran, il che potrebbe indurre la banca a violare le sanzioni economiche statunitensi.

Meng ha detto che era innocente e che stava combattendo un caso di estradizione agli arresti domiciliari a Vancouver.

L’imminente udienza dovrebbe durare fino al 20 agosto e inizialmente si concentrerà sulla terza parte dell’argomentazione del suo avvocato, in particolare sulla richiesta di estradizione del pubblico ministero statunitense in Canada che ha gravemente travisato il caso contro di lei.

La difesa ha affermato che il fascicolo degli Stati Uniti era “ovviamente inaffidabile” e i pubblici ministeri canadesi lo hanno contestato.

L’udienza entrerà quindi nella fase correttiva, che risolverà le accuse di abuso di procedure di Meng durante il suo arresto. Successivamente, si terrà un’udienza penale per determinare se ci sono prove sufficienti per impedire alla signora Meng di comparire in tribunale.

Generalmente si prevede che una decisione verrà presa in autunno.

Un portavoce del Dipartimento di Giustizia canadese ha dichiarato martedì che, secondo la legge canadese, Meng continuerà a ricevere procedure eque.

Huawei non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Nei giorni successivi all’arresto di Meng, il rapporto tra Ottawa e Pechino è stato immediatamente trascurato e la Cina ha arrestato due canadesi, l’uomo d’affari Michael Spavor e l’ex diplomatico Michael Cummingkai. Ottawa ha ripetutamente fatto pressioni su Washington affinché aiutasse la Cina a rilasciare queste persone.

Lynette Ong, professoressa associata all’Università di Toronto ed esperta di questioni cinesi, ha affermato che da quando Joe Biden è diventato presidente degli Stati Uniti nel gennaio di quest’anno, il contesto del caso “ha subito cambiamenti significativi”.

Ong ha affermato che il ritorno di Biden a un modello diplomatico più tradizionale significa che il Canada può fare affidamento su modi che l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump non ha potuto fare per difendere i due canadesi.

“Nell’era Biden, gli amici devono prestare attenzione agli interessi reciproci. Non era così nell’era Trump: era in larga misura un approccio aggressivo unilaterale”, ha detto Wang.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *