Il CDC afferma che “la guerra è cambiata” perché la variante Delta è contagiosa come la varicella. Reuters

[ad_1]

2/2

© Reuters. Foto del file: le persone aspettano in fila per i test della malattia di coronavirus (COVID-19) nel sito di test temporaneamente istituito dal Seoul Public Health Center in Corea del Sud il 9 luglio 2021. REUTERS/Heo Ran/File foto/File foto

2/2

(Reuters)-Secondo i Centri statunitensi per il controllo delle malattie, la “guerra è cambiata” contro il COVID-19 perché la variante Delta è contagiosa come la varicella, può essere trasmessa da persone vaccinate e può essere causata da ceppi precedenti Malattie più gravi . CENTRO PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELLE MALATTIE).

Un documento interno del CDC intitolato “Improving Communication Around Vaccine Breakthroughs and Vaccine Effectiveness” ha affermato che questa variante in rapida diffusione richiede un nuovo metodo per aiutare il pubblico a comprenderne i pericoli.

Ha affermato che le persone non vaccinate hanno tre volte più probabilità di essere infettate e più di 10 volte più probabilità di ammalarsi gravemente o morire.

“Riconoscere che la guerra è cambiata”, ha detto. “Migliorare la comunicazione tra i vaccinatori sui rischi personali”.

Descrive che le varianti Delta sono trasmissibili come la varicella e sono più trasmissibili di molte altre malattie, come MERS, SARS, Ebola, vaiolo, raffreddore comune e influenza stagionale, comprese quelle che hanno causato la pandemia del 2018. influenza.

Raccomanda misure preventive, compresa la vaccinazione obbligatoria degli operatori sanitari per proteggere i gruppi vulnerabili e la ripresa dell’uso diffuso delle maschere.

Il CDC ha confermato l’autenticità del documento, originariamente riportato dal Washington Post.

Il documento affermava che, sebbene sia improbabile che le persone vaccinate vengano infettate, una volta che contraggono questa “infezione rivoluzionaria”, possono trasmettere la malattia ad altri proprio come le persone che non sono state vaccinate.

“Il virus diventa più sano”

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che con la diffusione della variante Delta stanno scomparendo i successi faticosamente conquistati nella lotta al COVID-19, ma la vaccinazione può ancora salvare vite.

Mike Ryan, il massimo esperto di emergenza dell’agenzia sanitaria globale, ha dichiarato in una conferenza stampa: “I vaccini attualmente approvati dall’OMS forniscono un’importante protezione contro malattie gravi e ospedalizzazione”. diventare più sano”.

Il coronavirus più veloce e potente che causa la diffusione del COVID-19 ha ribaltato le ipotesi di virologi ed epidemiologi sulla malattia, anche se i vaccini hanno revocato le restrizioni sociali in molti paesi. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, Delta è diventata una delle principali varianti globali ed è stata registrata finora in 132 paesi.

Martedì, il CDC ha raccomandato alcuni mesi fa che le persone vaccinate non avessero più bisogno di indossare maschere, ma ha cambiato direzione, affermando che anche le persone completamente vaccinate dovrebbero indossare maschere quando il virus potrebbe diffondersi.

Giovedì, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha esortato i governi locali a pagare le persone per le vaccinazioni e a istituire nuovi regolamenti che impongono ai lavoratori federali di fornire certificati di vaccinazione o test regolari, indossare maschere e restrizioni di viaggio.

Carlo Federico Perno, capo di microbiologia e immunologia, ha dichiarato: “La cosa principale che è effettivamente cambiata (a causa di Delta Airlines) continuerà a utilizzare le maschere e nei paesi in cui questo requisito è stato revocato/regioni, le maschere devono essere reintrodotte”. presso l’Ospedale Bambino Gesù di Roma.

I paesi asiatici inaspriscono le restrizioni

Molti dei paesi asiatici hanno evitato le peggiori conseguenze per i paesi occidentali nel 2020, ma la trasmissione delta scoperta per la prima volta in India è stata colpita particolarmente duramente nelle ultime settimane.Australia, Giappone e Filippine sono tra i paesi che venerdì hanno annunciato restrizioni più severe contro il COVID-19

Dicky Budiman, epidemiologo della Griffith University nel Queensland, in Australia, ha dichiarato: “Abbiamo appreso dalla ricerca che la sua carica virale (delta) è 1.000 volte superiore rispetto alla variante precedente. Ecco perché vediamo più casi perché si diffonde più facilmente e più velocemente. Racconta Reuters.

Ha detto che Delta sembra causare sintomi più gravi, soprattutto quando si tratta di difficoltà respiratorie.

L’Australia ha già controllato l’infezione in precedenza, ma è stata molto più lenta di altri paesi ricchi nella vaccinazione del pubblico, quindi ha implementato un blocco. A partire da lunedì, il personale militare aiuterà a supervisionare Sydney, la città più grande, per verificare se le persone che sono risultate positive sono in quarantena.

Le Filippine hanno annunciato un piano per bloccare per due settimane l’area della capitale Manila, che ha una popolazione di oltre 13 milioni di abitanti.

L’India ha riportato il numero più alto di casi giornalieri in tre settimane.

In Giappone, dove l’ondata di casi ha messo in ombra le Olimpiadi, il governo propone di entrare nello stato di emergenza nelle tre contee vicino a Tokyo ea ovest di Osaka entro la fine di agosto.

“L’infezione si sta espandendo. La situazione è estremamente grave”, ha affermato Yasushi Nishimura, ministro dell’Economia, avvertendo che l’infezione non ha ancora raggiunto il suo picco.

Il Vietnam ha vaccinato meno dell’1% dei suoi 96 milioni di abitanti e sta mobilitando ospedali privati ​​per ricevere pazienti affetti da COVID-19. Dopo aver controllato con successo il virus per la maggior parte della pandemia, il suo numero di infezioni è in aumento ogni giorno dalla fine di aprile.

Il ministero della Salute ha dichiarato in una nota: “La pandemia di COVID-19 si sta evolvendo in modo molto complicato e sta peggiorando in molte città e province”.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *